Olympiacos: a Bergamo per un’altra battaglia europea – Contro la nuova superpotenza italiana


Olympiacos: ha indossato nuovamente la tuta europea e si è gettato nella “battaglia” rivendicando un risultato positivo alla luce della rivincita alla “fornace” del Pireo.

Dopo una “pausa” di due mesi e qualcosa del genere, olimpico ritorno alle competizioni europee e giovedì sera (17/02, 22:00 COSMOTESPORTS 2HD) allo “Stadion Gewiss” Bergamo, affronterà un’altra grande sfida: una grande “Battaglia” con la nuova superpotenza italiana. Quella Atalanta! Una squadra che ha consolidato la sua presenza nelle ultime due Champions League, con il “premio” di un posto nella fase “16” Europa Lega.

Le due squadre hanno “incrociato le spade stasera”, nel primo match della fase a eliminazione diretta Uefa Europa League mira a qualificarti per l’evento “16”!

Pedro Martins è da settimane che “circonda” questa partita, cercando di “formare” l’Olympiakos al momento giusto e nel primo big game con il “Bergmaski” cerca un risultato che dia “le ali” ai campioni dello scorso anno in vista della rivincita in «Γ. Karaiskakis “dopo una settimana (24/02).

Il tecnico portoghese non ha avuto particolari problemi, a parte “prendere in braccio” Gary Rodrεςguez e portarlo in Italia, tutti i suoi giocatori a disposizione.

Come tutto mostra, i “biancorossi” affronteranno l’Atalanta in un trio difensivo (in un 3-4-3) con Vatslik sotto i riflettori, Pape Abu Cisse reduce dalle finali della Coppa d’Africa 2022. Nations (vincitore con il Senegal) prese posizione accanto a Papastathopoulos e Manolas.

Reabsiuk e Lala saranno i due terzini estremi dell’Olympiacos (sinistro e destro rispettivamente), mentre al centro del centrocampo Mandi Kamara prende il comando per giocare accanto a Embilas, con Bouhalakis che rivendica la maglia di base. Nelle due estreme posizioni offensive scatteranno Masouras e Agibu Kamara, mentre in attacco Youssef El Arabi sarà il primo motivo per ottenere la maglia base.

La missione dell’Olympiacos per la prima partita contro l’Atalanta era composta da Vatslik, Tzolakis, Karargiris, Lala, Manolas, Papadopoulos, Papastathopoulos, Us. Ba, Cisse, Kitsos, Reabciuk, Embila, Bouhalakis, Sourlis, Kounde, M. Kamara, Fantiga, Oniekorou, A. Kamara, Lopes, Masouras, Vrousai, Valbouena, Tikinio e El Arabi.

Al limite ci sono Manolas (cartellino “portato” dal Napoli), Cisse, Ba e Ticino e se uno di loro riceve un cartellino giallo non giocherà la rivincita con “Bergmaski” al “G. Karaiskaki”.

L’arbitro di questa partita sarà guidato dallo svizzero Sandro Sarer, assistito dai connazionali Stefan de Almeida, Jonas Erni e Alessandro Dudic il 4°. In VAR ci sarà il tedesco Marco Fritz, mentre l’AVAR sarà nominato Fedagi San dalla Svizzera.

Nonostante le misure restrittive, l’Olympiacos avrà il supporto dei propri tifosi, perché oltre agli espatriati greci e agli studenti del nord Italia, viaggiano anche i tifosi greci.

Leggi anche:

Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.