“Anche Hitler ha sangue ebreo”: Lavrov rilascia un’intervista televisiva e provoca indignazione in Israele – politica

Per la prima volta dall’inizio della guerra, il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha rilasciato un’intervista a una stazione televisiva occidentale. In una conversazione con la televisione italiana Mediaset, ha paragonato, tra l’altro, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ad Adolf Hitler.

Parlando a Mediaset, Lavrov ha ripetuto le affermazioni secondo cui i “nazisti” controllavano l’Ucraina e la Russia ne proteggeva la popolazione.

Ha detto: Frequentemente chiesto “Come può esserci nazificazione se lui (il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy) è ebreo? Potrei sbagliarmi, ma anche Adolf Hitler aveva sangue ebreo. Non significa niente. I saggi ebrei dicono che gli antisemiti più potenti sono di solito gli ebrei”.

[Wenn Sie aktuelle Nachrichten aus Berlin, Deutschland und der Welt live auf Ihr Handy haben wollen, empfehlen wir Ihnen unsere App, die Sie hier für Apple- und Android-Geräte herunterladen können.]

Il ministro degli Esteri israeliano Yair Lapid ha aspramente criticato questa affermazione in un tweet. I commenti di Lavrov sono imperdonabili e oltraggiosi. “Gli ebrei non si sono uccisi durante l’Olocausto. Il livello più basso di razzismo contro gli ebrei li accusa di antisemitismo”, ha scritto.

Israele convoca l’ambasciatore russo.

Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.