Juventus – Inter 2-4 par (2-2): “Spettacoli” di Perisic ai supplementari e Coppa in “Nerazzurri”

Vincitrice della Coppa Italia per l’ottava volta nella sua storia è stata l’Inter, che ha vinto 4-2 ai supplementari (2-2 ecc.) collezione.

Protagonista per i “nerazzurri” Ivan Perisic che ha segnato una doppietta ai supplementari, prima con un rigore e poi con uno splendido sforzo, aggiudicando di fatto il trofeo alla sua squadra, che per il resto non è stata sostanzialmente minacciata dalla “Big Lady”. dell’estensione.

La partita è iniziata in maniera perfetta per l’Inter, che solo dopo 7 minuti è riuscita ad aprire le marcature con Nicolò Barela sull’1-0 e portando in vantaggio la sua squadra. La partita ha preso un buon ritmo, entrambe le squadre hanno avuto momenti da segnare, ma nei primi 45 minuti non è cambiato nulla e l’avversario è andato negli spogliatoi con il tabellone che mostrava lo 0-1.

Così come i “nerazzurri” sono partiti bene nel primo tempo, così i “bianconeri” hanno iniziato bene il loro turno nel secondo. Inizialmente, Alex Sandro al 50′ ha pareggiato e solo due minuti dopo Dusan Vlahovic ha portato Massimiliano Allegri sul 2-1. Logicamente l’Inter pressa e riesce finalmente a pareggiare con un calcio di rigore di Hakan Tsalhanoglou all’80’. Quindi, con il punteggio di 2-2, la partita è proseguita fino ai tempi supplementari.

Nella mezz’ora di recupero gli uomini di Simone Inzaki si guadagnano un nuovo rigore grazie alla caduta di De Fry di De Licht, e Ivan Perisic, subentrato nell’esecuzione, realizza il 3-2 per la sua squadra al 99 . E come se non bastasse alla Juventus, il centrocampista croato con un superbo gol nel 102 realizza il 4-2, tagliando… la gamba dell’avversario. Per quanto la “Big Lady” insistesse, non poteva fare altro e l’Inter riuscì a conquistare il trofeo.

Juventus: Perrin, Sandro (90′ Pellegrini), Chiellini (84′ Arthur), Danilo (41′ Morata), Cuadrado, De Licht, Rabio, Zakaria (67′ Locatelli), Bernardeschi (67’Bo) Ken), Vlachovich.

INTER: Hadanovic, D’Abrozio (63′ Dumfries), De Fry, Darmian (63′ Dimarco, 116′ Bazdoni), Scriniar, Barela, Brozovic, Chalhanoglu (90+1′ Vidal), Ko Perici, Lautaro Martines (90+ 1′ Sanchez).

Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.