Formula 1: Saint non può “sbloccare” il segreto della Ferrari

Lo spagnolo ha parlato delle difficoltà incontrate quest’anno con la vettura del team italiano.

Nel 2022, la Formula 1 entra in una nuova era con modifiche ai regolamenti tecnici che si traducono in un aspetto molto diverso dell’auto. QUELLO Scuderia Ferrari ha iniziato perfettamente la stagione con un punteggio di 1-2 al GP del Bahrain. QUELLO F1-75 è il vincitore della macchina e almeno nelle sue mani Charles Leclerc ha vinto finora due vittorie in campionato.

Quello che non è stato in grado di trovare il suo appoggio lo è Carlo Santo. Lo spagnolo nel 2021 ha disputato un’ottima prima stagione in “rosso”, ma l’inizio dell’anno è stato deludente. Errori, ritmo scadente e sfortuna lo hanno limitato al 5° posto nella classifica piloti dopo sei gare.

QUELLO Conoscenza ha vinto il 4° posto nel Gran Premio di Spagna, ma il ritmo era terribile. Anche se Lewis Hamilton da Mercedes-AMG non ha problemi con il motore, prenderà il 4° posto. QUELLO F1-75 è un’auto che non gli si addice Conoscenzacon il pilota Ferrari che cerca di spiegare perché non è stato in grado di sbloccare tutto il suo potenziale.

“Questo è un motivo molto specifico. Ci sono molti dettagli sul motivo per cui ciò è accaduto. Potrei dire molto, ma non succede perché alcune questioni sono riservate e altre sono piuttosto private. Puoi vedere dalla telecamera che io non ho trovato il ritmo che volevo com’ero, cosa che ho fatto l’anno scorso. Le cose stanno così e devo adattarmi o avvicinare la macchina al mio stile. Entrambe queste cose richiedono tempo ed esperienza. Presuppone errori, prove e fallimenti. Sono in questo processo ora”ha detto il pilota 27enne dopo la fine del GP di Spagna.

Carlo Santo

a parte quello Conoscenza ha sottolineato che le sue prestazioni sono passate al microscopio a causa del suo compagno di squadra, Charles Leclerc sono riusciti a trovare il segreto F1-75: “Va a un livello molto alto. Fa un tempo impressionante. Posso ammirarlo e in un certo senso copiarlo. In un certo senso devo portare la macchina alla mia taglia per essere più veloce. Rimango ottimista e ho ancora la motivazione per cambiare le cose il più rapidamente possibile. “Finora non è stato facile. Puoi vedere dai miei errori che ho trovato difficile ottenere il massimo dalla macchina. “La F1-75 mi ha dato una nuova sfida in la mia carriera.”

L’accoglienza di questo Santo è stata molto importante, pochi giorni prima del Gran Premio di Monaco, in una gara dove nel 2021 ha conquistato il 2° posto. Infatti, nelle qualificazioni pre-rilascio Leclercsi muove a un ritmo molto buono ed è pronto a prendere la posizione di testa.

Resta da vedere se ci riuscirà davvero Carlo Santo per invertire la situazione e rivendicare la stessa vittoria quest’anno.

Foto: Scuderia Ferrari

Settimio Lombardi

"Esperto del cibo. Specialista della cultura pop. Fanatico della birra. Introverso. Incline agli attacchi di apatia. Appassionato del web certificato."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.