3° GEL Kavala attività didattica sui pericoli dei social in Italia (foto)

Un gruppo di studenti e il loro insegnante 3voi Liceo Kavala è tornato pochi giorni fa da Pescara, in Italia, come 1Quello incontro (dal 30 aprile al 7 maggio) del programma Erasmus Europe “Testimoniare le fonti prima di condividere i post”, a cui la nostra scuola partecipa come partner.

Il tema del programma, l’uso dei social media e in generale i rischi che corrono i giovani di oggi come il bullismo e i social media, l’uso inappropriato dei dati personali, l’ampio flusso di informazioni non filtrato, la dipendenza mentale, la perdita del contatto personale.. All’incontro hanno partecipato docenti e studenti provenienti da 5 paesi (Italia, Grecia, Romania, Turchia e Macedonia del Nord).

Prima di tutto, tutte le missioni statali sono state guidate a Roma, dove abbiamo avuto l’opportunità di ammirare luoghi unici come il Colosseo, la Basilica di S. Pietro, l’Agorà romana, il Campidoglio… ma anche tutte le piazze della “città eterna”. Poi abbiamo visitato il quartiere ebraico e Palazzo Barberini e siamo stati guidati attraverso le mostre del museo.

La scuola italiana che coordina il programma si trova nella cittadina medievale di montagna di Chieti in Abruzzo con il capoluogo Pescara – località turistica ma anche importante centro finanziario e commerciale della regione – dove viviamo.

Di particolare interesse è stata la visita del borgo medioevale di Chieti e un giro del più ampio pescarese dove abbiamo visitato i cosiddetti trabbochi, una stazione di pescatori di un secolo prima che è stata ora trasformata in un delizioso ristorante.

Infine, nell’area scolastica, gli studenti di tutti i paesi presentano le loro città, scuole e balli della loro terra d’origine. Siamo rimasti molto colpiti dai vari laboratori scolastici attrezzati (laboratorio elettrico, laboratorio di ingegneria, laboratorio di falegnameria…). Naturalmente, il più speciale ma anche impressionante è il laboratorio di navigazione, dove i nostri studenti possono decollare e far atterrare gli aerei digitalmente!

La parte educativa dell’incontro è stata molto organizzata e di successo. Attraverso varie divertenti attività di lavoro di squadra (conoscenza, concorso logo del programma, caccia al tesoro nella città di Chieti, stesura di questionari di gruppo…) gli studenti si conoscono e si avvicinano davvero al nostro tema, che è la gestione dei media digitali.

In questo contesto è stata molto illuminante la presentazione di un giornalista italiano sul tema delle fake news, dove con esempi specifici (foto) è riuscito a sollevare perplessità e “insegnare” agli studenti a scegliere e leggere le notizie.

Il prossimo incontro è previsto per settembre nella Macedonia del Nord, dove gli studenti continueranno il loro lavoro ma presenteranno un aspetto diverso dell’intero problema.

(CONFERENZA PERS)

Benigna Rosiello

"Fanatico dei viaggi. Creatore. Pioniere di Bacon. Malvagio piantagrane. Specialista di zombi. Impenitente esperto di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.