Falso prete che passa la notte con la guardia del corpo della regina Elisabetta

Il “Sun” britannico ha riferito che la polizia è stata allertata dopo che un uomo non identificato è arrivato alla Victoria Barracks in Shit Street a Windsor mercoledì alle 9:20 mentre la regina era a Sandringham per Pasqua, dove avrebbe trascorso la serata mangiando e bevendo con alti ufficiali prima di lei le offrì un letto in cui dormire, nonostante non mostrasse un documento d’identità o le credenziali.


La caserma è la casa della Coldstream Guard, riconosciuta per le sue giacche rosse e i cappelli neri di pelle d’orso, che avevano un ruolo cerimoniale come protettori del Castello di Windsor e di Buckingham Palace.


“È solo un’enorme violazione della sicurezza. L’uomo si è presentato ai cancelli di notte e ha detto di chiamarsi Pastor Cruz e ha affermato di essere un amico del papà del battaglione Matt Coles. È stato invitato e gli ha offerto qualcosa da mangiare nella cena degli ufficiali camera. Per alcune ore ha bevuto”. “The Sun” della Gran Bretagna.


“I militari prendono molto sul serio questa violazione della sicurezza e saranno indagati a fondo come priorità. Gli ufficiali erano presenti e hanno rimosso l’intruso dalle baracche. Non sono necessarie ulteriori azioni”, ha detto al The Sun britannico un portavoce della polizia della Thames Valley. è stato lanciato.


Vi ricordiamo che alla fine di gennaio, il Castello di Windsor, residenza reale ufficiale del re d’Inghilterra, è diventato addirittura una no-fly zone a causa delle preoccupazioni per l’incolumità della regina Elisabetta II. La decisione è stata presa dopo che un uomo armato di frecce è entrato nel parco del castello alla fine di dicembre dello scorso anno, minacciando di uccidere la regina.


Come annunciato a suo tempo dal quotidiano San, dal 27 gennaio aerei e droni non potranno sorvolare la residenza a quota 762 metri, e tutti i voli entro 2,25 chilometri dalle mura del castello saranno considerati reati.


L’autorità per l’aviazione civile del Regno Unito ha annunciato che il divieto era nell’interesse pubblico e il controllo dell’aviazione ha annunciato che questo divieto sarebbe stato rispettato. In caso di violazione di questo divieto, i caccia saranno resuscitati per inviare aerei che entrano nella no-flight zone e non reagiranno agli allarmi radio. La polizia a guardia del castello ha anche maggiori poteri quando si tratta di abbattere i droni illegali.


Il Regno Unito ha avviato un’indagine sull’incidente


L’esercito britannico ha annunciato oggi che sta avviando un’indagine in seguito alla notizia che un uomo fingendosi un prete ha trascorso la notte in caserma con i soldati incaricati di proteggere la regina Elisabetta vicino alla sua casa al castello di Windsor.


“I militari prendono molto sul serio questa violazione della sicurezza e la loro priorità è indagare in dettaglio, e poiché l’incidente fa ora parte di un’indagine in corso, non sarebbe appropriato commentare ulteriormente in questo momento”, ha affermato un portavoce del ministero della Difesa.


La regina non era a Windsor durante l’incidente di mercoledì scorso, ha riferito Reuters, riferendosi alle accuse del quotidiano Sun e al rapporto B92.

Seguici su di noi Facebook io Instagram pagina e Indonesia Account.

Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.