Zeljko Mitrovic ACQUISTA ODEON CINEMA e scopri nuovi progetti!

Il proprietario della televisione “Pink”, Zeljko Mitrovic, parla del cinema Odeon che ha acquistato e dell’intero concept

Negli anni ho cercato di trovare e acquistare abbastanza spazio per creare un teatro specializzato in musical e concerti rock molto impegnativi, motivo per cui ho partecipato all’asta e fortunatamente ho vinto, acquistato e già pagato per intero il ex. Odeon Cinema Da quando ho creato un teatro davvero insolito! Inoltre, ho scritto molto negli ultimi mesi, quindi ho quel tipo di ambizione di offrire un concetto di boulevard rock completamente alternativo in questa crisi drammaturgica generale, perché derido sempre e posso dire un po’ disgustato dagli insulti. ridicolo del “boulevard”, semplicemente non so perché nessuno ha menzionato che Shakespeare era uno scrittore di boulevard e non uno scrittore di corte, ma capisco anche i frequentatori di teatro di oggi che si considerano speciali e sembrano essere vittime di bullismo dalle masse, questo è certamente un’ermeticizzazione elitaria che serve a non comprendere lo scopo di ciò che oggi chiamiamo “pubblico teatrale”. Forse posso mostrarti quanto è difficile riempire il teatro 7 giorni su 7! Ma devo ammettere che ero un po’ scaldato dal fatto che il famoso Jacks, nonostante tutti i suoi obblighi, avrebbe creato un teatro a Belgrado che sarebbe stato redditizio e per i cui spettacoli sarebbe stato difficile trovare biglietti gratuiti! Ho visto di tutto a Londra dalle commedie, e Hamilton, e Bonnie e Clyde, e Harry e Julia e Lyons King e Pretty Woman… e una dozzina di nuovi. Ho anche memorizzato il vecchio repertorio – Chicago, Phantom, Daddy Cool, Mama Mia e molti altri, alcuni dei quali ho visto molte volte e che credo siano le forme dominanti oggi in questo tipo di arte. la moderna tecnologia televisiva sta appena iniziando a essere implementata a Londra e credo fermamente che saremo uno shock mondiale in quella categoria!

– È in qualche modo logico perché il pubblico è stato così coccolato, quindi in qualche modo lo incontreremo! L’idea è di acquistare quattro esperienze acquistando un biglietto per il teatro, il che significa che allo stesso tempo il pubblico non sarà sicuro se verrà a uno spettacolo teatrale, un concerto rock, una proiezione di un film o uno spettacolo di illusionisti! Anche in un momento in cui il mio caro amico premio Oscar Cavin Spacey, quando era direttore artistico dello Shakespeare Theatre “Old Vic” di Londra, discuteva spesso con me su questo argomento, se il teatro sarebbe diventato un movimento fondamentale delle arti audiovisive verso altre arti della categoria adio.-visivo!Certo che ho ragione, perché nel boom generale di Internet ma anche nella desocializzazione, il pubblico è ogni giorno più esigente, ma allo stesso tempo si sviluppa la lussuria o l’affinità, che si chiama semplicemente ” Per quanto riguarda il mio dramma “Lucifer”, che ho scritto, diretto e prodotto e che aprirà ufficialmente Odeon a metà ottobre, la sua forma multistrato ci ricorderà sicuramente quanto siamo superficiali e flessibili oggi come civiltà , ma sarà anche una storia di tradimento e ipocrisia, peccato e perdono di amore e odio, ma soprattutto del dono chiamato libero arbitrio e che nessuno ci nega finché non lascia stare – dice Zeljko. ma ho cercato di trovare e comprare abbastanza spazio per creare un teatro specializzato in musical e concerti rock che è molto impegnativo, per questo ho partecipato all’asta e per fortuna ho vinto, comprato e già pagato per intero l’acquisto del primo cinema” Odeon”, visto che faccio per un teatro davvero insolito! Inoltre, ho scritto molto negli ultimi mesi, quindi ho quel tipo di ambizione di offrire un concetto di boulevard rock completamente alternativo in questa crisi drammaturgica generale, perché mi faccio sempre beffe e posso dire un po’ disgustato dagli insulti. ridicolo del “boulevard”, semplicemente non so perché nessuno ha menzionato che Shakespeare era uno scrittore di boulevard e non uno scrittore di corte, ma capisco anche i frequentatori di teatro di oggi che si considerano speciali e sembrano essere vittime di bullismo dalle masse, questa è certamente un’ermeticizzazione elitaria che serve a non comprendere lo scopo di ciò che oggi chiamiamo “pubblico teatrale”. Forse posso mostrarti quanto è difficile riempire il teatro 7 giorni su 7! Ma devo ammettere che ero un po’ scaldato dal fatto che il famoso Jacks, nonostante tutti i suoi obblighi, avrebbe creato un teatro a Belgrado che sarebbe stato redditizio e per i cui spettacoli sarebbe stato difficile trovare biglietti gratuiti! Ho visto di tutto a Londra dalle commedie, e Hamilton, e Bonnie e Clyde, e Harry e Julia e Lyons King e Pretty Woman… e una dozzina di nuovi. Ho anche memorizzato il vecchio repertorio – Chicago, Phantom, Daddy Cool, Mama Mia e molti altri, alcuni dei quali ho visto molte volte e che credo siano le forme dominanti oggi in questo tipo di arte. la moderna tecnologia televisiva sta appena iniziando a essere implementata a Londra e credo fermamente che saremo uno shock mondiale in quella categoria! In qualche modo è logico dato che il pubblico è stato così coccolato, quindi lo incontreremo in qualche modo! L’idea è di acquistare quattro esperienze acquistando un biglietto per il teatro, il che significa che allo stesso tempo il pubblico non sarà sicuro se verrà a uno spettacolo teatrale, un concerto rock, una proiezione di un film o uno spettacolo di illusionisti! Anche in un momento in cui il mio caro amico premio Oscar Cavin Spacey, quando era direttore artistico dello Shakespeare Theatre “Old Vic” di Londra, discuteva spesso con me su questo argomento, se il teatro sarebbe diventato un movimento fondamentale delle arti audiovisive verso altre arti della categoria adio.-visivo!Certo che ho ragione, perché nel boom generale di Internet ma anche nella desocializzazione, il pubblico è ogni giorno più esigente, ma allo stesso tempo si sviluppa la lussuria o l’affinità, che si chiama semplicemente ” Per quanto riguarda il mio dramma “Lucifer”, che ho scritto, diretto, e la sua produzione e che aprirà ufficialmente Odeon a metà ottobre, la sua forma multistrato ci ricorderà sicuramente quanto siamo superficiali e flessibili oggi come civiltà, ma sarà anche una storia di tradimento e ipocrisia, peccato e perdono di amore e odio, ma soprattutto parla di un dono chiamato libero arbitrio e che nessuno ci nega finché lo lasciamo stare – disse Eljko.

Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.