Una storia sulle tradizioni, l’identità della nostra gente e il mantenimento della felicità attraverso i giochi (VIDEO)

Dopo l’enorme successo ottenuto dal documentario “Tesla’s People”, candidato all’Oscar per il lungometraggio documentario 2020, Optimist Films ha avviato un nuovo documentario e serie “Serbian Circle”.

foto: Optimistfilm

Un altro racconto documentario viene realizzato nel laboratorio di produzione cinematografica di Optimist. Il regista Zeljko Mirkovic e Optimist Film in collaborazione con il Kolo Ensemble, il Museo Etnografico di Belgrado, la Federazione nazionale serba di Pittsburgh (USA), l’Accademia serba delle scienze e delle arti (SANU) e l’Organizzazione turistica serba hanno lanciato il principale documentario e ruota della serie”. è sostenuto dal Ministero della Cultura e dell’Informazione della Repubblica di Serbia e dalla Città di Nis.

The Optimist Film incarna la serie di documentari “Serbian Circle” di 10 episodi di 25 minuti ciascuno.

La serie è stata girata in 15 città della Repubblica di Serbia, da Subotica, attraverso Novi Sad, Belgrado, Krusevac, Kragujevac, Uzice, Cacak, Nis, Pirot, Vranje, Zajecar, Gracanica, Peja, a Prizren.

– Kolo è un gioco folcloristico che simboleggia la felicità ed è conosciuto come un simbolo ovunque nel mondo. Il circuito serbo è entrato a far parte del patrimonio immateriale dell’UNESCO nel 2017. La serie di documentari “Kolo” parla dell’importanza del kolo, della sua origine, bellezza e unicità. Questa è una storia sulla tradizione e l’identità serba, sul coltivare la felicità attraverso i giochi. Se non sappiamo chi siamo e da dove veniamo, non sappiamo nemmeno dove stiamo viaggiando – afferma il regista e produttore, il Dr. Zeljko Mirkovic.

Il Nis Student Cultural Center, nell’ambito dell’Academic Folklore Ensemble “ORO” (fondato nel 1959), ha organizzato il 15° Festival Internazionale del Folklore con l’obiettivo di mettere in luce la grande ricchezza del nostro patrimonio folcloristico ma anche di presentare il folclore ai nostri concittadini. e gli abitanti di questa parte della Serbia, la ricchezza e la cultura di altri paesi.

Negli ultimi 14 anni hanno partecipato al Festival 85 complessi folcloristici provenienti dall’estero. I partecipanti totali ai festival precedenti erano 6.500 membri. Circa 200.000 spettatori hanno assistito ai concerti e alle sfilate di quest’anno. La cosa più importante nel 2021 dell’ORO Academic Folklore Ensemble e del Nis Student Cultural Center è l’assegnazione di un certificato all’International Student Folklore Festival, assegnando al nostro Festival il CIOFF International Festival, che è il più alto ranking nell’organizzazione di festival folcloristici mondiali.

Circolo serbo, Nis, Film
foto: Optimistfilm

– Questa è la prima volta che un festival in Serbia riceve questo certificato, che è un grande riconoscimento, ma anche un grande obbligo per continuare l’organizzazione al più alto livello mondiale – ha affermato il dott. Predrag Jelenkovic, direttore dell’SKC Nis e direttore del festival.

– Il Circolo Serbo è entrato a far parte del patrimonio immateriale dell’UNESCO nel 2017 e Nis è una città che ha aderito al Ministero della Cultura e dell’Informazione e ha sostenuto le riprese della serie “Circolo Serbo”. Siamo orgogliosi del fatto che Nis sarà il luogo delle riprese. I nostri concittadini sanno quasi tutto dei circoli o dei balli serbi, il nostro dovere è trasmettere quella conoscenza, cultura, usi e costumi ai più giovani. Il circolo serbo è la nostra identità, un simbolo della durata e della sopravvivenza del popolo serbo. Auguro il grande successo della serie come il precedente progetto incarnato dal regista Zeljko Mirkovic e il film Optimist – mostra il sindaco di Nis, Dragana Sotirovski.

Circolo serbo, Nis, Film
foto: Optimistfilm

L’Academic Folklore Ensemble di ORO metterà in mostra il patrimonio di danza tradizionale della regione con fard, Nis kokonješte e Nis spa. Niska Banja è un gioco cittadino che celebra quest’anno il suo 95° compleanno. Nel 1927 fu compilato da Dušan Cvetkovi, lo zio di Duca. Nis kokunješte è un tipico rappresentante della “tripla macchina” di questa zona. Rumenka, il gioco le cui origini sono più dibattute, si gioca a otto e dieci battute. Questa danza tradizionale in una parte è inclusa nel registro nazionale del patrimonio culturale immateriale della Serbia – ha affermato il prof. Slavoljub Uzunovi.

(Corriere.rs)


Corriere

Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.