Tuchel parla del futuro di Lukaku e del periodo di transizione che verrà

L’allenatore del Chelsea London Thomas Tuchel ha ammesso che il tiratore scelto belga Romelu Lukaku continuerà ad operare allo Stamford Bridge la prossima stagione, nonostante la sua forma debole in questa stagione.

All’inizio, sembrava che Lukaku fosse stato catturato ai Blues per il trasferimento dell’anno scorso dall’Inter per 97,5 milioni di sterline (quasi 2,6 miliardi di corone). Ma poi sono arrivati ​​gli infortuni, il coronavirus e la conversazione molto esplosiva per i media italiani, e la sua forma è calata notevolmente. Ad esempio, l’ultima partita del Chelsea con l’Everton Lukaku è stata in panchina, anche se i Blues avevano bisogno di segnare.

Secondo il server 90min.com, il Chelsea è pronto a rilasciare la nazionale belga quest’estate. Si parla, ad esempio, di un ritorno all’Inter o di un interesse del Paris Saint-Germain. A causa delle sanzioni imposte dal governo britannico al club per continuare a collegare il proprietario Roman Abramovich con il presidente russo Vladimir Putin, alla fine le cose potrebbero andare diversamente. Tuchel ammette che Lukaku rimarrà a Stamford Bridge per necessità. “Voglio che faccia parte della squadra e abbia una posizione più importante, soprattutto per la prossima stagione. Non c’è modo di ottenere un risarcimento per i giocatori che se ne vanno”. disse l’allenatore tedesco.

Possiamo solo aspettare. Saremo sempre forti

Se la situazione cambia, dobbiamo continuare ad adattarci alla situazione contrattuale, alle situazioni individuali dei giocatori e a quello che vogliamo. Abbiamo ingaggiato un grande giocatore ed è ancora un grande giocatore. Non ha giocato contro l’Everton perché avevamo poche sostituzioni. Sfortunatamente, abbiamo dovuto pareggiare Jorginha all’intervallo. Ha allenato molto bene Romel questa settimana e probabilmente inizierà. Vedremo dopo. “ ha detto l’allenatore del Chelsea prima della partita contro il Wolverhampton.

Il tecnico 48enne ha anche commentato il prossimo periodo di trasferimento. “Al momento non si possono fare spese. Non siamo sicuri che avverrà un cambio di proprietario prima del periodo di trasferimento. Forse sì. Ma non possiamo fare un’offerta, quindi stiamo solo monitorando la situazione. Abbiamo un idea, ma basta”. l’allenatore spiega la situazione della squadra londinese.

“Siamo indietro nella corsa al rafforzamento. Lo abbiamo riconosciuto. Può essere una sconfitta, ma non una sconfitta decisiva. Qualunque sia la squadra che avremo, sarà competitiva perché abbiamo una portata ampia. Il club sarà sempre forte. fidati allenatore. Abbiamo le idee chiare su come migliorare, come rinfrescare e migliorare lo staff e portare nuove energie con nuove qualità. Ma questo non è il primo periodo di trasferimento in cui si ha un desiderio e non si può esaudirlo da allenatore. Cercheremo soluzioni, ma prima dobbiamo adattarci alla situazione attuale, poi vedremo cosa è possibile fare”.

Fonte: sport.cz

I negoziati di Baník con Vrba fallirono finanziariamente. La memorizzazione sta arrivando

Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.