Tre italiani rapiti da uomini armati in Mali


Primo ingresso: sabato 21 maggio 2022, 00:47

Secondo la Chiesa dei Testimoni di Geova nel vicino Senegal, uomini armati hanno rapito una coppia italiana e il loro figlio nel sud del Mali. Si tratta di una coppia di anziani, di circa 70 anni, e del loro figlio di 50 anni, secondo la stessa fonte.

Non si sa ancora chi li abbia rapiti, mentre secondo informazioni non confermate, gli uomini armati hanno arrestato anche un cittadino togolese che si trovava con una famiglia italiana.

La Farnesina ha confermato di essere stata informata del sequestro e dovrebbe rilasciare un comunicato.

I rapimenti sono aumentati di recente in Mali, con estremisti legati ad al-Qaeda e allo Stato islamico che stanno aumentando la loro presenza nel sud della nazione dell’Africa occidentale, lontano dalle loro roccaforti nel nord e nel centro.

I jihadisti usano il Mali come base per i loro attacchi nella più ampia regione del Sahel. Le loro attività si sono estese ai paesi vicini (Burkina Faso, Niger) e negli ultimi anni hanno causato la morte di migliaia di persone. Il dispiegamento di potenze straniere – Francia, Nazioni Unite e Paesi africani – non ha risolto la crisi.

Nell’aprile 2021, il giornalista francese Olivier Diboua è stato rapito nella città di Gao (nel nord del Mali) da membri di Al Qaeda e si pensa sia ancora in custodia.

Una suora americana di 83 anni è stata rapita all’inizio di questo mese nel vicino Burkina Faso.

Ultimo aggiornamento: sabato 21 maggio 2022, 00:47

Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.