Paesi del G7: insieme contro la disinformazione russa

Eltville (Dpa) – Le nazioni del G7 vogliono agire con forza contro la campagna russa per la disinformazione. “Promuoveremo la cooperazione per rintracciare le reti di disinformazione”, ha dichiarato il ministro federale dell’Interno Nancy Faeser (SPD) a Eltville, vicino a Wiesbaden, in Assia, dopo una riunione dei ministri degli interni del G7. “Abbiamo concordato di creare una rete più stretta e di adottare buone idee da altri partner”.

Ad esempio, la Francia ha reagito alla diffusione della menzogna con verifiche dei fatti, che non sono state effettuate solo dal Paese, ma insieme alla società civile, ha affermato Faeser. Si riferiva a una piattaforma indipendente di verifica dei fatti su Internet.

Faeser: “Combattiamo le bugie con i fatti”

Le minacce alle infrastrutture critiche e la diffusione di disinformazione e propaganda straniera sono aumentate in modo significativo dall’inizio della guerra di aggressione della Russia in Ucraina, ha affermato il ministro degli Interni. “La Russia sta cercando di diffondere l’insicurezza con le bugie, minare la fiducia nelle istituzioni statali e dividere la nostra società”. Questo è condannato nei termini più forti possibili. “E possiamo dire: (il presidente russo Vladimir) Putin non avrà successo. Combattiamo le bugie con i fatti”.

Anche le piattaforme di social media dovrebbero intensificare i loro sforzi per combattere la disinformazione, l’odio e l’incitamento all’odio, ha affermato Faeser nel monastero medievale di Eberbach. Insieme difenderemo i nostri valori democratici, la libertà di espressione, la libertà di informazione e la libertà di stampa”.

Secondo Faeser, i paesi del G7 vogliono anche collaborare più strettamente per risolvere i crimini di guerra e i crimini contro l’umanità commessi dalle truppe russe in Ucraina, in modo che un giorno i criminali di guerra debbano rispondere alla giustizia. Secondo Faeser, anche i ministri della giustizia del G7 affronteranno questo tema nella loro conferenza del 28 e 29 novembre. La comunità del G7 continuerà a sostenere e coordinare meglio la polizia e le forze dell’ordine in Ucraina.

estremismo e terrorismo

Nel suo stato d’origine, l’Assia, Faeser ha affermato che durante l’attuale presidenza tedesca del G7, si è concentrato anche sulla lotta all’estremismo e al terrorismo. Soprattutto durante la pandemia di coronavirus, c’è stata una spirale di odio e violenza sempre più radicali. Con un approccio preventivo e repressivo, il gruppo di paesi del G7 vuole intensificare ulteriormente la sua cooperazione nella lotta a questo sviluppo.

Un altro argomento della riunione dei ministri degli interni del G7 è stata la politica dei rifugiati. Il nuovo governo italiano del primo ministro di estrema destra Giorgia Meloni ha recentemente scatenato una lite diplomatica con la Francia quando ha rifiutato di consentire alla nave di soccorso oceanico “Ocean Viking” con 234 migranti a bordo di entrare nei porti italiani. “Siamo stati in grado di mediare bene”, ha detto Faeser. C’è una “buona collaborazione” tra Italia e Francia a Eltville.

L’associazione delle democrazie economicamente forti del G7 comprende la Repubblica federale di Francia, l’Italia, il Giappone, il Canada, gli Stati Uniti e il Regno Unito. La Germania manterrà la presidenza fino alla fine dell’anno e il Giappone diventerà presidente nel 2023.

Marinella Fontana

"Specialista dell'alcol. Appassionato risolutore di problemi. Esperto di musica freelance. Pioniere del cibo malvagio. Appassionato di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *