Nazionale greca: Psychara Helladara! “Disperso” … – Sportdog.gr – Notizie Sportive News

Grande prestazione della Nazionale di Polo Maschile, che ha ottenuto un altro grande successo qualificandosi alle semifinali dei Mondiali di atletica leggera.

GIOCA AL QUIZ PIÙ INSOLITO

Nazionale Greca: Né la perdita di Manos Zerdevas per problemi di infortunio, né il “crollo” della difesa nel secondo periodo, non hanno potuto fermare la corsa della nazionale maschile di pallanuoto ai Mondiali di Budapest.

Cogliendo una grande prestazione nel secondo tempo, soprattutto in difesa, la rappresentativa ha vinto 16-11 sugli Stati Uniti nei quarti di finale, assicurandosi per la quinta volta nella sua storia un posto in quartetto e ora necessitando di una vittoria in due partite per salire sul podio, a partire dalle semifinali di venerdì (1/7), contro le vincitrici del match Ungheria-Italia.

I greci sono partiti in modo ideale per i quarti di finale, con Genidounias che ha “eseguito” l’olandese con tiri dalla distanza nei primi due attacchi. Gli USA reagiscono, si riducono a Bowen e riescono a pareggiare, ma il rigore dell’ex Apollon viene bloccato da Zerdeva. Allo stesso tempo, gli americani avevano 0/3 con più giocatori nel primo tempo, mentre la nazionale capitalizzava su Argyropoulos l’unico cartellino rosso vinto e chiudeva gli otto minuti precedenti 3-1.

Successivamente due fattori sbilanciati hanno cambiato l’immagine del gioco. Da un lato i due primissimi rigori di Dinos Genidounias, dall’altro il problema di infortunio che Zerdevas ha dovuto affrontare alla mano sinistra, che ha costretto Theodore Vlachos a sostituirlo con Panagiotis Tzortzatos. Gli americani si sono “sconfortati”, trovando un bel tiro dalla periferia e portando il pareggio, segnando un totale di sei gol (!) nel secondo periodo. Le cose potrebbero peggiorare per la rappresentativa, se Argyropoulos e Genidounias non hanno… una linea aperta con la rete, quindi non lasceranno almeno gli Stati Uniti in vantaggio.

La foto del secondo periodo è sgradevole, ma si ferma qui. Il nazionale è entrato nei terzi otto minuti con grande determinazione, allestendo una “giungla” di muri davanti al camino di Georgetatto e distorcendo quasi tutti i tiri dell’America, dritti o alti. In attacco la nazionale ha avuto qualche problema, ma ogni volta che ha trovato la difesa avversaria disorganizzata, ha “premuto” il tasto: il rigore vinto da Argyropoulos si è trasformato in gol di Vlachopoulos, gol di Gouvis entrato in fase come il secondo terzino e un altro di Vlachos, invece, formano 10-7 e gettano le “fondazioni” per la vittoria greca. Nikolaidis e Kalogeropoulos hanno alzato la serie sul 5-0 all’inizio degli ultimi otto minuti e hanno “spazzato” la partita, con il punteggio che “apriva” molto negli ultimi minuti, ma senza minacciare il dominio della nazionale.

Otto minuti: 3-1, 4-6, 3-0, 6-4

La Nazionale ha 6/9 con giocatori in testa, 2/2 rigori, 3 gol dalla periferia, 2 da terzino e 3 subiti.

Gli USA hanno 3/10 con il giocatore in testa, 0/1 di rigore, 7 gol dalla periferia e 1 avversario.

Composizione:

GRECIA (Thodoris Vlachos): Zerdevas, Genidounias 3, Skoumpakis, Kalogeropoulos 3, Foundoulis, Papanastasiou, Dervisis, Argyropoulos 5, Gouvis 1, Kakaris, Nikolaidis 1, Vlachopoulos 3, Tzortzatos

AS (Dejan Udovicic): Weinberg, Dodd 1, Vavic, Growwell 1, Daube 3, Earhard, Halok 3, Woodhead, Bowen 3, Stevenson, Farmer, Irving, Holland


Segui sportdog.gr su Google News e sii il primo a sapere tutto Notizie sportive

Vedi tutto Notizie sportive dalla Grecia e dal mondo, su sportdog.gr

COMMENTA QUELLO

Benigna Rosiello

"Fanatico dei viaggi. Creatore. Pioniere di Bacon. Malvagio piantagrane. Specialista di zombi. Impenitente esperto di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.