L’infermiera Jitka Koskov salva i bambini dall’Africa

Un operatore umanitario che desidera lavorare in una missione su una nave dovrebbe avere una formazione speciale?
Sì, facciamo un addestramento settimanale intensivo in un deposito di sottomarini in Bretagna, in Francia. I Marines lo usano come centro di addestramento lì, dove non solo uomini e donne vengono inviati in varie missioni di salvataggio, ma commissionano persino il team building per la compagnia lì. Sulla riva è stato costruito un ingresso per il sottomarino, abbastanza profondo anche con la bassa marea da consentire l’ingresso di un sottomarino. È come una grossa spina nel mio fianco. A seconda di quanta acqua c’è sotto, dipende da come il cacciatore è uscito dal sottomarino o dalla nave. Doveva salire una scala molto alta, altrimenti sarebbe salito i due gradini ea piedi nudi fino al fienile. È un’area chiusa, un tunnel, un porto turistico e l’unica piscina al mondo ad avere dieci metri di cemento.

La Libia è un paese libero dove le persone vengono trafficate. Sono come le due e ci vorrà più tempo.

Jitka Koskovinfermiera ecc

Questo testo fa parte del contenuto premium per gli abbonati

La linea tratteggiata e fino alla fine

Come appena navigazione:

  • Oltre 30.000 originali disponibili su iDNES.cz, Lidovky.cz ed Express.cz
  • Accedi gratuitamente a tutti i nostri giornali e riviste online
  • Ottieni i biglietti prioritari per i concerti su Ticketportal e altro ancora

Tonio Vecellio

"Specialista di Internet. Zombieaholic. Evangelista del caffè. Guru dei viaggi. Lettore. Fanatico del web pluripremiato. Orgoglioso drogato di cibo. Amante della cultura pop."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.