La presunta nave da crociera Sheherazade di Putin: è soggetta alle sanzioni dell’UE?!

Se l’enorme palazzo galleggiante lasciasse definitivamente il porto italiano, le guardie non avrebbero il potere di fermare la nave. Non è chiaro a chi appartenga ufficialmente lo yacht, il che significa che non può essere sequestrato come parte delle sanzioni. Se la nave fosse appartenuta a Putin, è probabile che l’equipaggio avrebbe cercato di fuggire dalle acque dell’UE nella relativa sicurezza della Turchia.

Questo sarà seguito dagli yacht di lusso Roman Abramovi e Alexander Abramov. Da lì, potrebbe facilmente attraversare il Canale di Suez verso l’Oceano Indiano, l’Indonesia o persino il porto russo di Vladivostok. Le navi superlusso degli oligarchi Deripaska o Mordashev sono già ormeggiate lì.

Uno del personale portuale, il manager del club delle navi da crociera, ha confermato possibili preoccupazioni sulla partenza della nave. “Stava lasciando il porto ieri sera, ma forse il tempo non è favorevole.” Gabriele ha spiegato secondo il diario Mail giornaliera. “Le autorità non lo hanno mai confiscato, quindi poteva letteralmente andarsene in qualsiasi momento”. confermò che la nave era praticamente libera.

Acciaierie di Mariupol sotto fuoco aereo e terrestre: anche la Russia attacca i mezzi di evacuazione!

L’effettivo proprietario dello yacht di lusso è stato ipotizzato per anni. L’opposizione russa Alexei Navalny e la sua squadra sono chiari. Lo yacht appartiene al presidente russo Vladimir Putin. Ma nessuno aveva mai confermato tali informazioni prima.

Il capitano della nave, Guy Bennett-Pearce, ha assicurato a Putin che lo yacht non era suo. “Non l’ho mai visto. Non l’ho mai incontrato.” essere avvertito. “Tutti lo chiamano lo yacht di Putin, ma è una voce da mesi”. l’ex dipendente Ernesto Rossi acconsentì. Quando la nave è arrivata per la prima volta in porto, secondo il New York Times, i suoi lavoratori al molo hanno eretto una grande barriera che impediva agli altri di vedere cosa stava succedendo a bordo. La gente del posto non aveva mai visto niente di simile.

I lavoratori coinvolti nella ricostruzione della nave l’hanno descritta come una mini città galleggiante. All’interno dovrebbero esserci una piscina, una spa, una sauna, un teatro, una sala da ballo, una palestra, due eliporti e persino un ospedale. La Scheherazade a sei piani è una delle navi private più grandi e costose del mondo. Costa circa 700 milioni di dollari, in termini di oltre 16 miliardi di corone.


Secondo il presidente ucraino Volodomyr Zelensk, i negoziati diplomatici con la Russia non possono aver luogo quando vengono uccisi civili o soldati in procinto di essere rilasciati. Le sue parole sono state interpretate su Twitter da TV Nexta.


La cooperazione con la Germania per la sostituzione dell’equipaggiamento militare fornito dalla Repubblica ceca all’Ucraina può essere svolta, ad esempio sotto forma di forniture dalla Bundeswehr tedesca, che alla fine sarà sostituita dalla tecnologia di nuova produzione. Tale mossa aumenterebbe le capacità di combattimento dell’esercito ceco e consentirebbe ulteriori consegne di armi all’Ucraina. Gli analisti dell’Associazione per gli affari internazionali Oldřich Sklenář hanno detto a TK in risposta ai risultati dell’incontro del primo ministro Petr Fiala (ODS) in Germania con il cancelliere Olaf Scholz giovedì.


La Lettonia dispone ora di una forza di sicurezza danese per rafforzare la difesa del Paese.

Vedi tutto in linea

Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.