Karmina Burana, Satori e le star regionali sono gratis il sabato a Ušće!

A causa del maltempo, la performance musicale unica di Usce, “Musical Vision of the Balkans”, è stata posticipata da venerdì 2 settembre a sabato 3 settembre, quando è stato annunciato un clima caldo e soleggiato. L’evento inizierà alle 20:00 e l’ingresso è gratuito! Il concerto è iniziato con un’esibizione di “Karmina Burana” di Karl Orff, seguita da esibizioni di star mondiali e regionali, tra cui Satori dal vivo, Dejan Petrovi Big Band, Marko Louis e Esma’s Band feat. Banda di ottoni Zahir Ramadhan.

L’opera “Karmina Burana” doveva originariamente essere rappresentata in Piazza della Repubblica di Belgrado, ma a causa del grande interesse del pubblico e dell’attrattiva dell’evento, è stata aggiunta al programma del concerto “Visione della musica balcanica” e tutto si terranno insieme a Usce sabato 3 settembre dalle ore 20.00. Ci saranno diverse centinaia di giocatori sul palco. Con coro e orchestra Teatro Nazionale Serbo e Complesso artistico Stanislav Binčki”il conduttore diventerà Maestro Alexander Kojice il cantante solista è: soprano Marija Jelictenore Stefan Karanac e baritono Vasa Stajkic. Questo spettacolo all’aperto, nell’ambito del programma CEBEF “Classic Session”, è organizzato dal Centro del Festival di Belgrado in collaborazione con il Teatro Nazionale Serbo e l’Art Ensemble “Stanislav Binički”.

foto: promo

Dopo essersi esibiti sul palco principale di Exit, che segna le edizioni di quest’anno e delle precedenti del festival, rinomati produttori e artisti dal vivo verranno a Belgrado. satori, che ha origini serbe da parte di padre e vive nei Paesi Bassi. Con la EXIT Foundation ha co-prodotto per EXPO Dubai 2022 l’album speciale “Wonders of Vincha culture”, in cui combina musica elettronica con brani della tradizione balcanica, tra cui “Vranjanka”, “Zajdi zajdi”, “Moj dilbere”, ” Što te nema””, “Djelem, Djelem”. Recentemente ha pubblicato il nuovo album “Dreamin’ Colors”, che si presenta come una raccolta di generi di World Music, ma anche blues, indie electronic, opera e musica folk, con sonorità elettroniche e influenza le radici balcaniche di Satori.

Dejan Petrovi Big Band è un’orchestra famosa nel mondo per l’esecuzione di musica tradizionale serba. Si sono esibiti a Londra, Toronto, Torino, Bruxelles, Praga e in molte altre città, introducendo così il mondo alla musica popolare locale, e sono diventati famosi per le loro esibizioni uniche di popolari successi pop-rock stranieri arrangiati da trombettisti serbi.

Marco Luigiuno scrittore e compositore self-made”Anima balcanica“dalla musica, si applica a una persona che cancella i confini nella musica, e già alla prima battuta di una sua canzone si riconosce uno stile unico, con il quale si è distinto nel panorama musicale domestico.

Banda Esma è composto da musicisti che si sono esibiti in tutto il mondo con la regina della musica romana, Esma Redzepova. Come membri del suo ensemble di supporto, Teodosievski, hanno tenuto più di 3.000 concerti. La banda di Esma è guidata dal figlio di Esma, Simeon Atanasov, e si esibiranno anche a Ušće Zahir Ramadan della banda di ottoni.

È possibile accedere al concerto dalle ore 19:00, e l’esibizione di “Karmina Burana” inizia alle ore 20:00. Dopodiché, inizia uno spettacolo di star mondiali e regionali, che promuoverà il suono balcanico attraverso musica etnica ed elettronica, tromba, soul, pop, jazz e altri generi musicali. Esma’s Band feat. Brass Band Zahir Ramadan si esibisce dalle 21:20, Dejan Petrovi Big Band alle 22:00, Marko Louis dalle 23:10 e infine Satori, da mezzanotte.

ESCI
foto: promo

Il concerto “Vision of Balkan Music” promuove il suono e l’energia autentici dei paesi balcanici ed è presentato da Exitova WOMBA (musica del mondo balcanico) plaftorma, il cui obiettivo è dare al mondo il riconoscimento della voce balcanica. Il nostro clima è unito dalla musica tradizionale, che nella produzione moderna può diventare un marchio mondiale.

Il concerto si terrà nell’ambito di una fiera del vino di quattro giorni a Belgrado.Wine Vision di Open Balkan 2022“, che riunirà i migliori produttori di vino provenienti da Albania, Macedonia del Nord, Serbia e paesi limitrofi. Oltre a uno stand di oltre 400 espositori, il potenziale dei vini balcanici sarà presentato in varie masterclass, workshop e degustazioni speciali. Molti esperti di vino, commercianti, distributori, titolari di Master of Wine, critici, blogger e rappresentanti dei più importanti media mondiali saranno ospiti della prima mostra “Vision of Wine”.

(Promozione)


Corriere

Malvolia Cocci

"Studente. Avido evangelista del bacon. Ninja di Twitter per tutta la vita. Fanatico della birra. Pioniere del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.