Italia: i casi di mutazione Delta aumentano pericolosamente

L’Italia è al quinto posto nel mondo nella variante Delta del coronavirus, secondo le stime degli esperti pubblicate dal Financial Times.

“L’incidenza delle mutazioni è in netto aumento, ma è troppo presto per dire se ci sarà una nuova ondata drammatica, come nel Regno Unito. Si spera che questo sia l’ultimo aumento dell’epidemia, che può essere ridotto grazie al vaccino e il caldo”, ha detto il professore di virologia italiano Fabrizio Preliasco.

Patrasso: l’ultimo tentativo di Pispirigo di sfuggire alla punizione

“La grande scommessa, ovviamente, si giocherà probabilmente a settembre, con l’apertura delle scuole. “Come sempre, la responsabilità individuale di tutti i cittadini è di fondamentale importanza”, ha sottolineato lo scienziato italiano.

Sulla base dei dati fino ad ora, la maggior parte dei casi con la variante Delta è stata registrata nella più ampia regione di Bari, nella regione dell’Alto Adygea (al confine con l’Austria) e in Veneto.

Contemporaneamente si sono registrati focolai in Sicilia, Sardegna e nella più ampia regione di Bologna, ma le autorità sottolineano che finora non si sono registrati decessi e casi molto gravi dovuti a questa variante.

Tuttavia, secondo la stampa italiana, se almeno il 70% della popolazione del Paese non viene vaccinato in tempo, c’è il rischio che in autunno si debbano adottare nuove precauzioni, con una serie di restrizioni alle operazioni commerciali. .

Fonte: AMPE

“L’epatite è mortale”, dice un pediatra

Seguire in Google News ed essere il primo a conoscere tutte le novità

Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.