Il Milan vince il titolo italiano dopo undici anni, Zlatan si gode i festeggiamenti




CTK

Aggiornato 22/05/2022 23:43

Il calciatore del Milan ha vinto la finale del campionato italiano 3-0 in casa del Sassuola e ha vinto lo scudetto dopo 11 anni.

I rossoneri hanno pareggiato le rivali cittadine dell’Inter per il 19° scudetto al secondo posto nella classifica storica, dominata dalla Juventus con 36 vittorie. I campioni in carica dell’Inter sono secondi di due punti, ma hanno anche chiuso la stagione con una vittoria per 3-0 sulla Samp.

Il Milan decide di conquistare il Sassuolo con tre gol nel primo tempo. Giroud ha segnato due gol e Kessie una volta. Tutti e tre i gol sono stati realizzati dopo il feedback in area di rigore dagli stivali dell’attaccante Lea.

Alla fine, le rappresentative portoghesi sono riuscite a chiedere un quarto assist, ma il colpo di testa del sostituto Ibrahimovic è stato escluso per fuorigioco. La stella cadente, 40 anni, ha vinto il suo 12° titolo in carriera, ha partecipato anche al trionfo del Milan nella stagione 2010/11.

I neocampioni si sono vendicati della semifinale di Coppa Italia persa dall’Inter e hanno vinto il loro primo trofeo da quando ha vinto la Supercoppa Italiana nel 2016. Stefano Pioli, scudetto da giocatore con la Juventus, ha festeggiato il suo primo titolo da allenatore.

“Ci meritiamo il titolo per il nostro lavoro e per non aver mai smesso di crederci. Siamo più coerenti dei nostri avversari, non ci arrendiamo mai. Non riesco nemmeno a ricordare l’ultima volta che abbiamo perso. Tutti i giocatori sono stati fantastici, compresi quelli che non l’hanno fatto “Giocano tanto. Inoltre sono sempre in grado di prepararsi e di stare al ritmo”, ha detto Pioli in un’intervista alla rete televisiva DAZN.

L’Inter attacca contro la Sampdoria subito dopo l’intervallo, Periši e Correa segnano una doppietta nell’arco di otto minuti. I “nerazzurri” però non hanno vinto un doppio titolo, quindi hanno vinto “solo” la Coppa Italia.

Anche il Napoli ha vinto 3-0 allo Spezia, hanno segnato Politano, Zieliňski e Demme. La terza classificata ha ripetuto la sua forma contro la stessa squadra dell’anno scorso, quando ha segnato anche tre gol nel primo tempo. Lo Spezia ha concluso la stagione al 16° posto.

Il Venezia, con in formazione il difensore nazionale Aleš Matějů, ha detto addio alla Serie A con un pareggio a reti inviolate contro il Cagliari, che è stato così l’ultimo a retrocedere. La Salernitana ha mantenuto il diciassettesimo posto, anche se ha perso 0:4 in casa contro l’Udinese.

Campionato Italiano Calcio – 38° turno:

Spezia – Napoli 0:3 (4. Politano, 25. Zieliňski, 36. Demme), Inter – Sampdoria Genova 3:0 (55 e 57. Correa, 49. Periši), Sassuolo – Milan 0:3 (17° e 32° Giroud, 36° Kessie), Venezia – Cagliari 0:0, Salernitana – Udine 0:4 (6. Deulofeu, 34. Nestorovski, 42. Udogie, 57. Pereyra).

Ultimo tavolo:

1. AC Milan 38 26 8 4 69:31 86
2. Inter Milan 38 25 9 4 84:32 84
3. Napoli 38 24 7 7 74:31 79
4. Juventus Torino 38 20 10 8 57:37 70
5. Lazio Roma 38 18 10 10 77:58 64
6. AS Roma 38 18 9 11 59:43 63
7. Fiorentina 38 19 5 14 59:51 62
8. Bergamo 38 16 11 11 65:48 59
9. Hellas Verona 38 14 11 13 65:59 53
10. FC Torino 38 13 11 14 46:41 50
11. Sassuolo 38 13 11 14 64:66 50
12. Udine 38 11 14 13 61:58 47
13. Bologna 38 12 10 16 44:55 46
14. empoli 38 10 11 17 50:70 41
15. Sampdoria Genova 38 10 6 22 46:63 36
16. specifica 38 10 6 22 41:71 36
17. Salernitana 38 7 10 21 33:78 31
18. Cagliari 38 6 12 20 34:68 30
19. FC Genova 38 4 16 18 27:60 28
20. Venezia 38 6 9 23 34:69 27

Tonio Vecellio

"Specialista di Internet. Zombieaholic. Evangelista del caffè. Guru dei viaggi. Lettore. Fanatico del web pluripremiato. Orgoglioso drogato di cibo. Amante della cultura pop."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.