I proprietari di Tesla mettono fine al loro sciopero della fame, perché hanno fame

Il gruppo norvegese ha iniziato uno sciopero della fame prima che il CEO di Tesla Elon Musk arrivasse a Oslo per una conferenza sull’energia. I possessori di Tesla hanno chiesto aiuto in modo originale dopo aver rivelato una serie di guasti ai loro veicoli che non erano stati adeguatamente riparati.
Alcuni proprietari riferiscono di avere un servizio clienti scadente, mentre altri affermano di non ricevere mai una richiamata dal contact center.


Molte delle lamentele del proprietario in realtà non sono una novità. Alcuni dei problemi rilevati includono la scarsa qualità della vernice, la ruggine, le maniglie delle porte che rimangono impigliate nel freddo e l’ingiallimento dello schermo del sistema multimediale.


Anche problemi con l’illuminazione dell’auto, sedili difettosi, pozzanghere nel bagagliaio e potenza ridotta sono alcune delle lamentele.


Oltre ai guasti alle auto, le proteste riguardavano anche il servizio clienti dell’azienda. I proprietari affermano di averlo messo in attesa per troppo tempo, prima di rispondere alle chiamate e generalmente non richiamate.


I proprietari norvegesi ritengono che tutto si risolverà se porteranno la questione all’attenzione di Elon Musk. Ecco perché hanno scritto un messaggio di AIUTO sul loro veicolo, che può essere visto da una prospettiva a volo d’uccello, riferisce B92.

Seguici su Facebook e Instagram la mia pagina Twitter Account.

Malvolia Cocci

"Studente. Avido evangelista del bacon. Ninja di Twitter per tutta la vita. Fanatico della birra. Pioniere del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.