Heraklion: nessun caso di epatite acuta su quest’isola – Heraklion

Heraklion







Secondo le informazioni sicure di neakriti.gr, forse nelle prossime ore ci saranno informazioni ufficiali dal Ministero della Salute e da EODY

Il caos è scoppiato sull’isola di Creta oggi, domenica 1 maggio, in seguito all’informazione che un bambino di 14 mesi voleva avere un’epatite acuta, che ha causato preoccupazione in tutto il mondo sia nella comunità scientifica che nei genitori.

Secondo le informazioni sicure di neakriti.gr e dopo aver contattato il 7° comandante della RAE, Lena Borboudaki, finora a Creta non sono stati registrati casi di epatite acuta.

Fin dal primo momento c’è stata una mobilitazione per attraversare se nelle Strutture Pubbliche o Private di Heraklion si sono registrati casi di epatite acuta, ma ciò non è stato confermato. Infatti, è possibile che oggi ci siano informazioni ufficiali da parte del Ministero della Salute e di EODY.

Infatti, anche i Comandanti dei due ospedali di Heraklion hanno commentato l’accaduto, annunciando che non si tratta di epatite acuta.

EODY sottolinea che non ci sono informazioni su un simile incidente in un ospedale di Creta. È possibile che il ragazzo venga monitorato da un pediatra privato, che a quanto pare non ha avvisato le autorità sanitarie ufficiali della regione.

Si ricorda che ogni anno a Creta si registrano casi di epatite comune nei bambini.

Secondo EODY, un caso probabile è definito come qualsiasi persona di età inferiore ai 16 anni che si presenta con una transaminasi sierica superiore a 500 UI/L (AST o ALT), senza un’infezione da virus dell’epatite documentata (A, B, C, D, E) a partire dal 1 gennaio 2022.











Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.