Gli ultimi requisiti regionali di coprifuoco e mascherine in Italia…

/image alleanza, Ronchini

Roma – Alla luce del numero in calo dei casi di coronavirus, oggi in Italia è stato revocato l’obbligo della mascherina per esterni. A livello nazionale, l’obbligo di indossare una maschera per la bocca ora si applica solo nelle aree interne accessibili al pubblico e nei luoghi visitati di frequente all’aria aperta.

Anche l’ultimo coprifuoco regionale in vigore è stato revocato. Nel nord-ovest della Valle d’Aosta il coprifuoco è stato revocato tra mezzanotte e le 5 del mattino. Un terzo della popolazione italiana di età superiore ai 12 anni era stato vaccinato domenica, secondo il governo, per un totale di oltre 17,5 milioni di persone.

Nonostante i progressi, il ministro della Salute Roberto Speranza ha avvertito i residenti di rimanere vigili. “La lotta non è ancora finita”, ha detto. I turisti provenienti dall’Unione Europea, dal Regno Unito, dagli Stati Uniti, dal Canada e dal Giappone possono anche entrare nel Paese senza quarantena se sono vaccinati o possono mostrare un risultato negativo del test.

La scorsa primavera l’Italia è diventata il primo Paese europeo in cui il coronavirus si è diffuso rapidamente. Complessivamente, l’Italia è uno dei Paesi più colpiti dalla pandemia al mondo, con oltre 4,25 milioni di contagi rilevati e oltre 127.000 decessi. Di recente, il numero di contagi e decessi è diminuito drasticamente. Tuttavia, anche in Italia si sta diffondendo la variante delta del coronavirus, considerata altamente contagiosa. © afp/aerzteblatt.de

Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.