Ephes “pulisce” Armani e aspetta l’Olympiacos (75-70)

Potrebbe averlo trovato… oscuro, ma l’Efes è riuscito ad assicurarsi un biglietto per Belgrado, battendo Armani 75-70 e realizzando 3-1 di fila. La squadra turca ha così chiuso il posto a Belgrado, dove affronterà i vincitori della coppia Olympiacos-Monaco.

Le giocate sono state eccezionali, segnando 25 punti (con 8/9 nei ragazzi) e 6 rimbalzi, mentre molto bene anche Mitsic, segnando 20 punti, 5 rimbalzi e 4 assist.

Spiccano invece per il Messina Datome (21 punti) e Hines (10 punti, 12 rimbalzi).

In quella partita, l’Efes è apparso molto forte e ha ottenuto una differenza di 8 punti nei primi due minuti (8-0). Armani reagisce 4-0, ma l’inarrestabile Plais porta la sua squadra a +12 (16-4). L’Italia ha però colmato il gap alla fine dei primi dieci minuti (19-11).

Nella ripresa gli ospiti aumentano il ritmo e nonostante il gas dato da Mitsic, con un parziale di 10-2 si portano in vantaggio (36-37), mentre il tempo chiude con la stessa differenza, ma il punteggio è 43 -43.

All’inizio del terzo tempo, Efes riprende il testimone con Mitsic e Plais che portano a +8 (56-48). I padroni di casa, infatti, in quel momento avevano due punti di vantaggio (62-52), ma alla fine del quarto con due triple consecutive di Rodriguez e Shields l’Italia ha accorciato il distacco (62-58).

Nel quarto tempo abbiamo un derby di fuoco. Gli ospiti si qualificano con +4 (62-66), ma gli uomini di Ataman trovano una soluzione e ribaltano il risultato contro di loro (71-68). Lì Armani perse completamente la concentrazione e rimase calvo per circa 5 minuti. Qualcosa ha dato i suoi frutti e Larkin e Mitzic hanno formato il 75-70 finale con tiri precisi.

Quarti: 19-11, 42-43, 62-58, 75-70

Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.