Epatite – EOM: Se un bambino ha bisogno di un trapianto di fegato, andrà in Italia

“Se il nascituro ha bisogno di un trapianto di fegato (che tutti evitiamo) andrà in Italia”, ha detto all’Agenzia FM il presidente dell’Organizzazione nazionale dei trapianti, professore di Patologia-Gastroenterologia dell’Ekpa. Giorgio Papateodoridis, si riferisce a un focolaio di epatite acuta. Come ha chiarito, in Grecia esiste già un accordo interstatale attraverso l’Ente Nazionale Trapianti con la corrispondente Ente Nazionale Trapianti italiana. “Là vanno i bambini greci che necessitano di trapianti. Vengono principalmente convogliati all’ospedale Bambino Gesu di Roma, o all’Ospedale Ismet che è una grande sede dell’Università americana e si trova a Palermo”. In Grecia, sottolinea il presidente dell’EOM, negli anni 2000 sono stati pochissimi i trapianti di fegato di bambini all’Ospedale Ippocratico di Salonicco.

Si accelera l’iter per l’attuazione del Piano nazionale trapianti

“Non abbiamo mai avuto un buon programma di trapianto di fegato pediatrico. Il trapianto di fegato è una procedura complessa in cui sono coinvolte troppe istituzioni, troppe specialità mediche, richiede molta organizzazione e ovviamente al giorno d’oggi i programmi non possono essere fatti urgentemente e funzionano con successo. Attualmente sono in corso sforzi per riorganizzare universalmente il trapianto di organi solidi nel nostro Paese. C’è un ottimo Piano nazionale per i trapianti, che è stato presentato dalla scorsa estate al Presidente del Consiglio, al Ministero della Salute, ai partiti di opposizione. C’è un’accettazione generale e le procedure di attuazione vengono elaborate rapidamente. Sono necessarie nuove leggi e alcune procedure, quindi non siamo preparati in questa fase ad affrontare l’urgenza di questa questione, se necessario”.disse il signor Papatheodoridis.

I trapianti di fegato vengono eseguiti sia da donatori cadaverici che da donatori viventi (di solito dai genitori di questi bambini), come afferma Papatheodoridis, dimostrando, tuttavia, che in Grecia i trapianti non vengono eseguiti da donatori viventi.

Fonte: RES-EMP

Benigna Rosiello

"Fanatico dei viaggi. Creatore. Pioniere di Bacon. Malvagio piantagrane. Specialista di zombi. Impenitente esperto di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.