“E’ una grande soddisfazione”: il Milan sogna una nuova era: lo sport

Nel cuore della notte, i professionisti del Milan hanno consegnato ai propri tifosi il trofeo del titolo, con Zlatan Ibrahimovic che ha alzato il trofeo d’oro nella vittoria. E i tifosi di piazza Gino Valle, che soffrono da più di un decennio, sono terrorizzati sotto le fiamme e le fiamme del Bengala. Milan e calcio italiano tornano in rossonero.

Dopo anni di mediocrità e ora una stagione straordinariamente bella in Serie A, i giocatori e i dirigenti del Milan si sono goduti la vittoria. Alcuni non credevano in noi, altri ridevano di noi, e oggi siamo campioni, ha detto Ibrahimovic del 19° scudetto del Milan. “E’ una grande soddisfazione”.

Una meritata vittoria per 3-0 sul Sassuolo AS ha sancito la vittoria in classifica davanti ai rivali cittadini dell’Inter, i campioni in carica hanno finito per staccarsi di due punti. La festa sfrenata del Milan inizia in campo a Sassuolo: Ibrahimovic si prende la medaglia con un grosso sigaro in bocca, il difensore Theo Hernandez spruzza di champagne l’allenatore Stefano Pioli.

[Wenn Sie aktuelle Nachrichten aus Berlin, Deutschland und der Welt live auf Ihr Handy haben wollen, empfehlen wir Ihnen unsere App, die Sie hier für Apple- und Android-Geräte herunterladen können.]

“Voglio festeggiare con Tifosi tutto l’anno”, ha detto l’allenatore, che è stato abbracciato e dato il cinque da decine di tifosi dopo che i tifosi milanisti hanno pacificamente preso d’assalto il campo. “Favolosa Milano” titolava il quotidiano “Gazzetta dello Sport”. Lunedì sera si è svolta la parte successiva della festa del campionato con la sfilata della squadra per Milano su un bus scoperto.

La più giovane squadra campione dalla metà degli anni ’90

In uno degli anni più emozionanti della Serie A da molto tempo, il Milan ha vinto insieme davanti a Inter, SSC Napoli ed ex campioni della serie Juventus Torino: è più probabile che le grandissime stelle vengano identificate nelle squadre rivali prima dell’inizio della stagione . “Nessuno scommette la lira su di noi”, ha detto il capitano Alessio Romagnoli, “ma abbiamo creduto in noi stessi fin dall’inizio”.

Con un’età media di circa 26 anni, la squadra è la più giovane campionessa d’Italia dalla metà degli anni ’90 – e sebbene ci siano due veterani: Ibrahimovic (40), dopo aver avuto il suo dodicesimo scudetto distribuito su cinque squadre, vorrebbe prendere in considerazione la possibilità di continuare tra pochi giorni avanti o finisci la sua carriera.

Olivier Giroud (35), protagonista della doppietta nel derby contro l’Inter (2-1) e nell’ultima giornata al Sassuolo, è fissata per la prossima stagione. Ma i giovani si sono distinti ancora di più: il portoghese Rafael Leão (22) è stato votato il giocatore più prezioso della Serie A. “Ha fatto la differenza, tutto l’anno”, ha detto Ibrahimovic.

Zlatan Ibrahimovic prende la medaglia con un sigaro in bocca.Foto: Nicolò Campo/immagine imago

Sandro Tonali (22) è diventato un pilastro del centrocampo e deve aiutare anche la nazionale a riprendersi. In difesa, Fikayo Tomori (24) e Pierre Kalulu (21) hanno dimenticato le assenze di Romagnoli e Simon Kjaer per infortunio, così come la partenza di Mike Maignan dal portiere dell’EM Gianluigi Donnarumma.

L’inizio di una nuova era?

Grazie alla struttura dell’età, può iniziare una nuova era. “Speriamo che questo sia solo l’inizio di un futuro sorridente per il Milan”, ha detto Paolo Maldini – un tempo icona in campo come allenatore – dopo il suo primo titolo da direttore tecnico rossonero. “Questo dovrebbe essere un punto di partenza, non una destinazione”, ha aggiunto Maldini.

[Mehr guten Sport aus lokaler Sicht finden Sie – wie auch Politik und Kultur – in unseren Leute-Newslettern aus den zwölf Berliner Bezirken. Hier kostenlos zu bestellen:leute.tagesspiegel.de]

L’imminente cambio di proprietà non dovrebbe fermare i guadagni. La società di investimento americana Elliott, di proprietà del fondatore Paul Singer – che ha partecipato per la prima volta alla partita domenica – venderà la maggior parte della sua partecipazione in Milano a RedBird, un’altra società di investimento con sede negli Stati Uniti.

Secondo i media, Elliott rimarrà un azionista di minoranza. Si dice che Elliott abbia investito circa 740 milioni in quattro anni al Milan – l’ultimo club stimato in 1,3 miliardi. E il titolo di campione può aumentare nuovamente il prezzo di acquisto. (Dpa)

Basilio Montalto

"Appassionato di cibo. Appassionato di birra. Ninja di Internet. Praticante di musica. Appassionato guru di Twitter. Scrittore per tutta la vita. Baconaholic."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.