Dopo due anni di riprese, sta per uscire il film sulla missione “Halliard”.

*Ogni tua serie e film evoca un tipo speciale di emozione e lascia un segno profondo nella coscienza degli spettatori di diverse generazioni: quale messaggio ci hai trasmesso con i film “HEROJI HALIJRAD” e la serie “AIR BRIDGE?

Se non avessi amato la mia gente e non l’avessi servita, non avrei mai affrontato un argomento come HALIJARAD. Ho una forte spinta e una motivazione non mascherata per ispirarmi agli eventi accaduti nell’estate del 1944, quando era imminente la fine della seconda guerra mondiale, che segnò l’inizio della catarsi del nostro popolo di fronte a un vicolo cieco. out – per raccontare una storia in un film artistico narrativo su quanto orgoglioso, coraggioso e dignitoso sia nato un uomo in questa zona. Che per secoli, come oggi, hanno dovuto lottare e dimostrare il loro diritto alla vita, alla libertà e all’indipendenza in senso esistenziale, nazionale e spirituale.

Come società, non saremo in grado di progredire finché non vedremo la verità negli occhi, finché non ci pentiamo, finché non perdoneremo gli altri e finché non avrà luogo la riconciliazione nazionale di cui abbiamo così disperatamente bisogno. Cosa hanno fatto molte nazioni e popoli europei molto prima che noi…
Nel momento in cui i serbi, nella più grande operazione per salvare i piloti dietro le linee nemiche nella storia dell’aviazione mondiale, salvavano 508 giovani dagli Stati Uniti, la fine della guerra a livello globale era vicina. Ma sembra che l’intestina, sanguinosa guerra civile serba contro i serbi, contro i nemici ideologici mortali, i comunisti e coloro che non vogliono rinunciare al giuramento che hanno fatto al re e alla patria – sia appena divampata. Il mio film e la serie a cui sto lavorando trattano anche il tragico esito della nostra autodistruzione, divisione, divisione e illusione ideologica che porta centinaia e centinaia di migliaia di vite in un confronto reciproco. E lasciando conseguenze eterne e disastrose sull’esistenza dei serbi…

*Pensate che i vostri film, tenendo conto della scelta dei temi, possano aprirci nuove prospettive, in termini di storia della nostra gente, che conosciamo e che ci rimangono nascoste?

Malvolia Cocci

"Studente. Avido evangelista del bacon. Ninja di Twitter per tutta la vita. Fanatico della birra. Pioniere del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.