Djelmas sul leggendario Usket: Piacevole per gli occhi e l’anima

Miloš elmaš, compagno di squadra di Nebojša Vučićević al Partizan, è amico di “Ušket” dal 1985 ed è soddisfatto della sua maestria

Gli archivi privati ​​di M. elmaša

Nebojsa Vucicevic io Milos elmas sono amici da decenni, negli ultimi anni era del tutto impensabile passare una giornata l’uno senza l’altro.

Sono anche felici di lasciare Belgrado, solo per guardare le partite di classifica d’élite o cinque campionati. Sono spesso visti in partite per punti nelle competizioni giovanili e cadetti.

– Non mi alzerò dal letto. Sono stato con il figlio Usket ieri, vedo Vanja come la più nata. Arrivano le lacrime, non riesco a riprendermi… Non capisco cosa sia successo, tutto questo per me era impensabile Disse a bassa voce Milos elmas.

Nebojsa Vucicevic minacciare gli avversari Partizan da posizione di ala sinistra, a milo elmas da una posizione offensiva di destra.

– Uške in diretta 600 ore! Quello che ama di più, ecco cosa gli è successo. Ama il calcio indoor, non beve alcolici e non accende sigarette, l’unico lato negativo della sua vita sportiva è che ama la Coca-Cola.

Vucicevic io elmašovi deviato andando in Francia e Germania. Orecchio andando da Humska a Metz, a elmas ad Hannover 96.

– Adesso può giocare comodamente in Prima Lega, perché è molto teso. Gioca a calcio indoor tre volte a settimana, non è difficile per lui andare a Sarajevo, Novi Pazar … Un giocatore del genere non rinascerà mai più e non c’è bisogno di parlare di possesso palla. Per me, accanto a Predrag Preki Radosavljevic, è il più grande maestro del calcio indoor della nostra regione. E allo stesso modo è fantastico suonare, Uške è un balsamo per gli occhi e l’anima.

Milos elmas le emozioni si scatenano.

– È fantastico per tutti noi vedere Ušket Vučićević in campo. Fa spettacolo ovunque gioca, intendo il calcio grande, e anche quello minore, perché, una volta maestro, sempre maestro. Intrattiene anche le persone con palloncini. È difficile per me. Siamo amici dal 1985, come fratelli! positivo degli esseri umani. Non importa come lo cambi, non c’è niente per me da parlare di amicizia, ma ora è un momento diverso. Oggi gli amici sono facili da dimenticare. Sappiamo respirare da quasi 40 anni. Veniamo entrambi dall’acciottolato di Belgrado. Una taglia di distanza. Orecchie, piacevoli alla vista e all’anima, in poche parole – lei dice Milos elmasanche uno dei favoriti dei simpatizzanti del Partizan.

Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.