Continueremo con l’appuntamento di un altro insegnante

Il ministro dell’Istruzione, Niki Kerameos, ha parlato a “MEGA Weekend”, sul ritorno degli studenti a scuola, sugli autotest e sui problemi di polizia universitaria.

Miss Kerameos fa riferimento al ritorno degli studenti sui banchi di scuola e alla protezione delle aule: “Annunciamo un nuovo protocollo, che segue la tendenza internazionale di riduzione delle misure, siamo uno dei pochi paesi a condurre autotest, rimaniamo mascherati , “Gli swates verranno effettuati solo se ci sono casi trovati nelle scuole e regalati gratuitamente. Gli insegnanti vaccinati sono ancora tenuti a sostenere test rapidi settimanali. Le misure vengono mantenute, quindi ci stiamo lentamente muovendo verso la de-escalation”.

“E’ stato un anno difficile e la ‘scommessa’ è stata vinta, perché i nostri ragazzi non si sono persi un giorno a scuola. Questo problema”, ha sottolineato la Sig. Keramos.

Esami panellenici e fine anno scolastico

Per quanto riguarda la fine dell’anno scolastico, la sig. Kerameos ha affermato che “il liceo termina il 20 maggio, seguito da esami, esami di laurea e poi esami nazionali. Il ginnasio termina alla fine di maggio e poi gli esami di promozione e gli esami nazionali. Infine la scuola elementare termina il 15 giugno”.

“Il panellenico inizia per il Liceo Professionale il 2 giugno e per il Liceo Generale il 3 giugno. Abbiamo cercato di ottenere i risultati all’inizio di quest’anno. Viene mantenuta la base minima di ammissione, l’università stessa ha scelto il peso che ogni corso assumerà su misura come “e la base minima. Questo per migliorare le istituzioni universitarie”, ha aggiunto.

Per la polizia universitaria

Tra l’altro, ha parlato della polizia universitaria: “Questo provvedimento è in corso e si aggiungerà ad alcune delle altre azioni che sono state intraprese per migliorare l’università. A inizio 2019 l’asilo è stato abolito e le autorità sono intervenute quando necessario. Per ad esempio, un sito dell’AUTh occupato da 34 anni sarà trasformato in una biblioteca “Politecnico Metsovio e istituzioni ASOEE a cui la polizia universitaria deve entrare”, ha detto proprio il ministro in “MEGA Weekend”.

“Non porterebbero armi da fuoco, altrimenti potrebbero trasportare l’equipaggiamento che è loro di diritto”, ha spiegato.

Per i buoni da 200 euro e per gli insegnanti, Niki Kerameos ha svelato che «è stato emanato un decreto ministeriale per i buoni da 200 euro per gli insegnanti in erogazione orizzontale. La prossima settimana si apre la piattaforma per i fornitori e poi si apre per gli insegnanti».

promessa dell’insegnante

Infine, Bu Kerameos ha annunciato la nomina di un nuovo insegnante. “Lo stato non ha assunto un solo insegnante per 12 anni. Il governo ha nominato 16.000 insegnanti nei primi 2,5 anni. Continueremo ad assumere più insegnanti in modo che non diventino rappresentanti per sempre”, ha affermato.

“Ogni volta che si apre la tavola, il Paese attira chi ha bisogno e questo accade ogni volta che c’è bisogno di educazione”, ha concluso parlando a “MEGA Weekend”.

Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.