Bruxelles: tutti i paesi dell’UE concordano sul fatto che non pagheranno la Russia direttamente in rubli

Tutti i paesi dell’UE hanno concordato che non avrebbero pagato la Russia direttamente in rubli per le importazioni di gas russo, ha affermato l’alto funzionario europeo, osservando che il prossimo pagamento è previsto per il 20 maggio.

“Quello che sappiamo, e c’è consenso tra tutti gli Stati membri, è che nessuno è disposto a pagare”, ha detto un funzionario ai giornalisti, aggiungendo che la Commissione europea non sapeva quanti acquirenti avessero aperto conti per pagamenti di forniture di gas tramite Gazprombank, a seguito di articoli rilevanti del Financial Times.

Austria, Italia e Germania sono incluse nella pubblicazione

Secondo il FT, i colossi energetici europei si stanno preparando a implementare un nuovo sistema di pagamento per il gas russo richiesto dal Cremlino, che secondo i critici minerà le sanzioni dell’UE, minaccerà l’unità del blocco e offrirà miliardi in contanti all’economia russa.

Questi gruppi includono i due maggiori importatori di gas russo: Uniper con sede a Düsseldorf e OMV con sede a Vienna.

Un portavoce di OMV (Austria) ha detto a Reuters che la società stava lavorando a una soluzione compatibile con le sanzioni, ma ha rifiutato di dire se ciò significherebbe utilizzare gli account, secondo un rapporto FT di oggi.

La tedesca Uniper trasferirà i suoi pagamenti di gas alle banche russe e non utilizzerà più banche con sede in Europa, ha detto oggi l’utility al Rheinische Post.

Allo stesso modo, Eni Italia, uno dei principali clienti di Gazprom, sta valutando le proprie opzioni. La società sostenuta dalla Roma ha tempo fino alla fine di maggio, quando scadrà il prossimo pagamento per le forniture russe, per prendere una decisione definitiva, hanno affermato i funzionari italiani. Eni ha rifiutato di commentare il post.

Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.