Armani Milano – Efes Anadolu: Milano palpita -… – Sportdog.gr – Notizie sportive | Notizia

Savon Shields ha portato Armani Milano e lo ha portato alla vittoria su Anadolu Efes (73-66) in gara 2 dei playoff. Vittoria commovente per i Reds, che nell’ultimo turno hanno perso Sergio Rodriguez e Malcolm Delaney. Anche Vassilie Mitsic è partito con problemi di infortunio.

Armani Milano – Anadolu Efes: Nonostante i battibecchi in Gara 1, nonostante le scarse percentuali per gran parte della partita, nonostante Malcolm Delaney (di lato) e Sergio Rodriguez (caviglia) si siano infortunati nell’ultimo tempo, Armani Milano è riuscito a vincere su Anadolu Efes (73 -66) in Gara 2 del sorteggio e rimani vivo nella caccia ai biglietti per le Final Four.

Niente di tutto ciò sarebbe successo per la squadra di Ettore Messina se non fosse stato per Savon Shields, che ha guidato i padroni di casa nella ripresa e ha fatto la differenza, soprattutto quando si è verificato l’infortunio. Il 27enne attaccante Armani Milano ha segnato 21 punti (con 8/11 due punti, 1/4 tre punti e 2/5 tiri) e 8 rimbalzi in una partita in cui ha contato solo 2 punti (con 1/5 tiri e 0 /). 2 colpi). ) a riposo.

Corsa

Anantolou Efes ha iniziato con il ritmo guadagnato in gara 1, andando subito a +6 (4-10 in 5′), ma la reazione della squadra avversaria è stata di breve durata. Soprattutto perché Sergio Rodriguez è intervenuto, facendo quasi tutto nell’attacco dell’Italia. Ne è prova il fatto che dalle sue mani sono usciti 17/19 punti di Armani Milano (diretti o indiretti) nei primi dieci minuti, che lo ha trovato a +2 (19-17 in 10′). Il ritmo lento di gioco, tuttavia, non è sembrato essere un problema per gli ospiti, che si sono affidati a Shane Larkin e Bryant Duston in rotta verso il +6 (27-33) al 17° minuto – in un punto in cui i Reds avevano circa quattro minuti senza punto. . Ma fino all’intervallo Armani Milano riesce a rialzarsi e pareggiare (33-33) grazie al passaggio unico di Savon Shields nel primo tempo.

La sirena dell’attaccante Armani Milano sembrava cambiare ritmo e psicologia della partita, a giudicare dal fatto che nel terzo quarto i padroni di casa hanno raggiunto il +10 (53-43 in 27′), indicando di essere in perfetta posizione. controllo della situazione. Ma per l’ennesima volta, le personalità dei giocatori Ergin Ataman sono apparse appena in tempo. Shane Larkin e Vassilie Mitsic sono passati in vantaggio e hanno aiutato Anadolu Efes a chiudere il gap alla fine del terzo periodo (53-52 in 30′).

Da lì era chiaro che tutto sarebbe stato giudicato nel dettaglio, con l’egoismo dei leader di entrambe le squadre. I pantaloncini di Anadolu Efes mantengono il +4 (59-63 in 37′), che però non basta alla squadra di Ergin Ataman. Semplicemente perché il suo avversario è stato Savon Shields, a prendere i Reds e portarli a rovesciare e vincere con un canestro personale al traguardo della gara.

Armani Milano ha afferrato la vittoria e ha pareggiato, dimostrando di avere la spinta per qualificarsi per le Final Four di Belgrado.

Arbitro: Pukl – Latisevs – Panter.

DIECI MINUTI: 19-17, 33-33, 53-52, 73-66.

ARMANI MILAN (Messina): Rodriguez 17 (3/4 due punti, 3/6 tre punti, 2/2 tiri, 5 rimbalzi, 5 assist), Tarzuski 7 (3 rimbalzi), Ritchie 3 (1), Biliga, Hall 6 (1/6 tiri, 3/4 tiri, 4 rimbalzi, 3 assist), Delaney 3 (1/7 tiri), Daniels 6 (2/6 3 tiri), Shields 21 (8/11 2 tiri, 1/ 4 da 3 punti, 2/5 tiri, 8 rimbalzi), Hines 5 (2/6 da due punti, 1/2 tiro, 5 rimbalzi), Bentley 5 (1/4 da tre punti).

ANATOLOU EFES (Ataman): Larkin 19 (3/9 tre punti, 2 assist, 3 errori), Boboa 2, Singleton 3 (1), Bryant 7 (1), Moerman 4 (6 rimbalzi), Plays 5 (1), Mitsic 18 (5/9 due punti, 2/11 tre punti, 2/3 al tiro, 5 rimbalzi, 4 assist, 2 palle recuperate, 4 errori), Anderson 2, Dunston 4 (6 rimbalzi, 2 assist, 4 stoppate), Simon 2.

Fonte: Sport24.gr

Segui sportdog.gr su Google News e sii il primo a sapere tutto Notizie sportive

Vedi tutto Notizie sportive dalla Grecia e dal mondo, su sportdog.gr

COMMENTA QUELLO

Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.