Antonis Sykaris: Thriller con il corpo di uno scalatore – Perché non può essere preso – Notizie – Notizie

Seri problemi sono sorti con il trasporto delle spoglie dello scalatore di vetta Antonis Sykaris, a causa delle condizioni meteorologiche sfavorevoli sul Monte Daulagiri in Himalaya, dove ha perso la vita nelle prime ore del 12 aprile.

Da quel giorno, nonostante i vari sforzi profusi, il maltempo non ha permesso che il suo corpo venisse rimosso dal rifugio dove l’alpinista greco ha esalato l’ultimo respiro, a quota 7.400 metri.

François Tom: “Il putinismo non ha ideologia, si basa sull’amarezza e sull’odio”

“Oggi è iniziata la seconda operazione per recuperare il corpo di mio padre”, ha detto il figlio dello scalatore, Antonis Sykaris. “Era solo una nostra preoccupazione in quel momento. Non potevano nemmeno avvicinarsi al punto, il percorso in cui si trovava mio padre. “Il tempo era duro per loro, tutto quello che è successo a mio padre è successo sulla strada, lui era” t da qualche parte”, disse eccitato.

Il figlio di uno scalatore esperto ha affermato che le condizioni sfavorevoli hanno reso difficile l’evacuazione del corpo di Antonis Sykaris.

“Gli sforzi sono stati fatti la scorsa settimana e oggi gli sforzi sono ricominciati. Ci è stato detto che 5 persone stanno partendo e stiamo aspettando. La comunicazione è molto difficile. Non ci è stato detto “il tempo è bello, stiamo iniziando”. Niente per certo, lo so che suona strano, ma in quelle condizioni non abbiamo la stessa forma di comunicazione o efficienza che abbiamo qui “con i telefoni satellitari, o tra loro con il wireless e poi qualcuno con internet mi manda”.

Chi è Antonis Sykaris?

Antonis Sykaris è nato nel 1962 e con la moglie Kalliopis Konis hanno due figli, Violeta e Giannis, mentre hanno anche una nipote, Iris. Nel 1976 fonda l’omonima catena di negozi di materiale elettrico “SYKARIS”, con 28 punti vendita, 400 dipendenti e un fatturato annuo di 60 milioni di euro, di cui è proprietario fino al 2006.

Dal 2006 è Amministratore Delegato di ALPI SA, con attività – Immobiliare, Magazzino Indipendente, Residenza per Studenti, Produzione Energia. Dal 1991 è membro della SEO Greek Mountaineering Association e della EOOA Hellenic Mountaineering and Climbing Federation.

È un atleta dell’azienda leader Marmot, Marmot Mountain Europe.

È anche membro del Team Garmin Grecia, membro del Team 100 Mentors, nonché del Consiglio di amministrazione dell’AEEAP Blue Cedar. È un relatore ispiratore-motivante in aziende, università, eventi e Tedx, nonché ambasciatore di buona volontà per la scuola Avgouleas Linardatou.

Antonis Sykaris è l’unico greco ad aver scalato 5 delle 14 vette ottagonali del progetto di vetta del Grande Slam:

  • Everest 8.848 m
  • Kangchenjunga 8.586 m
  • Manaslù 8.163 m
  • Lhotse 8.516 m
  • Annapurna 8.091 m
  • Ha partecipato, come unico greco, alla missione invernale internazionale 2020/21 al K2, 8.611 m (7.450 m).

Esperienza di alpinismo: 1990 – 2022

32 anni di alpinismo e arrampicata.

66 spedizioni alpinistiche in tutto il mondo.

615 vie di alpinismo e arrampicata in Grecia e all’estero.

18 paesi nel mondo: Albania, Argentina, Francia, Georgia, Svizzera Tibet, Iran, Italia, Canada, Kenya, Cina, Kirghizistan, Marocco, Nepal, Pakistan, Perù, Russia, Tanzania.

Montagne: Alpi, Ande, Himalaya, Karakorum, Montagne Rocciose canadesi, Pamir

Capo spedizione alpinistica

  • Pumori 7.161 m Nepal 1996
  • Dhaulagiri 8.167 m Nepal 1998
  • Lenin 7134m Kirghizistan 1999
  • Huascaran 6.768m Perù 2000
  • Noigin Kangsank 7.206 m Tibet 2002
  • Everest 8.848 m Nepal 2017
  • Kangchenjunka 8.586 m Nepal 2018
  • Manaslu 8.163 m Nepal 2018
  • Caucaso 5.642m Russia Spedizione invernale 2018
  • Caucaso 5.642m Spedizione invernale russa 2020
  • Annapurna 8.091 m Nepal 2021
  • Caucaso 5.642 m Spedizione invernale Russia 2022
  • 66 spedizioni alpinistiche in tutto il mondo
  • 615 percorsi escursionistici e di arrampicata in Grecia e all’estero

Alpi, salita riuscita a:

  • 63 vette oltre i 4.000 m
  • 50 cime oltre i 3.000 m
  • 29 cime oltre i 2.000 m

Premio – Riconoscimento della Segreteria Generale dello Sport e della Federazione Alpinismo e Arrampicata, per le azioni:

  • Everest 8.848 m
  • Kangchenjunga 8.586 m
  • Manaslù 8.163 m
  • Pumori 7.161 m
  • Kenya 5.199 m (apertura di nuovi percorsi escursionistici)
  • Lhotse 8.516 m

Esperienza sportiva

  • 15 maratona
  • 11° arrivo ad Atene 42m Classic Marathon
  • 4 maratone completate a: Parigi, Malaga, Barcellona e Pisa 42 km
  • Miglior tempo: Malaga 2015 3.45′
  • 33 arrivi in ​​gare ciclistiche Brevets, 200 km, 300 km, 400 km, 600 km, 1.000 km
  • La gara ciclistica Parigi-Brest-Parigi 2015 di 1.230 km, terminata in 76 ore, senza interruzioni.
  • 150 gare su strada in Grecia, fino a 21 km
  • Cross fit – 2016: prima partecipazione greca alla finale di Milano, nella categoria +50 anni.
Elezioni francesi – Tara Varma: “Il rovesciamento della scena politica inizia nel 2017”

Seguire in Google News ed essere il primo a conoscere tutte le novità
Vedi tutte le ultime notizie dalla Grecia e dal mondo, da

Poldi Mazzi

"Appassionato di televisione. Evangelista di alcol per tutta la vita. Esperto di musica certificato. Scrittore impenitente. Specialista di Internet orgoglioso. Fan estremo di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.