11° “Cimitero” tenuto: Torta a forma di bara, “Parata postuma” e palo di biancospino

L’attrazione principale dell’evento di ieri sera è stata la torta a forma di bara, lunga quasi un metro e mezzo.


Dopo una giornata in cui i proprietari dell’azienda vendevano forniture funebri in uno dei ristoranti di Nis, gli ospiti sono stati trattati con una torta servita con fuochi d’artificio e il suono della “Marcia della morte”, oltre a nebbia artificiale e mollette di biancospino. fa anche parte della decorazione.


L’ospite del programma “Grobarijade”, il custode Ivan Stanisavljević di Niš, ha affermato che lo scopo dell’evento era conoscersi meglio e scambiare esperienze con i colleghi.


– L’obiettivo è raggiungere la cooperazione, in modo che un giorno dell’anno si possa respirare. Abbiamo solo un funerale 365 giorni, un giorno all’anno vogliamo anche rilassarci – dice Stanisavljević.


È entrato nell’attività 25 anni fa e ora la lascia a suo figlio. Ha detto che, sebbene molti la pensassero diversamente, il direttore del funerale ha provato dolore per le famiglie che hanno perso i loro cari.


Lo stesso sottolinea il suo collega Radiša Mihajlovi dell’azienda “Drnda”.


-Alcune persone pensano che diventiamo molto ricchi, ma non si rendono conto che lavoriamo 24 ore al giorno e che siamo coinvolti nella sofferenza. Anche noi siamo umani, proviamo dolore e dolore con le famiglie che serviamo. Non attiriamo nessuno a comprare bagagli da mille o duemila euro, loro scelgono da soli, stabiliscono le condizioni da soli – racconta Stanisavljevi, che è in pensione, e ha consegnato l’azienda al figlio.


Jovan kelin è di ibenik.


-Eravamo al primo “Funeral”, e ora anche qui. Siamo onorati di essere stati invitati, ci riuniremo e ci divertiremo – ha detto kelin.


Dice di essere entrato in azienda per caso, mentre lavorava come meccanico di automobili.


-Per questo in Croazia a quel tempo era impossibile vivere bene, quindi ho iniziato a farlo con dei privati. Abbiamo l’idea di organizzare un evento simile in Croazia e ospitare i nostri colleghi, spero che succeda presto – ha aggiunto kelin.


Ai rappresentanti delle aziende che hanno contribuito all’organizzazione della celebrazione sono state presentate figurine dell’imperatore Costantino e tutti i partecipanti hanno portato con sé una matita a forma di bastoncino di biancospino come souvenir.


L’incontro precedente si è tenuto nel 2019 a Požarevac, dopo di che c’è stata una pausa a causa della situazione epidemiologica. La prossima “tomba” si terrà a Petrovac na Mlava.




Seguici su Facebook e Instagram la mia pagina Twitter Account.

Malvolia Cocci

"Studente. Avido evangelista del bacon. Ninja di Twitter per tutta la vita. Fanatico della birra. Pioniere del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.