Lauree, master e fango

Scritto da il marzo 15, 2013 in Blog | 355 commenti

Share Button

In relazione a quanto riportato da un recente articolo comparso sul quotidiano “Libero”, dove si insinuano illazioni sulla veridicità dei miei titoli accademici, ritengo sia necessario fare un po’ di chiarezza.

In nessun luogo ricordo di aver discusso in merito alla validità o meno della mia laurea conseguita in USA, di quanto o come questa possa avere una validità legale nel nostro paese, quantunque si legga il contrario ed alla mistificazione si sia aggiunto un alone di confusione tanto fuorviante quanto inutile.

Ho conseguito una laurea “Bachelor of Art” in Alabama, cui si accede dopo aver superato un esame dopo le scuole superiori. Un documento del consolato di Miami attesta a chiare lettere che il titolo ha valenza -cosa del resto ovvia- sul territorio statunitense ed offre la possibilità di continuare gli studi iscrivendosi ad un master di primo livello (del resto, anche in Italia, vi si accede non prima di aver conseguito una laurea triennale).
Perciò, in seguito al tanto bistrattato titolo a stelle e strisce, mi sono iscritta al suddetto master in “Studi Europei” presso la “Luiss School of Government”.

Altra cosa è il corso (non master, come erroneamente ha riportato certa stampa) che quest’estate ho seguito a Pechino, sempre in studi internazionali.

Attualmente sono iscritta al corso di laurea magistrale in “Relazioni Internazionali” presso l’università degli studi “Roma Tre”, per il conseguimento della quale devo solamente discutere la tesi, cosa che per la verità avevo preventivato di fare poche settimane prima della mia elezione alla Camera e che per ragionevoli motivi ho dovuto posticipare, mi auguro solo di qualche mese.

Voglio però cogliere questa occasione e concedermi il lusso di fare alcune considerazioni di carattere umano prima ancora che politico, poichè ne sento la necessità anche e soprattutto in virtù del ruolo che sono stata chiamata a ricoprire.

In questi giorni, con tutta me stessa, ho tentato di mantenere un profilo basso, sottraendomi alla gogna mediatica cui sono stata sottoposta. Ho dovuto leggere ed ascoltare di tutto, sfuggendo, come meglio ho potuto, ad un vero e proprio “stalking” da parte di giornalisti (o sedicenti tali), fotografi e cronisti.

Altri signori, sicuramente non io, fino al giorno di ieri hanno pubblicizzato la mia possibile elezione a presidente della Camera, ne hanno parlato in molti, tra televisioni e giornali, senza che io ne venissi informata. Il buon senso, unitamente ai miei più cari affetti, mi hanno suggerito di lasciare che il “fuoco” del circuito mediatico si spegnesse naturalmente, come spero e credo avverrà, questo nobile e prestigioso incarico non ha mai rappresentato per me una priorità, sebbene più di qualcuno continui, con inaudito cinismo, ad affermare il contrario.

Ho 25 anni, sono una Cittadina, l’elezione alla Camera rappresenta per me già un’enorme assunzione di responsabilità. Quel che voglio ora è solamente cercare di svolgere il mio ruolo nel migliore dei modi, sperando che mi si lasci lavorare serenamente per il bene del mio Paese e di quanti, e non solo, mi hanno votata.

I miei titoli accademici

1 2
3 4

Privacy Policy

355 Commenti

  1. Cara Marta,

    di lor non ti curare, ma guarda e passa.
    Continua così. Hai l’appoggio mio e di altri milioni di cittadini!

    PS: anche per Papa Francesco è partita, probabilmente addiritura dal governo argentino, la macchina del fango.

    • a 25 anni tutto questo!!! sei GRANDE GRANDE GRANDE e lo dimostrerai a questi poveri imbecilli

      • A 25 anni? Magari azzecca anche un congiuntivo ogni tanto.

        • Quando si risponde cosi ad una ragazza che esprime tutta la voglia e l’entusiasmo di cambiare questo paese e liberarlo da politici di professione,banditi di vario genere,e sopratutto liberarlo da quel nano maledetto che ha rovinato la nostra bella Italia in conbutta con gli altri affaristi di altro colore,si denota una poca sensibilita’ ai veri problemi e si punta a ridicolizzare chi veramente vuole dare legalita’ e trasparenza.Forse questo e’ un tema che all’interlocutore non piace.

          • magari con la m “conbutta” andrebbe meglio

          • magari con la "m" combutta andrebbe meglio.
            magari chi lo ha fatto notare dovrebbe notare che i caratteri "m" e "n" sono vicini-vicini sulle tastiere.
            E magari, sarebbe utile unire a questa osservazione anche qualcosa di più interessante

        • Quale sarebbe il congiuntivo sbagliato?

        • 6 semplicemente un imbeccille! Il classico italiano cieco ( e magari infiltrato PD) Spero che qlc della tua famiglia paghi tutte le malefatte di questi pseudi politici! VERGOGNATI Prendersela con dei neo eletti , anzichè prendersela da chi da oltre 50 anni ha solo rubato e fatto i porci comodi suoi! Come dici tu forse Marta un congiuntivo non lo azzecca, ma quanto meno si distinguerà per l’onestà Sei una vera chiavica di persona !

          • Però se lo fa Giannino tutti a dargli contro, no?

          • se lo scrive libero,fatti una risata.

          • L’attacco è venuto da Libero, giornale notoriamente di destra e berlusconiano, com’è che sospetti che l’infiltrato sia del PD? dal PDL non ti aspetti scherzi?

          • Ripeto, dove starebbe questo congiuntivo errato? Io in questo testo non ne vedo.

        • Brainqueake. C’è sicuramente del masochismo in te nel volere a tutti i costi fare una figura così. Si parla di calunnie subite,dimostrate tali, lei risponde pacatamente e con precisione , e tu le rinfacci i congiuntivi,che tra l’altro , sono giusti. Misteri della mente. Lemma che forse nel tuo caso, la terza persona singolare del verbo mentire esaurisce completa-mente.

        • Brainquake sei solo un vile e un “trollone”, esci con il tuo nome e non nascondeti dietro uno nickname !!! :D

        • Attenzione so per certo che sotto il nickname Brainquaqua si nasconde Maurizio Belpietro l’autoattentatore……..

        • Quali sarebbero i congiuntivi scorretti?
          Cos’è, un’altra accusa fasulla, come quelle di Libero e il giornale sui titoli accademici?
          Stessi metodi, con cui non pochi sostenitori del PD si stanno trovando a proprio agio …

      • frabanciusu fadeisi coddai

      • Il BA non è una laurea. Quindi per la legge italiana non puoi dichiarare di essere laureata.

        • Il BA e un titopo di studio valido in tutto il mondo ,perche Italia non acetta titoli stranieri?La risposta e semplice ,volevano non essere ossevati ,non paragonati ,

      • Beh, un corso biennale + uno triennale da terminare, a 25 anni.
        Dov’è il fatto eccezionale?

    • Sì, guarda e passa. Passa almeno un esame in Italia che quelle cartacce te le faccio più belle in 10 minuti.

      • Illustre, si fa per dire, Sig. (?) Brainquake, la sua ammissione di essere un falsario già di per se sarebbe da denuncia, quanto poi si è permesso di sputazzare è una chiara dimostrazione di inciviltà, ignoranza, maleducazione e piccolezza mentale. Anche nella lontanissima ipotesi che quanto lasci sottintendere fosse vero ci sono dei modi molto più educati ed intelligenti per dirlo, lo dico per te sai perchè in questo modo non fai altro che urlare ai quattro venti quanto tu sia un completo BURINO, e mi limito di molto.

      • BRAINQUAKE penso dovresti resettare il cervello perché effettivamente sei un po’ tremolante e non è il caso di sbilanciarsi con affermazioni così ridicole

    • Prima deve prendersi una laurea vera e poi ne riparliamo

      • io ho sempre detto di essere laureato anche se in realtà il pezzo di carta non l’ho preso, però ho sostenuto tutti gli esami e ho la media del 28.7 all’ultimo ho deciso di non fare mai l’esame finale nella mia facoltà per dissapori col rettore. Ora sarò anche cretino per non aver fatto sta benedetta tesi però la laurea non è il foglio ma gli anni e gli esami sostenuti. Ora non importa dove, ma questa ragazza ha sostenuto un percorso formativo? Si. Bene allora chiamate questo percorso formativo Mario e allora lei sarà Mariata sempre meglio della maggior parte dei parlamentari che hanno fatto il corso Pippo e sono tutti pippati.

        • Laureato = In possesso di laurea.Non laureato=Non in possesso di laurea.Senza voler entrare nello specifico delle tue personali vicende,se ci sono stati dei dissapori con il Rettore (sinceramente stento a crederlo,ma non importa) ci sono altri Atenei dove puoi terminare il tuo corso di studi.La signora ha sbagliato.Ammetterlo sarebbe stato meglio,per lei e per rispetto a quanti la laurea l'hanno conseguita (per non parlare di chi ne ha più di una) Lo studio è sacrificio.Il titolo può anche non descrivere la persona,la menzogna la definisce appieno.

    • Macchina del fango un cavolo. Leggi qua http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/15/papa-francesco-laccusa-di-verbitsky-documenti-e-testimoni-collaboro-con-dittatori/531362/

      • Verbitsky è pappa e ciccia con la presidentessa argentina, alla quale Bergoglio non ha risparmiato critiche per le politiche economiche e sociali che penalizzavano i più deboli e le famiglie… Le sue false accuse sono state smascherate già anni fa, ma ovviamente quando si tratta di infangare la Chiesa tutto fa brodo…

    • passa oltre… lascia sfogare sti dinosauri della democrazia, non sanno o fanno finta di non capire … ma si stanno estinguendo. avanti tutta!!!

    • enrico,non esagerare,è solo una ragazza di 25 anni,non una santa,come tutti fà errori comprensibili,non certo da paragonare al trota,ma ad al papa italo-argentino è una esagerazione assurda

    • paragonare questa 25enne al papa hehehehe..sempre esagerati voi grillini.

    • Ah la chiami macchina del fango quella sul papa? Parli del papa polacco, che incontro con tutti gli onori il sanguinario dittatore pinochet o di questo, che chiuse tutti e due gli occhi dinanzi a videla e gli altri aguzzini? Ma che razza di gente siete? Fate paura peggio discientology

    • Continua nel tuo impegno. Mi fido di te e non mi importa nulla se detieni o meno una laurea. I tuoi 25 anni sono la mia assicurazione
      Un tuo elettore

  2. Forza Marta! Bandiera!! Stanno impazzendo e non sanno più a cosa aggrapparsi. Vai avanti e buon lavoro!

    • L’importante è che si inzi a lavorare. Giudicare senza proporre lo considero inattività. Grazie se anche voi del movimento chiederete ora ai vostri di mettersi a lavorare. Una cittadina italiana. grazie ancora. Se no la soluzione risulta una sola: si può ritornare a cercare lavoro. Qualche soldino l’hanno raggranellato. Scusami se sono scortese, ma l’Italia ha bisogno di persone (meglio se giovani ma affidabili) che lavorino. sinora non ho visto attività. grazie ancora.

      • Forse non hai visto attività perché ieri era la prima vera giornata di lavoro e l’hanno passata a votare i presidenti. Non so che azione uno voglia vedere in 24 ore però posso consigliare dei bellissimi film che in un paio d’ore di azione se ne vede tantissima. Vi ricordo solo che PD e PDL insieme hanno appoggiato un governo tecnico per un anno e mezzo. Questo governo ha fatto dei lavori sporchi che i partiti non avevano giustamente coraggio a fare. Questo anno e mezzo sarebbe dovuto essere dedicato solo alla legge elettorale. Faccio due calcoli per chiarire: in pratica 600 persone circa + i consulenti non sono riusciti a scrivere una legge in 18 mesi… Li sei riuscita a vedere un po’ di azione?

    • Marta, va avanti x la tua strada, non ti fermare sarai fortemente sostenuta finché questa Classe politica x dire “amici di merenda” sará debellata!!! Emergono tutte le ruberie, e non si vergognano, il popolo oramai
      Vuole gestirsi e non esserlo, pagando con sangue, sudore patendo la ” Fame ” non oso x doveroso rispetto, pronunciar parole sul..colle, di loro che hanno così modificato: Camera: Sì da letto! Senato: Sala a porte chiuse discutere
      Ordine del giorno con approvazione! Intrallazzi x loro! Tanto intervengono sui pensionati, lavoratori da 1.250 ,00 euro per risanare l’ammanco. Il popolo ha ben compreso dal loro non rinunciare ai rimborsi, una legge ad personam. Non dico altro se non : che mi vergogno sapere che un PD sia formato da oltre 1.452 persone da retribuire con denaro rubato a Noiiiiii!

      • guarda che è pizzarotti che ha ridotto gli stipendi da 1200 euro, proprio ai suoi dipendenti del comune di parma; e inoltre sai quale democratica iniziativa ha preso per coprire il debito? chiedere soldi in prestito alle banche; ma perché non fate i concorsi pubblici per impiegato, invece di occuparvi di questioni su cui dovete di continuo chiedere via tweet al Grande Dittatore?

  3. Cara Marta, Abbi forza!
    Quelli che ti attaccano lo fanno per “mestiere”. Sono gli stessi che sono stati messi lì per “muovere fango”. Il “metodo Boffo” è la loro specialità!
    Uno dei loro colleghi è stato salvato da Napolitano ed ora colla paura che questi si ritrovano, sono disposti a tutto!
    Noi tutti siamo con te!
    Ti abbraccio come un padre di 60 anni!
    E.

  4. Forza Marta, non preoccuparti degli avvoltoi , tu sei giovane , forte e sei stata eletta da tantissimi noi cittadini, onesta’ e trasparenza!

  5. Hai fatto bene a chiarire, ma non ti arrabbiare, c’è bisogno anche di questo. Buon proseguimento.

  6. Ci sono quelle persone che pochi sanno apprezzare e vedere ma sono le più belle ..”Belle da Morire”.non belle solamante…
    perchè quando sorridono illuminano tutto ciò che le circonda inevitabilmente.
    Belle perchè il suono della loro voce riempie l’aria e il cuore..
    sanno stare al tuo fianco ma senza far rumore..
    belle perche sanno farti ridere ridere forte..
    … rendendo leggere anche quelle giornate storte..
    belle perchè sanno farti vedere con occhi nuovi.. quel cielo azzurro vetro.. con mille sfumature ..quel giorno ..che a te sembrava solo un cielo ..di un giorno azzurro e tetro..
    belle perchè fanno tuoi .. tutti quei momenti che sanno trasformare in giorni con colore…
    ..se solo sai ascoltare se solo sai vedere… quando una cosa e bella ..non perchè ha …più valore ..!
    ma perchè un solo gesto …circonda un universo di inutili parole….p.s alla Grande Marta !

  7. Basterebbe smentire un giornalista se non dice la verità. Questa è la vera trasparenza. Altrimenti se ci marci sopra, facendo finta di non vedere non puoi lamentarti.

    Un’altra cosa: non sei una Cittadina, sei una cittadina. E ora torna a lavorare, e cerca di far di tutto per avere un governo che funzioni. Perchè di questo noi Italiani, specialmente noi all’estero, abbiamo bisogno

    • Non so se hai capito. Ha già pienamente smentito il giornalista. Lei non ha mai mentito, e non è assolutamente paragonabile a Giannino. Lei la laurea ce l’ha, che poi non sia valida in Italia ma solo in America dove l’ha conseguita, quello è un problema di compatibilità, ma ciò NON elimina in alcun modo la realtà, ossia che lei il titolo di studio che diceva di aver preso L’HA PRESO VERAMENTE. Dunque le fesserie che leggiamo sui giornali su di lei rimangono fesserie. Giannino si vantava di titoli di studio che NON AVEVA. Lei ha detto di avere titoli di studio CHE IN EFFETTI HA. Lo scoop è inesistente e chi l’ha inventato, ossia un giornalista di Sallusti, sarebbe da denunciare per diffamazione come il suo direttore. Lei non ci sta marciando proprio sopra, sta facendo quello che chiunque, te compreso, dovrebbe fare di fronte ad una finta scoperta/bugia costruita per gettare fango su una brava persona.

      • Ma l’autore non scrive su Libero ? Sallusti allora con c’entra, casomai Belpietro.

      • Lei è una persona onesta perchè non ha mentito, nè millantato titoli. Faccia una querela contro quei sicari della diffamazione e tuteli la sua onorabilità.

        Con sincera stima

      • Tralascio la parte sul titolo di studio perchè vivendo all’estero da anni, sono consapevole del corto circuito che si può creare.

        Se però sei una parlamentare nominata, eletta con il favore di pochi cittadini tramite uno strumento che ha lasciato fuori pure noi militanti che però non eravamo registrati, ecco, in quel caso devi essere molto attenta.

        Dobbiamo finirla con questa storia dei complotti. Io sto nel M5S perchè deve essere migliore e diverso. Doveva postare qualcosa alla prima avvisaglia di bugia. Se lo fa dopo che la pentola è scoperchiata è troppo tardi.

        Bisogna essere severissimi, soprattutto coi nostri. Altrimenti a forza di urlare complotti e citare cose non pertinenti come fai tu, citando Giannino da me mai menzionato, finiremo come la Lega.

        • Non sono un elettore di M5S, ma riconosco che tu hai perfettamente colto nel segno, cioè che non basta dichiararsi migliori ma esserlo veramente.
          Inoltre se Marta si autodichiara Cittadina, io sono un CITTADINO.

  8. alla tua età non ci si candida al Parlamento italiano mancano esperienze di vita e competenze che servono per legiferare e governare un paese… a te non affiderei neanche la guida di un piccolo comune… credo che sia una cosa evidente a tutti …tu non hai i titoli perchè non bastano le belle intenzioni…tu sei solamente funzionale al progetto di Grillo che è quello di riportarci fuori dall’euro …sei un suo strumento…supina alle sue sole volontà… ne abbiamo abbastanza di Fantozzi-fantocci…

    • non ti curar di disgraziati come sergio che non sono mai usciti dal loro orticello.largo ai giovani

    • Infatti abbiamo visto quanto l’età conti. Non per niente un governo di vecchi ci ha portati nella merda.

      • nella merda ci siamo perchè la maggior parte degli italiani, come probabilmente sei tu, non ha mai provato ad impegnarsi veramente in un partito per cambiare qualcosa; e fin quando c’è stato da mangiare per tutti nessuno si è lamentato. Adesso tutti con grillo per fare la rivoluzione, come se i grillini fossero diversi dal resto degli italiani; se mangiavano quelli di prima mangeranno anche questi, è solo questione di tempo; e nella merda ci siamo per questione di mentalità non di partiti. ciao

        • null’altro da aggiungere. Concordo in toto

      • Nella emme ci siamo voluti andare noi perchè lo psico nano qualcuno l’avrà ben votato oppure no! Saluti

        • Lo psiconano, caro, lo ha votato chi oggi (stimati in un paio di milioni) votano M5S. Un altro paio di milioni votavano PD. Cosa ti fa pensare che oggi gli stessi che votavano lí oggi vogliano veramente cambiare tutto? Se non si parte da queste considerazioni, che il paese cambia se si mettono insieme i sani che ci sono in tutti gli schieramenti (eccezion fatta per uno). Finché. M5S afferma una superiorità morale, magari anche vera, ma non si rende conto che un paese si rinnova solo tutti insieme… Sarà.un fuoco di paglia. Sono un troll, chiaramente.

    • la cosa triste è che invece tu hai dato la tua fiducia a gente esperta di una vita vissuta a rubare e con le competenze a truffare una Italia che ti ha fatto l’onore di darti una patria

    • @Sergio:
      Se esperienze di vita e competenze fossero proporzionali all’età l’onorevole Razzi dovrebbe essere un genio a questo punto (e così Gasparri, Santanchè, Lupi, e combriccola). Ma ahimé non è così. Dici di non volerle affidare la guida di un piccolo paese ma abbiamo avuto al governo per 20 anni i peggior politici che ci potessero capitare (o forse no visto che al peggio non c’è mai fine), invece di aiutarci in tempi di crisi cercano fino all’ultimo di conservare le loro poltrone e i loro privilegi cedendoli (o facendo finta, bisognerà vedere) solo quando costretti e messi alle corde da un risultato alle urne distruttivo per i vecchi partiti. Per quanto riguarda l’uscita dall’Euro, Grillo sostiene di voler proporre un referendum agli Italiani, facendo quindi scegliere il popolo. Se hai comunque timore sappi che un sondaggio di novembre scorso riporta che solo l’1% dei cittadini italiani vorrebbe abbandonare l’euro, quindi puoi dormire sonni tranquilli anche in caso di votazione.
      Se non avessi i paraocchi capiresti che stiamo avendo una grande occasione per riportare l’onestà di moda in Italia, iniziando dal Parlamento. Saluti.

    • e chi lo ha deciso? è scritto da qualche parte? forse lei ha fatto un referendum sulla questione e non ha invitato nessuno al voto !!??? ma ci faccia il piacere di non emettere frasi bigotte come queste. Rovina il nostro umore e ferisce la democrazia.

    • @SERGIO…40 anni di PERSONE COMPETENTI CHE HANNO MANDATO ALLO FASCIO UN PAESE, BENE W LE PERSONE INCOMPETENTI IN POLITICA MA ONESTE E CON IDEE GIUSTE!!!

    • Esperienza come quella dell’on. Cicciolina, o del min. Minetti, o della cultura dimostrata dalla Gelmini, o delle piazzate della Mussolini, o dei balletti sotto le Stelle della Pivetti etc.etc.? Sono anni che assistiamo al degrado e allo sfacelo di questo Paese dove ancora dobbiamo pagare vitalizi e pensioni a prostitute puttanieri ladri finti malati cechi,lobbysti inquisiti e chi più ne ha ne metta! Viva i ragazzi puliti del M5S e buon lavoro!!!!!!

    • Io sinceramente preferisco fidarmi di una ragazza giovanissima, piuttosto di certa gente che ci ha preso per i fondelli per 20 anni e passa.

      • Anche io ho fiducia in voi, pur non avendovi votati.
        Spero però che iniziate ad essere anche singole personalità.
        Tante persone perbene, in passato, fidandosi totalmente delle decisioni di uno solo, sono state involontari complici nello scrivere pagine tragiche della storia mondiale.
        Operare insieme è giusto e meraviglioso, ma i tuoi 25 anni potrebbero renderti troppo entusiasta. Fidarsi dei compagni e del capo è giusto, ma non rinunciare mai alla tua individualità, alla tua libertà di pensiero e di coscienza

    • carissimo Sergio la ragazza sarà giovane ma ha avuto il coraggio di candidarsi, poi ricordati che viviamo in un paese ancora democratico, la ragazza di giovane età è stata eletta con i voti dei cittadini, accanirsi con la storiella delle lauree prese in altri paesi , hai mai letto delle false lauree che ci sono in Italia? prova a fare una piccola ricerca, prova a scrivere false lauree in Calabria, lo sai in quanti del nord scendono nel meridione per passare qualche esame? se vuoi ti posso anche fornire il nome del figlio di un ex ministro, ma ti toglierei la sorpresa , provaci e buona giornata. Domenico

    • Grande Sergio!

    • concordo pienamente col sig. Sergio!

    • Mi sono sempre chiesto…meglio un governo di presunti incompetenti o uno di sicuro delinquenti…ci sarebbe di che discutere non credi?

  9. Sono dei meschini e tu sei una Grande!! ;-)

  10. Emerita Marta, pensa che un mio cararissimo amico quando è amareggiato ha l’abitudine di raccontandomi un aneddoto della sua vita, sempre lo stesso, io lo lascio sfogare, siamo amici ci si racconta i nostri problemi, alla fine finisce sempre così: Penso sempre che le offese che partono da così in basso non mi colpiscono…..Sii forte, non sei sola eravamo 8 milioni dopo oggi saremo molti di più.

  11. Si però bisogna stare attenti. Il bachelor of arts è un titolo accademico inglese riconosciuto in Italia ma non è una laurea in quanto non ha valore legale. Parliamo di titolo accademico, come stabilito dal consolato generale Italiano a NY, dove viene chiamato “Diploma di College”.

    http://www.consnewyork.esteri.it/Consolato_NewYork
    /Menu/I_Servizi/Per_i_cittadini/Studi/Universit%C3%A0/

    Nessuno toglie il titolo ma certo resta la leggerezza di aver chiamato Laurea una cosa che di fatto non lo è. Mi dispiace, ma queste leggerezze si pagano quando si entra alla Camera. La rete è democratica, ma lo è sempre.

    • mi spiace constatare che troppe persone parlano di cose che non conoscono
      al solo scopo di mettere in discussione la persona, in questo caso la figura politica di Marta.
      Una laurea è una laurea, indipendentemente da come si chiama nel paese di origine. Altra cosa è la sua validità
      in Italia, la possibilità di accedere a concorsi, la sua equipollenza, che dipende da leggi complesse, farraginose, poco chiare. Vogliamo sempre farci fregare dai burosauri?
      Vi faccio un esempio una laurea ottenuta negli anni ’90 in Belgio (europa) in lingue, per permettere allaureato di insegnare per esempio il francese (sic) nella scuola italiana ha bisogno di decine di documenti (e di traduzioni) per rendere valida la domanda.
      Significa che questa persona non è laureata? meditate, oppure astenersi

      • La ragazza non è laureata, neppure negli USA.
        Ma il problema è di genere diverso e si chiama mancanza di onestà intellettuale.
        Il resto sono chiacchere da cortile.

    • È una laurea di primo grado. Tant’è vero che le permette di accedere alla laurea di secondo grado.

  12. hai utilizzato il nome “laurea” per spacciarci un diplomino universitario, e quel nome lo hai usato in campagna elettorale. Perché non lo hai fatto prima questo chiarimento? Vedi sei la personificazione dell’italiano medio, o meglio “mediocre”. Chiedi scusa ai tuoi elettori onesti, con un po’ di umiltà e vai avanti, per il resto stai rappresentando quelli “mediocri” nel miglior modo possibile.

    • Wait a minute, you have convicted CRIMINALS in your Government, and you’re giving this girl a hard time because she might not have understood your medioeval, bureocratic and useless education system ? Give me a break, will ya ?

      • “Medioeval”? “Bureocratic”? Max, please, speak tricolour.

      • Our Higher Education system is simple and clear, we are in the European HE Area using ECTS system. We have degrees, master degrees and Ph.D., that’s all. And I bet she knew; she, simply, cheated.

      • Dear Max, the issue is: we don’t want any criminals in our Government (personally, I never wanted one), or anyone even remotely close to be a criminal. We want transparency, especially from the ones who claim to be honest.

    • Luca, un BA non è un diplomino… la migliore traduzione è proprio laurea in Italiano. Io non ho votato 5 stelle ma queste polemiche sono puro gossip e speculazione giornalistica…

    • Non è un diplomino: è una laurea di primo livello. LAUREA!!!

  13. Ciao Marta,
    mi spiace il tuo blog abbia come primo e unico post la risposta ad una diffamazione. Scusaci se l’Italia al momento è un paese di M . Collaboriamo per cambiarla.

    Saluti

    Domenico

  14. se attaccano così tanto, è perchè sono tanto in difficoltà… non mollate!

    • Il problema non è se attacchino perchè sono in difficoltà o meno, è che se si sceglie di esporsi in prima persona, di ricoprire un incarico importante, si è più esposti di chi resta nell’anonimato. Per esempio Giannino sui falsi titoli ci ha campato per una vita, ma quando ha deciso di candiarsi lo hanno sbugiardato. Del resto mi sembra poco onesto spacciarsi per laureata quando la laurea non l’aveva conseguita. Penso sia dovere degli esponenti del m5s essere integerrimi in ogni cosa che fanno, perchè hanno fatto dell’onestà la loro bandiera, del rinnovamento il loro vessillo, quindi questo è uno scivolone. Sarebbe opportuno dimettersi e dare posto ad un altro della sua lista con le carte in regola?

      • Caro Salvatore Esposito, ma ha commentato senza leggere l’articolo?
        Un BA è la laurea statunitense, per di più quadriennale, quindi vecchio ordinamento. Non ci sono altre ‘lauree’ più prestigiose e non è un diplomino.
        Dopo il BA si accede all’MA, master biennale, paragonabile alla specialistica italiana, che Marta Grande sta frequentando in Italia.

        • Spiegato benissimo!

  15. …Marta Noi cittadini sostenitori del MoVimento a questo gossip indegno verso di te ce ne può fregare de meno…ma x Te invece vedrai che nel tempo sarà stato utile xché ti avrà fatto ancora + forte di quello che sei già !

    • Nessuno naturalmente risponde. Siete RIDICOLI!

  16. http://www.camera.it/leg17/29?tipoAttivita=&tipoVisAtt=&
    tipoPersona=&shadow_deputato=305784&idLegislatura=17

    qui le cose appaiono un po’ diverse…

  17. Ciao Marta vai avanti così strafare fattene della casta che ormai è alla fine…talmente tanto che anno fatto presiedere uno zombi come Colombo,e inaudito!.W Marta sei tutti noiiii

  18. io dico sempre una cosa,o pulp a da cocie cu l acqua soia traduzione : il polipo deve cuocere nella propria acqua, quindi cara marta fai il tuo corso e in bocca al lupo.

  19. ciao Marta….. Avanti Tutta….. Il Sistema Sta implodendo e la Comunità a 5 Stelle sarà l’unica a far crollare il castello di sabbia che dura da oltre 40 anni….. Il Virus a 5 Stelle continua ad espandersi…… LA comunità è tutta con te !!!!!! Siamo milioni e milioni di cittadini……. Nessuno può fermare il virus a 5 Stelle. Ciaoooooooo

  20. On.le Grande,
    Lei chiama laurea ciò che laurea e non è considerata equiparabile alla laruea neppure nelle sedi intenrazionali, come si può evincere da una ricerca appena sufficiente.
    Da cittadino italiano esigo, al pari di tutti i parlamentari degli altri partiti, il corretto utilizzo delle parole, una attenta e non superificiale preparazione, per via del fatto che Lei, come tutti i parlamentari voterete le leggi che io dovrò rispettare, come tutti gli italiani, che avranno delle ripercussioni sulle nostre vite. Le leggi sono fatte di parole, e il loro cattivo uso, ha dato e da grossi problemi. Si doti di un dizionario giuridico.
    Pertanto desta profonda preoccupazione l’atteggiamento di chi come Lei, invece di assumersi le proprie responsabilità per il modo superficiale in cui ha dato notizie sul suo curriculum, chiede di voler essere lasciata in pace a lavoro.
    Vede, è proprio il fatto che si metta al lavoro che desta maggiori preoccupazioni.
    Non è un fatto personale, nè tantomeno umano. E’ una questione politica che dovrebbe farLa riflettere in profondità.
    E’ piuttosto umanamente svilente sentire sviare un deputato da resposnabilità sue.
    Spero che colga l’occasione per riflettere.
    Gentilmente

    Un elettore

    • AMEN.

    • Rispondo unicamente al signor Filippo Maltese,che invita l’On. Grande a riflettere…ma onestamente non ho capito su che cosa. Evidentemente i titoli accademici ,godono di tantissima stima presso il signor? dott.? Maltese.Infatti deve essere un estimatore di quel governo Monti,che fra tecnici ,esperti,e teste d’uovo ce ne ha fatte vedere di tutti i colori,(vedi esodati).Poi grandiosa la manovra IMU,che anche il mio portiere avrebbe saputo realizzare con altrettanto successo…Non so di chi sia elettore,comunque mi chiedo se in tutti i passati anni,in cui la Nazione è stata trascinata alla rovina,Lei abbia condotto indagini sui vari tittoli di studio dei vari deputati in Parlamento…(Ma quanti erano i laureati? )Beh..ora potrebbe passare il tempo a fare queste ricerche..a proposito allarghi la cerchia anche fra i giornalisti.Fra una cosa e l’altra non vorrei che Le venisse un coccolone,nello scoprire modestissimi titoli di studio,misconoscenza delle lingue,misconoscenza della grammatica,misconoscenza di qualsivoglia cultura,ma grande e significativa abilità nell’accaparramento di poltrone ,benefici,appropriazioni indebite,malversazioni..e così via.Distinti saluti.

      • Gentile signora,
        difendere l'indifendibile porta a pessimi risultati. E per migliorare le cose è opportuno paragonarsi al meglio e non al peggio.
        Non Le sembra?

    • Parole sante!!!!!

    • Pienamente daccordo con Un elettore.

    • Ma li ha letti i documenti? È una laurea di primo livello, tant’è vero che le ha permesso di accedere alla specialistica in Italia.

  21. Una domanda: se non hai una laurea riconosciuta in italia come hai fatto ad iscriverti al corso di laurea magistrale in “Relazioni Internazionali” presso l’università degli studi “Roma Tre”???
    Il corso di laurea magistrale è quella che prima veniva chiamata specialistica, ed è la laurea di 2 anni che si prende dopo la laurea di primo livello di 3 anni. Se il tuo BA non è riconosciuto come laurea di primo livello in italia come hai fatto ad iscriverti alla laurea specialistica (che prevede il possesso di una laurea triennale)???
    Delle due cose l’una o la tua laurea americana è stata riconosciuta come laurea di primo livello e ti ha permesso di iscriverti alla specialistica ora detta magistrale oppure la tua laurea non è riconosciuta dalla repubblica italiana e quindi la tua laurea specialistica ha un vulnus grosso come una casa e cioè non avere i requisiti per iscriverti alla laurea magistrale e quindi può essere dichiarata nulla!!!!

    • è abbastanza ovvio che i crediti sono riconosciuti in Italia e che valga come laurea triennale come riporta il documento del consolato americano

  22. Marta fai un comunicato e mandalo a tutti i giornali dove chiami i giornalisti, che hanno scritto menzogne su di te, con il loro nome. BUGIARDI! Vai Marta!

  23. Scritto ove possibile.
    “Non l’abbiamo votata per i sui studi, lei non si è presentata coma una statista e non ha millantato titoli per essere eletta, Marta è una cittadina che a domanda risponde. Oramai per molti stupidi conta di più l’apparire che l’essere. Auguri e continua così.”

    • Caro Stefano, personalmente non potrebbe fregarmene di meno dei titoli, veri o presunti, della sig. Grande. Quando però Lei scrive che ..”per molti stupidi conta di più l’apparire che l’essere” non posso fare a meno di pensare che la ragione ultima di tutto questo “fango”, come viene chiamato, sia proprio questo. Il voler riempire il cv di titoli pomposi, meglio se in lingua straniera. Ora, diciamo chela gente non ne può più. E diciamo anche che, se per mesi vai in giro a sbraitare “l’onestà andrà di moda”, è assolutamente normale venir passati al setaccio più volte.
      Approfitto inoltre di questo piccolo spazio per gridare il mio più completo sdegno nei confronti di tutti coloro i quali (indipendentemente dall’appartenenza ad un partito, movimento o conciliabolo) hanno oggi dato il peggio di sè con foto, fotine e continui post sui blog più svariati durante la riapertura del Parlamento. Chi ha scattato l’orrenda foto dell’apriscatole non ricorda, o non lo ha mai saputo, qual’è il significato solenne del Parlamento. Ricordo a tutti che il Parlamento è il cuore della Democrazia, proprio quella democrazia che ha permesso e permette a laureati, diplomati, cittadini con licenza media ed elementare di rappresentare coloro che li hanno votati. I neo eletti grillini (chiamo in causa loro perchè la foto di cui parlo era in bella mostra nel blog di grillo, che ovviamente ne andava fiero ) hanno dimostrato di essere di gran lunga peggiori di chi, in un passato non troppo lontano, ha portato in Parlamento la farsa e la disonestà. Quindi, ripeto, dei titoli della sig. Grande non mi interessa nulla, ma per il resto c’è davvero di che vergognarsi. E tanto.

    • sono profondamente convinta che ora è il momento del rinnovamento dei ns governanti. Che ben vengano le giovani leve a rappresentarci. Comprendo alcuni atteggiamenti dovuti all’mmaturità per la giovane età e nel trovarsi a ricoprire cariche così importanti. Sono una mamma di due figli adulti e, come una buona mamma, comprendo e perdono i loro errori e mi auguro che possano essere utili per aiutarli a crescere e ad agire nel migliore dei modi. L’unica mia preghiera è di essere sinceri verso tutti noi che abbiamo dato loro fiducia. Sono stanca, credo di non essere l’unica, di tutti quei privilegi che si è data la CASTA alle spese di noi tutti che, quotidianamente, dobbiamo affrontare la dura realtà e cercare di andare avanti senza alcun beneficio.

  24. Il tuo partito fonda il proprio consenso elettorale sul malcontento, per anni avete controllato anche le virgole ai politici degli altri schieramenti non scontando niente a nessuno e mettendoli alla gogna.

    Ora che pretendi, comprensione e umanità?

  25. Ciao Marta,
    uno può aver anche solo le medie, basta che lo dichiari serenamente, senza dire fregnacce. Spacciarti per laureata, giocando sul fatto che poi tanto basta fare una precisazione, è l’ennesimo sputo in faccia alla meritocrazia e a chi il titolo di dottore se l’è duramente sudato a suon di CFU e non autoassegnadoselo con bolli e stampati di diplomi universitari (dagli altisonanti accenti americani, ma pur sempre diplomi universitari).
    Ti auguro di sbrogliartela meglio con il tuo nuovo lavoro di cittadina, per questa volta cara dipendente sei perdonata, alla seconda avanti un altro/a che non possiamo permetterci di essere attaccati su queste cose.

    • Ma di che stiamo parlando? La sua è una laurea, che tutti i criticoni che si riempiono la bocca su questi blog probabilmente non si potrebbero neanche sognare di prendere. Poi ha seguito un corso di master (che, come si vede dal diploma, si chiama cosí in Italia) presso un’università prestigiosa (la Luiss). Ha seguito un corso estivo in Cina, e ha la laurea specialistica pronta. È laureata e, tra pochi mesi, plurilaureata! Con aggiunta di corsi e diplomi vari. Il corso in Cina l’ha seguito presso l’Università di Pechino, mica bubbole!

  26. Insomma, sei piena de sòrdi, l’avemo capito.

  27. non farti distogliere da queste diatribe di vecchio uso politico, ma guarda avanti e ricordati che sei li per togliere le famiglie italiane dalla melma in cui quei signori davanti a te ci hanno messo.non farti distogliere mara…

  28. Vai avanti Marta e fatti coraggio, aldilà di tutto saranno i fatti e ciò che riuscirai a realizzare durante questa tua esperienza a contare davvero. La responsabilità hai ragione è grandissima ma se non perdi di vista l’obiettivo e agisci secondo coscienza per il bene del nostro paese non puoi sbagliare. We have a dream Marta e i sogni sono difficili da realizzare ma è per questo che sono belli!!!! ; – )

  29. In effetti sul sito della Camera c’è scritto ben altro, che poi mica c’è da vergognarsi a non avere la laurea.
    Speriamo sia solo una débâcle

    • eh, magari.

    • Mi scusi, ma c’è scritto “Studente”sul sito della camera, e la ragazza qui dice di essere ancora studente(deve discutere solo la tesi) in Relazioni internazionali,all’università Roma tre.

      • No scusi lei, c’è scritto ” Laurea in lingue e commercio internazionale, Master in Studi Europei; Studente”, studente lo ero anche io quando ho, faticosamente, conseguito il mio terzo livello. Leggiamo tutto, non solo quello che ci fa comodo.
        Poi nulla toglie che Marta Grande sia una ragazza in gamba e che possa far qualcosa di buono per il nostro paese ma non è certo con una figura da cioccolatai così che ci si presenta bene.

        • La laurea ce l’ha. Se non capisci di che si parla, lascia stare. Un BA preso in un’università statale americana è una laurea. Poi bisogna farsi attestare equivalenze ed equipollenze dagli enti preposti perché il pezzo di carta sia riconosciuto (e la ragazza l’ha fatto, tanto che ha potuto iscriversi alla specialistica a Roma). Ma la sua è una signora laurea di primo livello. Che doveva dire? Doveva ignorare gli anni di studio fatti per paura che qualche personaggio poco informato che si perita di fare il giornalista le sparasse del fango addosso, e che un nutrito gruppo di polli lo seguisse?

        • Su Giannino un mare di fango e l’ostracismo anche di molti del suo partito,dopo 25 anni di dimostrazione di competenze e capacità e invece a questa ragazzina del 5 S tutti a riempir la di elogi e non a invitarLa a fare un passo indietro.
          Come sempre in Italia due pesi e due misure,dipende solo da dove ti posizioni!

  30. Se un corso di 68 ore si può chiamare “laurea”

    • se non fossi così ignorante sapresti che 68 hour non sono 68 ore di corso ma il numero di crediti che da ad ogni materia quel corso di LAUREA

      • Anche fosse così, si tratta sempre di un terzo rispetto al necessario per prendere una triennale in Italia

        • 1 US credit hour = 2 ECTS = 2 CFU = 0,5 UK credit

          I 63 crediti (equivalenti a 126 CFU italiani) potrebbero essere quelli relativi solo al “major” (o “concentration”, cioè l’indirizzo di studi); gli altri crediti potrebbero essere quelli di base.
          Infatti il livello “undergraduate” negli USA prevede un primo periodo in cui si rafforza la cultura generale, e un secondo in cui ci si specializza nel proprio “major”; non a caso da loro la scuola superiore dura un anno di meno e il primo ciclo di studi universitari un anno di più; che poi spesso un laureato italiano sia più preparato di un bachelor americano medio è un’altra storia, da quelle parti la “botta” vera la fanno nelle grad school, con master’s degree, cosa molto diversa dai master-patacca italiani e forse più simili alla nostar laurea magistrale/specialistica), e Phds.
          Facendo i conti, Marta dovrebbe aver frequentato la UAHuntsville dal 2006/07 (o 2007/08?) al 2008/09, dunque meno dei 4 anni previsti, ma le è stato conferito lo stesso un Bachelor of Art (per cui sono previsti 4 anni di studi a differenza degli associate degrees, quelli sì poco più che diplomi universitari post-scuola dalla durata biennale).
          Un’ipotesi credibile è che le abbiamo riconosciuto in America i crediti inerenti la formazione di base del/i primo/i anni (avendo studiato in un liceo italiano e non in una high school americana) potendo così ottenere il bachelor’s con “soli” 63 crediti (=126 CFU). Per poter dunque iscriversi alla magistrale itaiana ha dovuto acquisire i 60 CFU mancanti (rispetto all’ordinamento italiano/europeo) attraverso il Master di primo livello presso la Luiss (non avendo valore legale, per i master in Italia si è più elastici sui prerequisiti (anche se in teoria sarebbe richiesta almeno una laurea da 180 CFU per l’accesso a un master di primo liv.).
          Se Marta facesso lo sforzo di chiarire anche questi passaggi sarebbe meglio.

      • Caro Fabio, qui (http://www.uah.edu/la/departments/foreign-languages/programs/foreign-language-literature/75-main/liberal-arts/foreign-languages/3445-flit-foreign-language-international-trade) c’è scritto “hours” che fino a prova contraria vuol dire “ore”. Magari sarà un complotto del NWO che mette microchip sotto pelle e scie chimiche…

        • AhAh! Dai ragazzuoli, va bene credere alle favole.. ma non mi direte che quella roba li e’ qualcosa di simile ad una laurea?
          Sono corsi estivi di un paio di settimane, pagati coi soldini del babbo, che gli adolescenti-turisti fanno tanto per far vedere che hanno speso le loro ferie-viaggi0 in USA, in modo proficuo..peggio di renzo bossi: lui lo hanno massacrato subito e neanche voleva farlo sapere.. sta bella ciao qui e’ magari pure convinta…
          presidente de che? Il nuovo che avanza, l’onda, lo tsunami de cazzate…

  31. E’ come se avessero sollevato dubbi su di me. Forse anche peggio. Il bello è che nonostante le foto, numerosi faccioni continuano e continueranno fino a domani a parlarne paragonandola a Giannino, senza mai rettificare e/o scusarsi.

  32. Marta siamo tutti con te perchè attaccando te attaccano tutti quelli che come noi credono in un Italia diversa!Ti attaccano perchè hanno paura.E’ un egno di debolezza e arroganza di quel potere politico-mediatico che ha portato l’Italia allo sfascio.Vai avanti per la tua strada e non temere vi saremo sempre accanto!Resisti che tra un pò li manderemo tutti a casa!

  33. ti prego Marta vai avanti e non ti spaventare, rimani quella che ho sentito in campagna elettorale …. noi crediamo in te … se falliamo noi arrivano i bastoni ….

    • si, e poi? la marcia su Roma? la campagna del grano? l’olio di ricino?

  34. Una cosa è il mentire su di un titolo non posseduto, un’altra è sostenere che quel titolo non è riconosciuto e/o non serva a molto. Personalmente credo che una donna in generale e la cittadina Grande in particolare, sarebbe stata una degna presidente della Camera. Saluti.

  35. Marta non prestarti al loro gioco, ormai è risaputo che quella è la fabbrica del fango, una volta Andreotti disse “Il potere logora chi non lo ha” stanno schiattando in corpo, non sanno più che fare si aggrappano su gli specchi, ignorali, spalle larghe e vai avanti, il sostegno non ti manca.

  36. ..non te ne curare !…ci fidiamo di te !buon lavoro,marta !

  37. Forza Marta !!!

  38. Cara Marta,
    non sono abituati a titoli di studio” puliti”,al desiderio di studiare per essere istruiti.Ignorali.

  39. Non so se mi intristiscono di più gli spulciacazzate di libero, o lo squallido atteggiamento vanaglorioso di una che si mette le lauree su suo sito per dire quanto è brava. Fogli di carta, chi ti ha votato ha votato una persona mica dei master. Torna sulla terra, fighetta..

  40. non te ne curare Marta vai avanti serena, LA VERA ITALIA E CON TE!

  41. On.le Grandi, sul suo profilo alla camera dei deputati: http://www.camera.it/leg17/29?tipoAttivita=&
    amp;tipoVisAtt=&tipoPersona=&shadow_deputato=305784&idLegislatura=17 , i liberi cittadini apprendono che lei avrebbe una laurea in lingue e commercio internazionale. Ricordo, ma soltanto a me stesso, che il titolo di laurea viene attribuito in Italia ai corsi di studio che hanno una durata quinquennale. Pur volendo riconoscere il suo titolo conseguito in america (questo fantomatico bechelor in arts), lei comunque non potrebbe definirsi una laureata in quanto la durata di questi corsi è biennale o triennale. Insomma, lei pur volendo soseneret il contrario , si è fregiata di un titolo (laurea, ) che non ha mai conseguito nemmeno in altri Stati. In quanto deputata a 5 stelle mi aspetto da Lei un comportamento a 5 stelle. DOPO AVER CHIESTO SCUSA SI DIMETTA!!!

    • per precisione, la laurea è un titolo che si ottiene dopo un corso di studi triennale. la laurea magistrale è un titolo che presuppone ulteriori due anni.

    • Non sarei cosi’ drastico come Francesco, ma…che confusione!! Specialmente per chi, con le simpatie di molti,
      si proclama nuovo, chiaro, trasparente serio, diverso ecc..
      Non è affatto richiesto da nessuno che,per fare politica, si debba essere plurilaureati o anziani (anzi!),ma
      non c’è neanche bisogno di dichiarare svariati titoli accademici presi qua e la’ per il mondo e non semplici
      e chiari, per poi trovarsi nella necessità di complicate precisazioni .Nella mia città molti conoscono la mia
      laurea, la specializzazione ecc. per il lavoro che svolgo e non perche’ io lo dica o scriva. Purtroppo non
      siamo di fronte al primo “scivolone”.. Speriamo che si prosegua meglio, perche’, sinceramente,ci aspettavamo
      qualcosa di diverso..

  42. dai marta fai vedere ciò che vali, non deluderci, noi siamo con te

  43. Se posso dire la mia…denuncia tutto questo alle autorita’giudiziarie per diffamazione.Solo in questo caso certe persone smetteranno di fare la parte degli attributi dei paesi bassi!!!!

  44. Purtroppo sei in un mondo dove si miscreditano i morti perché nn hanno un lavoro,chi lotta con un salario da fame e fa un lavoro umile….vuoi che abbiano pietà per chi gli frega il posto…..!!!

  45. Chissà che avrebbe scritto Grillo se si fosse trattato di una persona del pd…

  46. Vi stanno passando al setaccio.Bisogna sedersi sulla sponda del torrente e aspettare .Sanno che non possono più scappare

  47. Non ci fare caso Marta, devi capire questi servi di partito dei giornalisti, sono spiazzati, non hanno mai avuto a che fare con gente per bene, d’altra parte hanno avuto bisogno di fondare un ordine,l’ordine dei giornalisti appunto, per poter dire di essere tali poiché nemmeno loro sanno di esserlo. Buon proseguimento e auguri per tutto.

  48. L’Onorevole Marta Grande scriveva di se
    sul sito di Beppe Grillo per le “parlamentarie”:

    “mi LAUREO nel 2009 in lingue e commercio internazionale presso l’Universita` dell’Alabama in Huntsville”

    https://www.beppegrillo.it/votazioni/candidati/marta_grande.html

    • e dov’è il problema? si è laureata in quell’anno in quell’università

      • il problema è che ha fatto una falsa dichiarazione non solo ai votanti delle parlamentarie

        ma anche alla camera dei deputati

        http://www.camera.it/leg17/29?tipoAttivita&
        tipoVisAtt&tipoPersona&shadow_deputato=305784&idLegislatura=17

  49. Stai tranquilla Marta
    e mantieni la calma.
    Le provano e le proveranno tutte, è questo il loro mestiere, infangare chi cercherà di togliergli giustamente i loro privilegi.
    Hai fatto bene a precisare e continua così.

  50. Cara Laura sei bellissima, e non dico solo fisicamente, siamo 10 milioni (per ora) e siamo tutti con te!!

    • Marta!! Laura è mia moglie!! Anche lei è bellissima!!

  51. Grazie Marta del tuo post, questa trasparenza ci appartiene insieme al valore della onesta’. Brava. Ti partecipo la mia stima e vicinanza augurandoti BUON LAVORO. Un abbraccio

  52. https://www.beppegrillo.it/votazioni/candidati/marta_grande.html

  53. Buonasera
    lei è giovane ma trovi IL CORAGGIO di dire esattamente i titoli di studio che ha conseguito in Italia non quelli che otterrà, dove è iscritta ecc.. Ci vuole tanto a dire : ho semplicemente il diploma di xxxxxxx. Non è un insulto ed è solo chiarezza. Diversamente mi sembra il solito vecchio politichese democristiano che non sta bene in una ragazza della nuova generazione. Diversamente sono portato a pensare al modo di ragionare di Grillo: non si sa esattamente quante società ha il suo autista nei paradisi fiscali, in quante vi entra sua cognata, ecc.. Tutto nebuloso. Sarebbe così semplice dire le cose come stanno. Per esempio ci voleva una ricerca per scoprire che Grillo con suo nipote è IL PADRONE del simbolo 5 STELLE e del BLOG di Grillo?. Non era semplice dire le cose cosme stanno subito?. Perché scomodare i soloni per scoprire che ogni volta che clicchiamo il Blog di Grillo gli procuriamo un’entrata di € 2,43 – secondo i giornali? ( noti bene a lui Grillo e non ad altri perché i padroni sono lui e suo nipote). Per esempio se i clic fossero 100.000 al giorno ( a mio parere sono molti di più) le entrare sono circa di € 250.000 al giorno cioè 7,5 milioni al mese cioè 90 milioni di euro all’anno. Altroché finanziamento dei partiti.
    buon lavoro

  54. Tranquilla Marta, dopo Giannino, Crosetto e il Trota siamo abituati in italia agli sparaballe, col “maestro” che avete però dovete impegnarvi di più: la prossima volta spacci un primo posto al torneo di ping pong all’oratorio come una vittoria di Wimbledon, tanto fessi che c’abboccano in questo paese non mancano mai…

  55. Noi siamo con te <3
    ti abbiamo votata xchè sei "pulita" parola che chi ti infanga nn conosce….vai avanti e nn curarti degli avvoltoi. una nonna

  56. Due appunti che sarebbe utile lei chiarisse.

    1. Quando si è diplomata esattamente? In rete si legge da più parti il 2007, ma non è possibile.
    Il certificato postato specifica chiaramente che lei ha ottenuto il BA nel 2009 dopo un corso di QUATTRO anni.

    2. Il corso in questione sembra – dal sito ufficiale dell’università – durare meno di 70 ore. È solo un modulo svolto all’interno del seuo percorso?

    3. Se il BA non ha alcuna validità in Italia, come ha potuto l’Università di Roma TRE accettare la sua immatricolazione ad un corso di laurea magistrale? Ad essi si accede solo ed esclusivamente se si è in possesso di una laurea triennale, e il BA non è equiparabile.

    4. Sarebbe CORRETTO, per usare una parola a voi grillini molto cara, fari correggere il prima possibile le informazioni sul suo profilo alla Camera, perché altrimenti è una millantatrice. Una summer school di pochi giorni non è un Master e un BA non è una laurea: apprezzabile postare i certificati, ma non cambiano la sostanza.

    5. Perdoni le illazioni, ma in rete si legge anche che in Alabama e in quell’ateneo ci è finita perché ha qualche conoscenza. In effetti per chi può permettersi un BA in USA certo l’Alabama non è il primo college a cui si aspirerebbe. Sarebbe davvero apprezzabile che lei dicesse come mai ha scelto quel college, e se è vero che ha qualche conoscenza lì dentro (anche perché, con questo polverone, stia sicura che qualche giornista andrà a scavare per bene).

    Dato che si è presa la briga di aprire un sito per ribattere, mi auguro che lo userà anche per rispondere.
    Ce lo deve.

    Cordialmente.
    Francesca P.

    • In accordo con Francesca, vorrei chiedere alcune precisazioni. Come lei, sono della classe 1987 e ho notato che il suo Bachelor of arts è stato conseguito nel 2009 dopo un corso di quattro anni. Ricordo perfettamente di essermi diplomata alle superiori con la maturità scientifica alla fine del 2006 senza alcun ritardo. Escludendo la possibilità che lei possa aver fatto la primina, visto che è nata in novembre, le chiedo dunque: ha frequentato un istituto superiore straniero? Altrimenti non si spiega come sia possibile che nel 2005 abbia potuto iscriversi all’università dell’alabama quando teoricamente avrebbe dovuto trovarsi alla fine del quarto superiore….

      Mi preme inoltre precisare, visto che ho avuto modo di informarmi sulla questione per ragioni puramente personali, che il riconoscimento del titolo di studio in Italia avviene tramite decreto del presidente del consiglio dei ministri ai fini di concorso pubblico, mentre in tutti gli altri casi bisogna ricercare un’università italiana con corsi simili e trasmettere una richiesta al rettore della suddetta università. Una volta fatto ciò si devono sostenere gli esami mancanti ed eventualmente discutere la tesi per ottenere l’equiparazione del proprio titolo conseguito all’estero. Tutte le informazioni sono peraltro reperibili sul ministero degli affari esteri.

      Senza nulla togliere alle sue qualifiche, certamente di tutto rispetto, le chiedo dunque chiarimenti in proposito, visto che, essendo mia coetanea, la sua vicenda sui giornali aveva catturato la mia attenzione, e visto che tra i documenti che ha postato, non ho potuto trovare alcun riconoscimento legale che attesti l’equiparazione del suo titolo a quello italiano, tranne un documento del consolato che le conferisce la possibilità di accedere ai master di primo e secondo livello, ma che ad ogni modo non dice nulla in merito all’equipollenza ad una laurea triennale. Forse sarebbe stato più saggio indicare il suo titolo con il nome inglese esatto “bachelor of arts” senza tradurlo, in modo da non generare fraintendimenti.

      Colgo comunque l’occasione per complimentarmi per i suoi studi internazionalistici, e le auguro una piacevole serata.

      Francesca F.

      • Le chiedo inoltre come le sia stato possibile accedere ad una laurea magistrale in Relazioni Internazionali avendo ottenuto una laurea in Lingue e non in Scienze Politiche, in considerazione dell’obbligo vigente in Italia di possedere un numero minimo di crediti in ciascuno dei settori scientifico-disciplinari previsti dal piano di studi della magistrale, tanto da rendere difficile la possibilità di accedervi anche a laureati triennali italiani che non abbiano frequentato il corso L-36.

  57. Se vi abbiamo mandato lì un motivo ci sarà……….siete tutti noi…quelli che hanno un gran voglia di cacciare questi scarafaggi che ancora non hanno compreso che questi mezzucci per impaurirci ci fanno solo il solletico.
    Vai ragazza…vai…………..e lotta, noi siamo con TE, non con loro………………….

  58. Vai per la tua strada con la bvenedizione del nuovo Papa Francesco, siamo all’epilogo storico per quanto concerne la Politica sarà ovvio che continueranno ad attaccare tutti voi,visto che loro a parte i macelli del passato, unitamente a quelli del presente,in quanto fanno parte dello stesso sistema marcio e dubbio nonostante siano faccie nuove.Non riusciranno mai ad eguagliare il movimento 5 stelle,pertanto ricorda chi semina positivo raccoglie frutti,al contrario chi semina sabbia raccoglierà solo tempesta,in bocca al lupo per il prosieguo delle attività in generale.

  59. please don’t climb the mirrors

  60. vai avanti Marta , i giornalisti pagati dai partiti della casta in disfacimento non sanno più cosa scrivere . Bisogna togliere i finanziamenti pubblici ai giornali !!!

  61. Purtroppo questa è l’Italia la nostra Italia dove hai scelto di vivere e dove hai anche scelto di rappresentare delle persone che ti hanno votata, non venirmi a dire che prima di tutto questo non eri a conoscenza perchè allora mi domando con che coraggio ti sei presentata a rappresentarci al Governo? dopo di che ti consiglio di andare avanti per la tua strada con coraggio sapendo che è una strada difficile piena di insidie che TU hai deciso di percorrere e penso che ne vedrai delle belle!

  62. grande marta,tu sei il futuro dell italia,cioè il nostro futuro!non mollare,è normale essere attaccati così duramente ed ingiustamente da un sistema corrotto che sta per essere ribaltato….ma ci vorrà tempo,non sono cose che si fanno velocemente…dovete resistere per noi,gli italiani!

  63. non accettate provocazioni, loro ne sono maestri in questo. la miglior parola è quella che non si dice! siamo con voi.

  64. Bachelor of art e Studi europei…studi più inutili non li potevi fare oh, complimenti per la scelta.
    Grazie al piffero che il m5s ha il più alto numero di laureati, sceglie certi professoroni!!
    Ogni volta che proferite parola, sublima un frammento di speranza che tutto possa andare meglio…

  65. Grande Marta daje tutta ora e lascili perdere! Facciamogli vedere che c’è gente seria in italia che vuole lavorare per il bene del paese!!

  66. Hai perfettamente ragione. Tuttavia ricordati che il tuo titolo è il Bachelor of Arts (la laurea in “Art” sarebbe un’altra cosa) e, per cortesia, cerca di migliorare la punteggiatura: alcuni paragrafi sono illeggibili.

  67. Continua con umiltà e perseveranza.
    Non ti curar di loro il loro gioco è farvi innervosire per farvi fare qualche passo falso.
    Complimenti e in bocca al lupo

  68. Grande Marta tutto il Mo V imento da Aosta a Lampedusa sarà a fianco Vostro…sostegno e ammirazione dalla Sicilia :D Ciao ;) V

  69. Cara , Marta prima o poi Questo sarebbe successo , ma come tu hai dimostrato le bugie sono falsità , quindi Non curarti di loro , non lasciare che possano in qualche maniera intaccare la tua missione !!! … Sei una ragazza in gamba e questo lo si evince da tutto il tuo CV , aiuta questa Italia noi abbiamo bisogno di TE di VOI

  70. http://www.camera.it/leg17/29?tipoAttivita=&tipoVisAtt=
    &tipoPersona=&shadow_deputato=305784&idLegislatura=17

    Questo come lo spieghi?

  71. stai tranquilla e goditi questo momento..memorizza ogni cosa perchè te la porterai per tutta la vita!! Chi ti era vicino prima lo è ancora adesso questa è la cosa più importante..la polvere scenderà e tornerà finalmente la calma, lasciali parlare..risponderemo con i fatti

  72. Marta, i pagliacci che scrivono sui giornali e parlano alle televisioni, hanno tutti dei padroni a cui devono la loro devozione e subordinazione.Gente colta si, ma povera umanamente che, pur di avere una firma, hanno tradito ,denigrato, accusato,sono………… gente “sporca”!
    Tu non sei così, tu non hai padroni……

  73. Gentile On.le Grande,

    il presidente degli USA Obama è stato costretto a smentire, replicare e controbattere per anni (sì, tutto il primo mandato) a chi diceva che il suo certificato di nascita era un falso e che, di conseguenza, non poteva essere eletto alla Casa Bianca. Nelle repliche non ha mai parlato di fango, gogne, di “sedicenti giornalisti”, stalking o altro.

    Che gli eletti siano sottoposti al fuoco della pubblica opinione è normale. Da noi, purtroppo, non è mai stato un’abitudine e dio solo sa quanto ci sarebbe stato bisogno di un controllo più serrato su chi è incaricato di governare.

    Lei ora è un personaggio pubblico, e, come tale, deve accettare questo e ben altro. Il fatto che prima di Lei (e contemporaneamente a Lei) ci siano stati parlamentari volgari, bugiardi, ladri e corrotti e chissà cos’altro, non La esime dal doversi confrontare con chi le pone delle domande, magari in cattiva fede, magari capziose, magari maleducatamente. Quindi faccia la cortesia di distinguersi da chi insulta la stampa o, peggio, da chi la ignora (non il suo caso, beninteso).

    D’altronde, vi siete candidati per cambiare questo Paese in meglio.

  74. Non ti curar di loro ma guarda e passa!

  75. vai Marta, continua così !!!

  76. Ciao Marta! Hai visto come rosicano?
    “Libero …. di dire fandonnie” tra poco cercerà chi si mette le dita nel naso o è vestito male.
    Quando passerà la legge che abolirà i contributi all’editoria di certa carta igienica rimmarrà solo il ricordo.
    Il giornalismo serio è un’altra cosa.
    Loro non si arrenderanno ma gli conviene? Noi neppure.

  77. Gentilissima Marta,
    “fottitene” del fango mediatico…… e l’unica arma in loro possesso per combattere contro il M5S.
    Continua a svolgere a “testa alta” il Tuo lavoro da “cittadino deputato alla camera”
    Io sono con TE, così come tanti altri confidano nell’operato del Movimento 5 stelle!
    Ti auguro buon lavoro

  78. FREGATENE e vai avanti per la tua strada, nel percorso che ti appresti a percorrere ne troverai una marea di illazioni; SII FORTEEEEEEEEE
    PS: io ho la terza media; di me avrebbero scritto che sono stato solo all’asilo!!!!

  79. TIRA DIRITTO, SEI GRANDE, SIAMO TUTTI CON TE, SIAMO TUTTI CON VOI. NON MANCHERA’ ALTRO FANGO PURTROPPO MA IL GHIACCIO E’ ROTTO ORA SI VOLA VERSO IL TRAGUARDO

  80. Ignorali. Loro hanno il Trota e questo dimostra che tutti i soldi leciti o illeciti non possono comprare la cultura…

  81. Cara Marta,
    In Italia sappiamo bene a chi e’ in mano l’informazione…..
    diffamano e mistificano (destra e sinistra)
    ti fcciamo il piu grande degli in Bocca al lupo……
    continua per la tua strada e non deluderci.

  82. Grande marta non ti preoccupare lo sapevamo che sono disposti a tutto per difendere i loro interessi visto che la dignità non la hanno più

  83. manda affancuilo a tutti .

  84. “Voglio però cogliere questa occasione e concedermi il lusso di fare alcune considerazioni di carattere umano prima ancora che politico, poichè ne sento la necessità anche e soprattutto in virtù del ruolo che sono stata chiamata a ricoprire.

    In questi giorni, con tutta me stessa, ho tentato di mantenere un profilo basso, sottraendomi alla gogna mediatica cui sono stata sottoposta.”
    Hai pienamente ragione, e credo che la solidarietà sia d’obbligo, però… però spesso non solo la stampa, ma anche la rete è così. Pensateci, perché spesso si getta fango addosso alle persone anche da parte del Movimento e spesso le persone non sono nelle condizioni di difendersi. Prima di qualunque attacco per fini politici, che scrive dovrebbe sempre ricordare che dall’altra parte c’è una persona e dosare ciò che scrive.

  85. gentilissima deputato.. chi semina vento raccoglie tempesta… quindi non faccia tanto l’offesa. NOI I NOSTRI TITOLI SE LI SIAMO SUDATI.

  86. La ferocia e il pressappochismo dell’attacco contro di te sono buoni segnali: non hanno trovato di meglio, nei loro tentativi di dossieraggio, per attaccare il Movimento 5 Stelle. Proprio mentre i loro ex onorevoli finiscono in carcere o ai domiciliari, si appigliano a questioni di lana caprina su dei titoli di studio.

    I giornalisti, categoria di cui faccio parte, violano come di consueto la loro deontologia, gli italiani ultras della politica giudicano alla svelta, addentano il boccone e lo ingoiano senza masticare: ogni pretesto è buono, pur di attaccare il nemico.

    Anche quando il nemico è rappresentato da una ragazza di cui non sanno un bel nulla.

  87. Tranquilla Marta, con l’assunzione dell’ incarico Istituzionale ti sei messa in gioco e, come succede SEMPRE, sarai ” Carne da macello ” per tutti coloro che sono contro il Movimento ! La Sinistra è usa ricorrere alla menzogna e allo ” Sputtanamento ” e qualora nn ha prove tangibili…se le iNVENTA tanto che ci perde ? Tu và avanti sempre a test alta cosciente che dietro di te ci sono milioni di Italiani che ormai hanno capito i giochi abbietti di sti politici mummificati ! Auguri e in bocca al lupo ;)

  88. Ciao Marta, questa gente ignobile e questi giornalisti venduti al marciume della casta e che ogni giorno pubblicano notizie taroccate e manipolate per screditare il M5S hanno solo una gran paura. E’ buon segno, continuate così e non ti curar di loro! ;)

  89. Auguri e buon lavoro.

  90. ConcessoTi lusso a…pieni voti.Fregatene.:-)

  91. Cara Marta Grande,

    io non sono un elettore del M5S anzi sono sempre piuttosto critico nei confronti del Vostro movimento. Detto ciò mi sento di esprimerti la mia solidarietà per questa campagna denigratoria nei tuoi confronti.
    In effetti non è difficile capire che non hai mentito dal momento che un Bachelor è a tutti gli effetti una laurea triennale e senza di essa sarebbe stato possibile iscriverti alla Magistrale di Roma.
    Buon lavoro

  92. MARTA MI SONO INNAMORATO DI TE !

  93. Scusi, può spiegare chi sono i Cittadini? La maiuscola sta ad indicare una associazione, un gruppo, un partito?
    Grazie

  94. Bastava scrivere Bachelor of art e nessuno avrebbe avuto da ridire. Dire Laurea non è corretto, anche se non sbagliato.

  95. 63 ore per conseguire un “bachelor of arts” che lei ha fregiato anche sul sito del grande Beppe come laurea? Dimissioni subito, per rispetto di chi deve studiare cinque anni per laurearsi. 63 ore, una cosa veramente ridicola. Visto che noi del M5S esigiamo la trasparenza, ci potrebbe spiegare PERCHE’ è ANDATA FINO IN ALABAMA PER FARE UN CORSO? CHI CONOSCE? DA CHE FAMIGLIA PROVIENE? DIMISSIONI SUBITO.

  96. Brava Marta, bella risposta! Ferma e civile, brava. Lascia perdere la banda di pagliacci e tira innanzi, noi vi siamo dietro.
    Ciao e tanti auguri
    Fabio e famiglia

  97. Gentilissima onorevole ( non la chiamo cittadina in quanto sono italiana ed i cittadini si trovavano in francia qualche secolo fa e fecero la stessa fine di accusarono) avrebbe potuto dire di avere un diploma o un titolo equipollente ad una laurea breve europea, quindi chi per Lei ha inserito nella sua pagina la parola laureata ha mancato alla più semplice delle norme che si aggiungono ad un curriculum quello relativo alle dichiarazioni mendaci. Quindi per chi le consiglia di diffamare attenta che può essere lei denunciata per dichiarazioni false .. anche perchè come dice il suo CAPO su internet è possibile scoprire tutto e nulla vieta trovare qualche suo vecchio cv con suddetta dicitura.. quindi quando si fa morale si deve essere sicura di avere tutte le caratteristiche. non è mia intenzione sminuire la sua professionalità e preparazione ma la LAUREA è una Cosa ed un corso un’altra… Non vorrei che lei si sentisse poi equiparata al TROTA

  98. Grande Marta, rappresenti bene questa Italia di bugiardi

    • Eh, ora mi sento a casa.

  99. Ma che certificato è se non riporta nemmeno il titolo del corso o la Facoltà? Mi auguro che tu non sia una millantatrice

  100. Cittadina Grande, quello dei titoli scolastici, reali o millantati, è un tema che molto ha fatto discutere in campagna elettorale in virtù dei casi che ben conosciamo, da Giannino a Crosetto.
    Rimane in ogni caso un tema importante grazie soprattutto alla ventata ‘moralizzatrice’ che il suo Movimento si propone di portare nell’assetto politico istituzionale, accanto ad altri ben più importanti come la trasparenza, l’etica, l’onestà ecc.
    Per questo motivo, se da un lato apprezzo la sua volontà di fare chiarezza, considero questo tentativo nei fatti molto tardivo e pertanto inutile.
    Poichè le notizie che la indicavano come Laureata, anzi doppiamente Laureata (e con questo intendo un titolo riconosciuto come tale nel nostro Paese) sono continuate per tutto l’arco della campagna elettorale (dettaglio non trascurabile per chi si presenta come candidato al Parlamento soprattutto a fronte dei casi sopracitati di palese millanteria) meglio sarebbe stato se questa precisazione fosse venuta allora, in una sorta di outing.
    Oggi tutto appare in una luce diversa e inevitabilmente porta a concludere che ci sia stato un po’ di opportunismo nel suo ‘lasciar correre’.
    In tutta sincerità non è un buon inizio.
    In ogni caso, in bocca al lupo per la sua nuova avventura politica.
    Mi auguro che sia veramente consapevole del compito a cui è chiamata, che come può vedere è tutt’altro che un gioco.

  101. Potrà anche avere riconoscimento legale, ma dubito fortemente che in 63 ore di corso si possano acquisire molte competenze… Vorrei anche consigliarti di fare una bella full immersion di diritto costituzionale, perchè le procedure parlamentari ti tocca impararle: bisognerà pure che tu capisca cos’è le fiducia al governo, come si vota il presidente della repubblica, come funzionano le commissioni, ecc. ecc.

  102. Cara Marta, solo due righe per testimoniarti la mia solidarietà. Hai a che fare con dei professionisti. Gente senza scrupoli e senza pietà. loro vogliono distruggere il loro nemico. Lo azzannano e non lo mollano facilmente. Attenti, e spero che ne renderai partecipi anche gli altri eletti, a loro. Tutti. Non avete e non avrete mai amici in politica. Solo viscidi esseri che vi aduleranno per convenienza e per lo stesso motivo vi pugnaleranno alle spalle cinque minuti dopo. I giornalisti sono anche peggio. Occhio a cosa dite e come lo dite. Sfrutteranno tutto per mettervi alla gogna e per massacrarvi mediaticamente. Parlate poco e sempre cose già studiate. Non fatevi mai cogliere impreparati. Suno tutti dei venduti. Scusami se mi sono permesso di darti dei consigli, ho creduto di portelo fare per motivi… anagrafici. Un abbraccio e un buon lavoro a tutti voi. Non deludeteci!

  103. Cara Marta.

    Ci tengo a precisare da subito che non ho votato il M5S e non credo lo farò nemmeno alle prossime – credo vicine – elezioni.

    Ciò detto vorrei esprimerti tutta la mia spassionata solidarietà per quanto sta succedendo. Sarò franco, dopo tanti casi simili, ho pensato “ci risiamo, eccone un’altra” e ci stavo per cascare. Stavo per dare per buona una notizia nebulosa, riportata in maniera diversa da diverse fonti, senza realmente informarmi.

    Per caso, lo ammetto, sono capitato su questa pagina e ho letto, ho visto le fotografie dei tuoi diplomi..e un pò mi sono vergognato di me per non essermi informato prima.

    Ti vorrei solo dire che TI CAPISCO. Vivo in Inghilterra, dove sto studiando per la mia terza laurea e dove rimarrò a studiare oltre; prima ho studiato in Italia ed Ungheria.

    In questo paese le lauree all’estero fanno notizia solo quando bisogna fare il calcolo dei cosiddetti “cervelli in fuga”, mentre quando uno si fregia, giustamente, dei titoli di studio che ha regolarmente conseguito all’estero nasce un misto di scetticismo ed ignoranza che porta, in casi estremi come il tuo, ad una vera e propria gogna mediatica basata su pure e semplici falsità.

    Molti di quelli che, senza informarsi, prendono per buono un titolo di giornale nebuloso, non sanno nemmeno cosa sia un BA e non sanno che corrisponde ad una Triennale. Non conoscono le regolamentazioni europee ed internazionali che regolano la comparazione di titoli accademici. Eppure parlano e caluniano.

    E dubito che qualche testata giornalistica pubblicherà una chiariticazione con una bella foto dei tuoi certifcati di laurea.

    Che dire, mi dispiace, mi dispiace davvero molto che per una pura falsità tu abbia subito quello che in realtà stai tutt’ora subendo.

    Avete deciso di provare a cambiare l’Italia, auguri, sinceramente auguri. Vorreiche mi stupiste e mi convinceste a votarvi. Ad ogni modo, non credo però che potrete mai convincermi a tornare. Me ne sono andato e non credo proprio tornerò. E la cosa triste è che non provo tristezza nello scrivere ciò.

    GC

  104. Sentirsi soddisfatti per essersi sudati i titoli con i sacrifici non solo in prima persona di chi studia ma anche dei genitori operai, disoccupati e cassintegrati che fanno laureare i figli a suon di sacrifici VERI non ha prezzo di fronte a tutto questo e alle esperienze pregresse di Giannino e Crosetto ai quali non ha nulla da invidiare.

  105. Emerita Cittadina, a mio modesto parere, non credo dovresti rispondere alle provocazioni dei giornalisti. Essi non sono altro che degli esseri servili di un sistema quanto mai logoro e corrotto. Essi – esperti lanciatori – scagliano le loro false accuse dalla latrina in cui sguazzano. Il loro proposito è demonizare e demoralizzare i loro presunti nemici. Ritengo, invece, – ti chiedo scusa se mi sono preso piena libertà di parola – che dovresti ignorarli. Anche perchè provocazioni del genere ne ricverai parecchie durante il tuo percorso politico. Quindi è meglio che ti abbitui da mo. Ignoradoli da una parte e dimostrando dall’altra le tue vere intenzioni, la tua natura mite e disponibile, pronta a battersi per i diritti dei cittadini, solo così, riuscirai a stancarli, di conseguenza otterrai il loro rispetto, la loro stima e, infine, il loro silenzio. Al contrario, reagendo non farai altro che ostentare la tua rabbia, e con essa la tua perdita di controllo, dunque la tua insicurezza, divenendo per questo un facile bersaglio. Pertanto ti ” frecceranno” fino a farti esaperare. Fa parte dei loro metodi, credimi: distrugere il loro eventuale nmico moralmente. Ora ti chiedo immensamente scusa se sono stato in qualche modo fin troppo sincero, e ti lascio augurandoti un buon lavoro. Francesco.

  106. Massima solidarieta’ a Marta.
    In Italia purtroppo ci sono un sacco di maiali mafiosi che sono pagati per fare l’analisi approfondita del profilo di chiunque non si assoggetti ai loro padroni e appena trovano un’incongruenza iniziano a gridare allo scandalo. Ma non ci fare caso, sono pagati per questo. Sono i maestri della manipolazione al servizio della mafia. Dalla tua parte ci sono i cittadini, quelli onesti. Vali molto di piu’, con o senza master :)

  107. Cara Marta, non è che semplicemente ti sei voluta allargare un po’? Che in un momento di giustificato entusiasmo hai ceduto alla debolezza di elevare attestati e diplomi al rango di laurea, perché fossero all’altezza del personaggio che – profilo basso o no – sei diventata? Oppure: non è che un ufficio stampa troppo solerte ha utilizzato una trita strategia di marketing per accontentare elettori e giornalisti (quelli che ti danno la caccia, sì, ma fino a oggi solo per incensarti). In questo caso saresti colpevole solo di omesso controllo sul curriculum gonfiato che è stato diffuso a tua insaputa. Ma in qualunque caso si tratterebbe di un peccatuccio veniale che si può confessare e che si perdona facilmente. Sono ben altri i peccati che ci si augura non commetterai mai da deputata.

  108. Marta ti AMO vai avanti e nn fermarti più…….è tutta invidia

  109. Ci provano in tutti i modi, hanno paura, ma l’onestà verrà premiata.
    Grazie Marta per l’impeccabile risposta.

  110. Cmq Marta potevi evitare di dire di essere laureata perchè di fatto nn lo sei.

  111. Marta continua così i cittadini dotati di cervello sono con te. TI STIMO.

  112. marta, da giovane a giovane ‘che ti ha votata’, hai tutto il mio sostegno! fai del tuo meglio e dimostra con i fatti a questi signori di che pasta sei fatta veramente!

  113. Auguri per l’elezione a cittadin@! Buon lavoro!

  114. DIMISSIONI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    -un elettore M5S

  115. Laurea o non laurea faccia vedere come si governa il paese. Io sto aspettando un governo e sinceramente mi sono rotta di sentire le stupidaggini del suo uomo di punta. Ora fate vedere quanto valete. Io penso poco e quindi datemi questo schiaffo morale.

    Buon lavoro

    Ah dimenticavo, io penso che i grillini siano puliti perchè fino adesso non hanno “potuto” rubare in fondo siamo tutti italiani e anche voi!!

  116. DIMISSIONI SUBITO!!11!!!

  117. Ora facendo due calcoli di matematica. Se nel 2013 hai 25 anni, significa che quando hai ricevuto il diploma, nel 2009 ne avevi 21. Il diploma, si dichiara nel documento di riconoscimento, ha una durata di 4 anni. Questo significa che hai iniziato gli studi alla poco prestigiosa Università a 17 anni. Anche immaginando che tu abbia completato la High School negli USA dove serve un anno in meno, fatico a capire come questo sia possibile… In ogni caso, è evidente dallo stesso documento che non c’entra nulla con la laurea in Italia e soprattutto che si tratta di un titoletto da due soldi…

  118. Mi aspetto che chiunque decida di studiare all’estero sia consapevole dell’equivalenza dei titoli di studio stranieri con quelli italiani. Ovvio che non ci sono equivalenze identiche, ma comunque che un bachelor of arts non sia nemmeno paragonabile a una laurea dovrebbe essere ovvio. Per cui IMHO tutto questo testo non è che un’arrampicata sui vetri. Giannino perlomeno ha ammesso e pagato in prima persona l’errore

  119. Cara Marta, sono un laureato con dottorato di ricerca. Ti assicuro che prendere una laurea e fare un Master richiede molti + sacrifici e impegno di quelli necessari per i corsi a cui hai partecipato. Spesso gli italiani mentono sui loro titoli..ma mi chiedo dopo mesi di campagna elettorale in cui avete avuto come unica ragione di vita offendere intellettuali, politici, accademici e giornalisti (in passato Grillo ha addirittura messo in discussione il premio nobel della Montalcini) come può pretendere che le persone e la stampa non la attacchino? Come può proprio lei fare la vittima? Per favore chieda scusa a tutti i giovani preparati di questo paese e abbia la decenza di fare ciò che ha chiesto di fare a chi l’ha preceduta. Le faccio un in bocca al lupo per la sua futura laurea (quella vera..)

  120. Ho sentito le sue interviste riportate al tg su La7 nei giorni scorsi e devo dire che ne Lei, ne tanto meno gli altri eletti al M5S mi piacete. Vi siete già montati la testa neanche foste nell ambiente politico da decenni,molti di voi non sono minimamente competenti in nessuna materia.. Mah…
    Comunque riguardo alla sua persona credo che sia troppo comodo dare la colpa ai giornalisti x aver riportato male le informazioni da Lei fornite..
    Voi mezzi politici prima dichiarate di aver fatto grandi cose e poi alla fine non avete mai concluso nulla..che gentaglia.

    GRULLINI, TUTTI A CASA.

  121. Cara Marta,
    Mi spiace tantissimo di questi attacchi. Purtroppo il nostro paese e’ cosi. Forse dovresti spiegare a qualche commentatore che Bachelor of Arts e’ un titolo non indica necessariamente la disciplina esattamente come il famoso Ph.D. Doctor of Philosophy che puo essere anche in Economia
    Tua Ph.D. Rutgers94

  122. Cara Marta,
    poiché sei iscritta a un corso di Laurea Magistrale, è evidente che la tua università (Roma Tre) ha giudicato i tuoi titoli equivalenti ad una laurea italiana triennale, o di primo livello.
    Sono un professore universitario: il tuo curriculum è eccellente. I titoli della stampa riflettono il grande provincialismo italiano (e, in alcuni casi, ben peggio).
    In bocca al lupo, e cercate di dare un governo a questo Paese.

    • Curriculum eccellente? Ma stiamo scherzando? Un corso di una settimana spacciato per un master e un diploma di un’infima università della provincia americana che nemmeno equivale a una nostra triennale… E Lei sarebbe un professore universitario? Ahinoi…

  123. Quanta ignoranza!
    E’ normalissimo che chi studia in USA ed anche in Inghilterra si laurei a 21 anni. Non vi sta bene? Peggio per voi… continuate ad essere italocentrici… ma sappiate che nelle banche più importanti della city questa gente comincia a lavorarci a 22 con i loro “bachelors” e a 25 invece che essere a casa di mammà a farsi mantenere come voi già aiutano la loro famiglia… svegliatevi!!!
    Cara Marta,
    purtroppo era prevedibile che i vostri rivali, non avendo più cartucce da sparare, ricorressero alla macchina del fango utilizzando la stampa da loro controllata… titoloni sull’autista di Grillo che aveva un progetto su un ecoresort in Costarica (e allora???) o sulla tua laurea presa in America (non in Burundi… in America!)… fanno solo ridere… tutto questo fango non farà altro che tornargli indietro… voi non preoccupatevi, andate avanti per la vostra strada!!!

    • Io lavoro nelle università negli Stati Uniti e la High School, salvo casi eccezionali termina a 17/18 anni. Il college richiede 4 anni. Dato che la signora Grande si è diplomata in Italia, quindi ha fatto 5 anni di scuola superiore, l’ignorante è lei che non sa nemmeno contare…

      • si s… luca solari un professore che non sa nemmeno contare! E se Marta fosse andata a scuola un anno prima? Sono in tantissimi a farlo, che male c’è? 17 anni comincia il Bachelor, 21 lo finisce… dov’è il problema??? Cosa vuol dire con questa risposta? Mistero!
        Siete una frotta di italocentrici invidiosi… non avete mai visto una persona che a 21 anni è già laureata? Io ne conosco a frotte e vi assicuro che trovano lavoro molto più facilmente di voi che vi laureate a 25 e passa e poi piangete miseria perchè non trovate lavoro!

        • Sarà che oltre ad essere un pusillanime che si nasconde dietro ad una sigla, manca da tanto dall’Italia che non sa che ci si diploma dopo 5 anni e soffre di qualche problema di aritmetica (nemmeno matematica che forse è oltre le sue possibilità). Questo vuole dire che per iscriversi a 17 anni, deve aver recuperato non uno, ma due anni. Infatti, si inizia la scuola superiore a cavallo tra i 14/15, quindi si finisce a 19 anni (inizio 18/ fine anno dopo a 19). Quindi per iniziarlo a 17 deve essersi diplomata 2 anni prima.

      • sei uno che nei conti la sa lunga, ma forse prima di fare i conti a Marta vai a farli ai politici!!!!!

        • (1) E chi la autorizza a pensare che non lo abbia fatto e non lo faccia?
          (2) Marta Grande è una politica, fino a prova contraria.
          (3) non si va da nessuna parte se non si applicano a sé i criteri che vorremmo applicare agli altri. si è solo dei grandi ipocriti

  124. Sono un anti-grillino convinto, ma questa polemica è ridicola.
    I titoli sono chiarissimi, brava alla mia età ad avere studiato così tanto!

  125. Marta, guarda il cielo… è pieno di stelle.

    Marco

  126. Insomma, volte un movimento mediatico e queste avete. Per quel che riguarda la sua posizione, sig.ra Grande, tanto rispetto per la candidatura…ma insomma…arrogarsi dei titoli che non si hanno è un insulto all’intelligenza di chi come me ha una laurea magistrale in Italia (in medicina) e dopo altri cinque anni di studio sta finendo la specializzazione. Lo trovo offensivo…
    Un altro consiglio: prima di “andare in Europa” si studi la convenzione di Schengen. E’ ancora più offensivo farci fare “una figuraccia”.

  127. Fatemi capire: il vostro mentore, Beppe Grullo, spara castronerie a destra e a manca senza contraddittorio, ricopre di epiteti mezzo mondo senza possibilità di replica e appena si fa notare ad un Onorevole della Repubblica che se dici “mi laureo nel 2009″ deve significare “ho preso una laurea nell’anno domini 2009″ si tratta di macchina del fango? Ma è stato il medico a prescriverle di scrivere così? Signori grilletti, avete voluto la bici e ora pedalate, non potete lamentarvi: vi siete presentati come il nuovo, i paladini della verità e della correttezza, perciò dovete essere onesti e trasparenti il doppio rispetto agli altri. Da quando essere giovani e con la fedina penale a posto significa essere competenti? Ha fatto una stupidaggine, avrebbe dovuto scrivere e presentarsi così: ho conseguito i titoli x, y, z nei posti a, b, c e la loro valenza è d, e, f.. Punto. Le parole sono importanti.

  128. che tristezza che sono i giornalisti. le stesse domande fatte a Te, mai sei permetterebbero farle ai “vecchi” politici. anche i giornalisti devono passare per una riforma come quella che siete stato in grado fare per i politici. Avanti così!

  129. Cara Marta, tieni, tenete duro! Chi dice che sei troppo giovane per essere dove sei non sa nemmeno che cosa vuol dire essere giovane e mi dispiace per lui perché probabilmente non lo è mai stato… Vi abbiamo mandato nella fossa dei leoni e vedo già da ora che è molto peggio di quello che si potesse pensare. Però vorrei che in ogni momento e soprattutto nel momento dello scoramento e della disillusione, sappiate con certezza che avrete sempre pieno sostegno da parte di tutti noi e di tutta la gente onesta e di cuore che ha fatto l’Italia nel silenzio di ogni giorno e che piange ora al vederla stuprata sotto gli occhi di tutti… Sappiate sempre che qualunque cosa farete per noi andrà sempre bene, perché già solo essere lì è semplicemente da eroi e che, come ci stanno dimostrando tutti questi insetti che vi ronzano attorno, siete sulla strada buona, per non dire di più. Da quanto vi odieranno capirete che siete nel giusto… Forza M5S!

  130. Vedi, Marta, chi ti scrive è un laureato in Ingegneria Chimica di 44 anni che NON segue i giornal…isti\ai da 10 anni (e che non ha votato M5S, sia chiaro)

    Fregatene di ciò che scrivono: ormai il disegno loro, dei “vecchi” politici (se riuscirete a farli diventare vecchi) e, per estensione, degli italiani tutti che non usano la loro testa, è abbastanza chiaro.

    Siamo tutti uguali… Se qualcuno dice di essere diverso vuol dire che ha un tornaconto… Se non ha un tornaconto, mente e, per dimostrarlo all’italiano “medio”, quale miglior cosa che cominciare a incasinargli la mente tra LAUREA, BACHELOR of ART, TRIC e TRAC?

    Chi scrive è un laureato in Ingegneria Chimica che, appena laureato si è trasferito per amore negli USA e si è vista “ridotta” la immensa laurea italiana in un attestato post scuola superiore degli USa (per semplificare)

    A chi ti crocifigge chiedi: non è vergognoso che un titolo di studio conseguito in Italia valga la metà in USA (ripeto, chi scrive non ti ha votato!!!)

  131. Sul documento del Consolato c’è scritto che un Bachelor of Arts ha durata legale quadriennale.
    Ma lei non ha avuto materialmente il tempo di seguirlo per quattro anni.
    Nascendo nel 1987, si dovrebbe essere diplomata nel 2006 (avendo frequentato un liceo scientifico italiano).
    Dal 2006 al 2009 ci sono tre anni accademici.

    Come ha fatto, cittadina, a laurearsi in tre anni in un sistema quadriennale?

    • premesso che non voglio entrare nel merito di tutta la polemica, ti chiarisco solo questo punto.
      In USA si può tranquillamente prendere una laurea di 4 anni in 3. I ragazzi più bravi che escono dalle superiori sostengono solitamente degli esami di Advanced Placement: questi, se superati bene (per la cronaca, il punteggio va da 1 a 5, per superati bene intendo voto 4 o 5) permettono di acquisire crediti universitari. Se hai gli esami giusti e abbastanza crediti, puoi arrivare a saltare tutto il primo anno di università. Ci sono poi tutta una serie di incentivi per finire prima, per esempio si possono seguire corsi estivi che diano crediti universitari, esami di advanced standing, ecc…

      In conclusione è possibilissimo che la ragazza si sia laureata in 3 anni, se ha sostenuto questi AP exams apena arrivata negli Stati Uniti.

    • Comunque gente, alla fine dell’articolo c’è il certificato universitario e la dichiarazione del consolato italiano (tra l’altro leggo una signora media!!). Cosa diavolo manca a tutti? La sig. ra Marta ha chiarito a sufficienza (fin troppo) la sua posizione. Non merita quello che sta succedendo e che le è stato scatenato addosso da giornali politicamente schierati.

      Personalmente non ho votato M5S ma simpatizzo con la tua situazione, Marta. Ti auguro di fare per bene il tuo lavoro, e di trarne esperienza. Non curarti di loro, ma guarda e passa.

  132. Marta Grande alla zanzara su ha precisato: «Il titolo che ho preso in Alabama non è valido per i concorsi pubblici, ma per qualsiasi altro tipo di professione ed è equivalente a una laurea presa a Yale o Harvard. Questa situazione si deve dal fatto che gli Stati Uniti non stanno in Schengen e dunque non c’è un riconoscimento automatico”. Giacchè sta per laurearsi in relazioni internazionali dovrebbe sapere che l’area Schengen, non c’entra nulla con il riconoscimento dei titoli ma riguarda solo le pfrontiere e la libera circolazione dei cittadini all’interno dell’area stessa.

    • Ma questo non vuol dire niente. Peccare di presunzione è umano e va perdonato

  133. Commenti che trasudano invidia, insoddisfazione verso la vita, pensateci. Si inizia dalle critiche sui congiuntivi (peraltro infondate) da chi probabilmente passa la giornata a leggere di altri per la sola soddisfazione di trovare l’errore e per questo sentirsi migliore, senza aver fatto nulla. Invidia che sfocia in denigrazione per chi si puo’ permettere, come Marta, di studiare all’estero, come se l’essere benestanti fosse una colpa. Invidia perche’ al posto di Marta, avreste voluto esserci voi. Siete stati in letargo per 20 anni e adesso pretendete di fare le pulci sulle traduzioni?

  134. Spero che le persone del movimento 5 stelle facciano qualcosa per cambiare il sistema che in Italia si è instaurato da almeno 30 anni.
    Vorrei soltanto capire perchè noi italiani abbiamo il bisogno di dire una cosa per un’altra e poi correggerci quando qualcuno ti corregge.
    Marta non poteva dirlo subito che aveva una laurea che in Italia è equiparata a una triennale? cosa sarebbe cambiato? Per il sottoscritto niente..

    • Cosa dire, gia’ il semplice sospetto e’ perlomeno imbarazzante, offrire il fianco a certe critiche, deprimente: chi puo’ assicurare che non ci sia dietro dell’arrivismo?. Nel nome della meritocrazia, questa faccenda va’ chiarita una volta per tutte, in senso politico intendo, tra voi deputati e senatori.

  135. Cittadina Dipendente Grande!
    Una mia riflessione:
    http://www.pinellus.it/2013/03/chi-di-clava-colpisce.html

  136. La miglior traduzione di Bachelor of Arts in Italiano è proprio Laurea.
    Non ho votato Grillo ma sono spaventato e addolorato da vedere questo sciacallaggio in rete.

  137. Cittadina Marta, dopo aver seguito la vicenda “Lauree, Master e fango” sento la necessità di scriveri, per aggiungere un altro messaggio di solidarietà, un altro “abbraccio di incoraggiamento” ai molti che ti saranno già giunti tra ieri e oggi.
    L’idea che mi son fatto è questa: una commedia in 4 atti.

    I – Prologo:
    Marta Grande pubblica il suo curriculum sul sito del moVimento. Una laurea in Alabama, un Master a Roma, un corso estivo a Pechino, una seconda laurea in corso, a Roma, a cui manca solo la tesi.

    II – “I ruffiani ‘imbonitori”
    Subito dopo l’elezione alla camera di Marta, i giornali si sbrodolano in complimenti parlando della “grillina con 2 lauree e un master in Cina che piace anche al PD come possibile presidente della camera”.

    III – “L’apparir del vero”
    Al netto (e coerente, e giustissimo!) rifiuto di M5S di votare la fiducia a un governo PD, piano piano si fa strada nel cuore degli pseudogiornalisti l’idea che nè le ruffianate nè gli elogi vendoliani saranno sufficienti a comprarvi. L’amara realtà si palesa ieri, 15 Marzo, alle votazioni per le cariche istituzionali.

    IV – “La losca vendetta”
    I giornali si vendicano su Marta, così adulata, così sfuggente, così ingrata.
    Non è vero che ha due lauree! Non è vero che ha un master in Cina! eh, sì vabbè però la laurea che ha preso negli USA qua non vale! (non so se lo sapete, ma un medico che si è abilitato in Italia non può “d’amblè” praticare negli USA, e vice versa.. dunque non è medico?)

    Spero e credo che ci sarà, nel lungo periodo, un quinto atto, un lieto fine per te e per tutti noi cittadini desiderosi di una politica autentica, trasparente, coerente e di un giornalismo professionale e libero. Spero anche che ti chiedano scusa, ma su questo non ci conto molto.
    Tieni duro, Marta, tieni accesa la passione. Non farti prendere dallo sconforto, dalla rassegnazione, dal cinismo, dalle allettanti prospettive di tranquillità che scaturirebbero dallo smettere di lottare, dall’”amalgamarsi” allo schifo che vi circonda. So che non lo farai, e ne sono felice, perchè voi -e giuro che la mia non è retorica- avete portato la speranza, in me e in tanti altri cittadini.
    Coraggio!! …e grazie.
    Edoardo (tuo coetaneo).

    • Stai per caso gridando “al complotto”, come fa B. ?

    • Un medico laureato in USA può esercitare in Italia e viceversa, basta che presenti al ministero il piano di studi seguito e chieda l’equipollenza del titolo. In USA non c’è il valore legale del titolo di studio e quindi chiunque può rilasciare un B.A. con qualsiasi piano di studi, a differenza dell’Italia in cui il possesso di una laurea di specifico indirizzo implica l’aver sostenuto determinati esami.

  138. “Quel che voglio ora è solamente cercare di svolgere il mio ruolo nel migliore dei modi, sperando che mi si lasci lavorare serenamente per il bene del mio Paese e di quanti, e non solo, mi hanno votata.”

    Ci speravamo e ci speriamo tutti. Allora prendetevi subito le vostre responsabilità, anziché ripetere a pappagallo i deliri di un comico che non fa più ridere. Evitate di perdere tempo. Ci state costando soldi, proprio come i politici che quotidianamente il vostro capoclaque insulta. Dimostratevi migliori. Non cominciate subito a giocare allo sfascio nella speranza di prendere più voti alle prossime elezioni. Liberatevi del vostro padrone, e del suo webmaster che avrebbe fatto venire gli incubi financo a Lombroso.

    Sono passate tre settimane: avreste potuto imparare, ad esempio, il semplice concetto che senza un governo il parlamento non può proporre leggi. Quindi se continuate a giocare ai duri e puri con tanto di apriscatole, ve ne tornate a casa senza aver concluso nulla.

    La democrazia è una brutta bestia. Il fatto è che il paese è diviso in 3 più spiccioli. Voi ne rappresentate un quarto (a stento, ma semplifichiamo). Da un lato non potete quindi pretendere di governare da soli o di dettar legge (nemmeno il Mussolini prima maniera che tanto piace alla vostra capogruppo era arrivato subito a tanto). Dall’altro non potete rinunciare a dar voce a quegli otto milioni di persone che vi hanno accordato la loro fiducia.

    Tutto il resto è fuffa.

  139. Farsi da subito una normale laurea 3+2 a Milano non andava bene?
    C’era bisogno di sfogarsi in Alabama con una pseudo laurea che sapevi non aveva valore alcuno?

    • Concordo pienamente.

    • Marta ha spiegato che ha studiato in Alabama perchè i suoi genitori vivevano e lavoravano lì… cosa doveva fare??? a 17 anni avendo la fortuna di poter studiare in un università americana doveva tornare in Italia e vivere da sola per frequentare un’università non certo migliore della sua solo per far contenti una manciata di italioti che non capiscono che le università americane non sono certo peggiori delle nostre e che esperienze all’estero non fanno altro che arricchire?

  140. “in nessun luogo ricordo di aver discusso in merito alla validità o meno della mia laurea conseguita in USA, di quanto o come questa possa avere una validità legale nel nostro paese”. Problema: voi del M5S non discutete con nessuno. Dire “ho preso una laurea in lingue e commercio internazionale negli USA” e proclamare il “passo e chiudo”, fa legittimamente pensare i passivi ascoltatori (perchè la parola interlocutori è evidentemente incongrua) che quella di cui parli sia una laurea non tanto valida in Italia, ma ad essa equiparabile come valore formativo (io, per esempio, 63 ore di corso le ho fatte ogni settimana, per 6 anni, per laurearmi…). Se fai un’affermazione del genere e poi giri i tacchi e te ne vai, accetti quantomeno che si crei l’equivoco: sai bene che tutti penseranno (perchè siamo italiani, perchè interpretiamo le cose attraverso il filtro della nostra cultura) che hai studiato anni per conseguirla. Poi magari no, quegli anni non saranno formalmente validi in Italia, ma la sostanza della tua formazione sì. Invece, se davvero di 63 ore si tratta, beh, è un corso di aggiornamento, un workshop, un seminario, ecco, forse si può chiamare seminario, per rendere l’idea. Bisogna accettare di parlare delle cose che si dicono e non limitarsi a comunicazioni unilaterali, altrimenti non si può poi addossare tutta la colpa di un equivoco a chi ti ascolta senza la possibilità di chiederti un chiarimento.

    • Hai ragione Camilla, due anni di ingegneria, frequentati a singhiozzo, mi hanno fatto sospettare subito di quelle (63 ore), e davvero non aiuta la chiarezza il continuo pasticciare la pagina di Wikipedia.

  141. Vediamo se questa volta son più fortunato o magari mi state censurando.

    Cittadina Dipendente Grande, una mia riflessione:
    http://www.pinellus.it/2013/03/chi-di-clava-colpisce.html

    Spero che le possa essere di aiuto.

  142. Che stranezza trovarsi a discutere di questa cosa mentre non abbiamo sentito una parola sugli esodati, sui problemi del lavoro .penso che i titoli di studio servono ad una persona a fare le cose per cui è chiamato a lavorare e non è detto che sempre aiutino sostanzialmente . Se leggerezza c’è stata infondo si può soprassedere , tenendo conto certo che non si può non accettare le critiche sopratutto se si è abituati a fare le pulci anche a persone in gambissima , massificandoli e definendoli “casta ” senza fare i dovuti distinguo.Oggi alla camera sono stati presentati due nomi di alto profilo , se il movimento pentastellato li voterà perderà magari qualche invasato “tuttugualista” ma guadagnerà certo in credibilità ed attendibilità .Non è sopportabile vedere un bel gruppo di giovani eletti dai cittadini e totalmente eterodiretti .Mi vengono in mente le ragazze di “non è la RAi ” che parlavano con gli auricolari dirette dall’esterno…Non sarebbe male incominciare a conoscervi singolarmente al di là di proclami ,scontrini , apriscatole .

  143. Indipendentemente dalle opinioni politiche di ognuno, questa polemica è risibile e riafferma una volta di più la bassezza di una parte della stampa italiana.
    Chiunque abbia mai redatto un curriculum vitae in inglese traduce laurea triennale in bachelor e laurea magistrale in master. Le competenze acquisite sono comparabili e gli anni di studio pure. Poi, sul valore legale si apre un altro discorso, a mio parere abbastanza sterile.
    Purtroppo questo misto di arroganza ed ignoranza verso i titoli di studio conseguiti all’estero non aiuta di certo gli studenti italiani che spesso, per paura di avere problemi di riconoscimento del titolo, rinunciano ad esperienze incredibilmente formative.

    Quindi, tutta la mia solidarietà a Marta e tanti auguri di buon lavoro.

    • Io non so se è vero ciò che ho letto ma, secondo ciò che ho letto, il titolo conseguito corrisponde al più a 10cfu nel nostro ordinamento, cioè a un diciottesimo di una nostra laurea triennale. Un quantitativo di ore che potrebbe paragonarsi al corso di inglese che segue mia madre presso l’acli. Ora, con un diciottesimo di triennale, non capisco neanche come ci si possa iscrivere ad una magistrale in Italia (negli Stati Uniti faranno ciò che vogliono). Se questo è vero, ossia che si è fregiata di un titolo di studio che non ha (non venite a dirmi, per favore, che 10cfu sono una laurea, altrimenti da oggi, pur non essendo ancora laureato, comincerò a fregiarmi di avere 16 lauree. Che lo si chiami col proprio nome, ossia “bachelor of arts”, o quello che è) allora ha ingannato anche gli elettori delle parlamentarie e quindi sta nel posto che occupa in virtù di una bugia. Io spero che ciò che ho letto sia tutto falso, ma se le cose stanno come sopra, allora mi pare lapalissiano che debbano arrivare immediatamente le dimissioni. E se la cosa non vi risultasse lapalissiana, vedrò di spiegarmi:
      - Non credo che senza scrivere “laurea” sul suo curriculum sarebbe stata eletta alle parlamentarie.
      - Il m5s non può permettersi di creare precedenti.

      • 1)Nel sistema americano le “hours” (tradotto – come al solito – erroneamente in italiano come ‘ore’) corrispondono ai crediti universitari. Quindi il suo corso e’ composto da 63 crediti universitari, non da 63 ore. Il valore dei crediti varia da Paese da Paese, ma 63 crediti in America e’ completamente nella norma per i corsi umanistici, tranquillamente paragonabili a corsi di Harvard o Yale.
        2) La “laurea” nel mondo anglosassone e’ chiamata “degree” o “bachelor”. Tutti i laureati in Inghilterra o negli Stati Uniti (e in molti altri Paesi) possiedono un Bachelor a cui possono poi aver aggiunto un titolo ulteriore che e’ il “Master”. Il Bachelor assieme al Master e’ comparabile alla Laurea Magistrale in Italia, mentre il Bachelor da solo (solitamente della durata di 3, massimo 4, anni) e’ equiparabile alla cosiddetta Laurea Triennale in Italia.
        3)E’ vero che il Bachelor non ha valenza legale in Italia, ma proprio perche’ l’intero mondo accademico si e’ accorto sin dall’inizio che questa e’ una grande fesseria, le universita’ – secondo la Legge – sono indipendenti nel decretare se un candidato in possesso di un Bachelor possa incriversi ad un Corso Magistrale (o “Master” nel caso della LUISS) o meno. Chiaramente, visto che il Bachelor e’, dal punto di vista accademico, perfettamente equivalente ad una laurea triennale, l’On. Grande e’ stata accettata sia da Roma Tre che da LUISS per completare i suoi studi Magistrali.
        4)Molti si lamentano del fatto che l’On. Grande ha tradotto il titolo di “Bachelor” con “Laurea”. Dal punto di vista della lingua inglese questa traduzione e’ corretta, e lo e’ anche da un punto di vista accademico. La valenza legale in Italia (dove, ricordo, solo il Dottorato estero ha valenza legale) non dovrebbe influire sulla traduzione di un titolo di studio, specialmente se e’ affiancato dal nome orginiale del titolo, come in questo caso (“Laurea Bachelor of Arts). Se questo non fosse vero, allora anche Obama non potrebbe essere definito “laureato”, per il semplice fatto che ha conseguito la sua “laurea” negli Stati Uniti. Oppure come avreste tradotto il titolo del famoso film “Il laureato” in italiano? Temo che il motivo per cui l’On. Grande ha tradotto il suo titolo e’ per la sua consapevolezza di quanto gli Italiani siano ignoranti non solo in materia di lingue estere, ma anche delle norme specifiche nei diversi campi.
        5)Il tipo di corso estivo seguito dall’On. Grande e’ completamente nella norma, visto che sono corsi estivi molto intensi di una durata media che va dall’1 fino alle 3-4 settimane. Se non foste ignoranti in materia accademica, vi sareste accorti che si tratta di un programma di LSE (London School of Economics), forse l’universita’ piu’ competitiva al mondo nell’ambito economico, con un tasso di entrata che e’ di gran lunga inferiore a grandi nomi come Cambridge o Harvard. E questo vale anche per i corsi estivi.
        6)Un’opinione personale: smettiamo di essere provinciali e rendiamoci conto che noi Italiani sulla materia delle lauree dovremmo solo tacere, visto che il livello accademico delle Universita’ Italiane fa solamente ridere rispetto anche solo alla media delle Universita’ Inglesi o Americane. Basti solo vedere da quali Universita’ le grandi aziende, banche e associazioni mondiali selezionano i propri impiegati e dove la ricerca di qualita’ viene prodotta. Per non parlare poi della preparazione dei professori.
        7)Non ho votato per M5S, e non ho nessun interesse nel difendere l’Onorevole, se non per gli stessi motivi per cui difenderei chiunque accusato ingiustamente in questa maniera.

        • anche se fossero 63 crediti è un terzo di una nostra laurea. cioè gente al primo anno potrebbe dirsi laureata. non guardiamo il dito e per favore guardiamo la luna. prima di tutto questo: sono 63 ore? se si, dimissioni. sono 63 crediti? se si, dimissioni. è qualcosa di serio? allora nessun problema.

        • Grazie per le precisazioni, che forse dovrebbero venire lette anche da buona parte di chi sta scrivendo sulla questione al momento.

          Vorrei solamente obiettare a quello che dici sulla preparazione delle università italiane. In Italia ci sono dei centri di eccellenza, riconosciuti ovunque nel mondo. Il prestigio delle migliori università italiane è decisamente inferiore a quello delle migliori università statunitensi per varie ragioni, in primis la cronica mancanza di fondi, ma non per la preparazione degli studenti. Nella mia esperienza, limitata al campo ingegneristico, ho incontrato molti studenti e molti professionisti italiani con una preparazione eccellente, spesso ben oltre la media di chi proveniente da altre nazionalità.

    • Ho capito, siamo tutti dei “provinciali”, tutti i nove milioni di persone che hanno votato M5S.

      • Primo: ho votato m5s.
        Secondo: trovo inaccettabile, come elettore del m5s, che un mio rappresentante abbia mentito per occupare il posto che occupa.
        Terzo: spero che il mio parlamentare non abbia mentito ma, in caso contrario, pretendo le dimissioni immediate, visto che quel posto sarebbe potuto essere occupato da qualcuno di più meritevole.

    • Ho capito ,ma quando poi metti la tua firma su di un atto punnlico o privato ,certe cose si pagano.
      Io son sicuro (spero) della buona fede della marta.ma secondo il tuo discorso lei potrebbe ignorare le differenze che ci sono tra USA ed Italia sul valore del titolo di studio.In Italia non puoi fregiarti del titolo di laureata se questo tiotolo consqguito all estero non è qui riconosciuto tale.Si tratta di falso in atto pubblico o privato,senza contare il fatto che c’è genet che forse l’ha votata proprio per i suoi titoli.
      Purtroppo (nella migliore delle ipotesi) l’ignoranza si paga ,se la Marta ha sottovalutato l aspetto legale del titolo di studio in Italia ,ahimè….ne deve pagare le conseguenze come tutti.
      Se il suo “baccalaureato” non è stato riconosciuto e convertito come titolo dis tudio Italiano ,la marta deve dimettersi,altrimenti che facciamo ? Stiamo scherzando?
      Facciamo le pulci agli altri e poi con noi stessi siamo di manica larga ?

  144. Mi rendo che il “cambiamento” dovrà essere più profondo di quanto noi tutti possiamo immaginare.
    Io stesso non ho potuto terminare un dottorato all’estero (ES) cominciato con borsa Erasmus della durata
    di due anni, quindi al terzo anno da dedicare alla tesi, non ho avuto il denaro necessario per tornare in quella
    università, allora i voli erano carissimi e si lavorava solo per vivere.
    In ogni caso non si deve feticizzare il pezzo di carta detto laurea, master, dottorato… questi saranno una ovvietà come il diploma elementare, non mi dilungo sulla questione che ha una importanza davvero relativa.
    Attentotonto i tiranno inducono alla perfezione.

  145. A proposito, ma la lingua inglese ‘fluente’ – necessaria a mio avviso per seguire attivamente e proficuamente gli studi di cui sopra – DOVE e QUANDO hai tovato il tempo di impararla…?

    • ahaha che domanda!!!
      Viveva in America con la sua famiglia ed ha studiato all’università americana… è ovvio che sappia benissimo l’inglese!!! Cara Marta l’ignoranza dei tuo detrattori fa risaltare nero su bianco che sono un branco di invidiosi che nella vita non hanno combinato nulla e non sanno fare altro che accanissi con chi invece si è impegnato fin da giovane…

      • ma che hai da ridere, stronzetto…che vivesse con la sua famiglia in America è una cosa che apprendo da te in questo momento (sempre che sia vero…), tutto quello che ho trovato online è che è nata a Civitavecchia ed il famoso c.v., ecco il motivo della mia curiosità… quindi risparmia le tue illazioni nei confronti di una persona di cui non conosci nulla…

    • Ora per favore mi spieghi il significato di questa domanda…

  146. Cara Marta, fossi in te mi scuserei con tutto l’elettorato M5S prima di addurre una qualsiasi forma di “difesa”.
    Non ti potevi certo aspettare che i giornalisti non avrebbero fatto da “cani da guardia” nei confronti dei grillini aspettandoli al varco ad una minima “infrazione” del loro stesso codice deontologico.
    La mia sensazione, perché anch’io ti ho creduto un meraviglioso cervello formatosi all’estero, è che, travolta un po’ da tante cose, hai giocato per incertezza inesperienza o chissà che, sulla falsariga dell’equivoco più o meno come Giannino, quando invece sarebbe stato meglio giocare la carta della sincerità a tutto tondo fin da subito.
    Così ora hai quasi raso al suolo la tua reputazione (certo la gogna mediatica non fa piacere a nessuno), fermorestando l’amicizia e l’umano rispetto che ti sono dovuti a prescindere, e la simpatia che la tua intelligenza e, consentimelo, bellezza, produce presso i tuoi amici ed elettori.
    Ma visto che il M5S si propone di fare “piazza pulita” nei confronti di vecchie logiche, fossi in te lascerei il Parlamento, scusandomi e dimettendomi, e dando così prova, alla tua giovane età, di avere piena consapevolezza degli errori (anche quelli come dire “involontari”) e di non essere attaccata ad una poltrona di potere.
    Cordialmente
    Gian Luca

  147. Come al solito in M5S si dimostra approssimativo e raffazzonato…. Resta che le comunicazioni ufficiali parlano di lauree e master, proprio come Giannino

  148. http://www.uah.edu/la/departments/foreign-languages/programs/foreign-language-literature/75-main/liberal-arts/foreign-languages/3445-flit-foreign-language-international-trade

    che laurea!!!!

  149. Ritorno sull’argomento, soltanto perche’ prima ho “postato”, nel posto sbagliato(xD): dunque, intanto iniziamo col dire che non possiamo addossare la colpa alla “bassezza della stampa Italiana”, avremmo dovuto dire lo stesso e difendere Oscar Giannino. Il punto e’: si e’ vantato un titolo “Laurea”, che si consegue al termine dei cinque anni di studio previsti dalla “specialistica”, un’altra cosa e’ il diploma “triennale”; ma neanche questo e’ importante, quanto “pesa” un Bachelor of Arts(io sono a malapena diplomato). Riassumendo, si puo’ vantare un merito che non si possiede?

  150. Mi sembra che ti stai arranpicando sugli specchi, hanno tutti detto giornali e telegiornali che avevi una laurea in economia e Master, a quanto ho capito non hai niente di tutto questo. Tu dirai che l’anno detto gli altri e non tu, ma ragazza mia tu non l’hai contraddetto. Magari ti piace essere chiamata Dottore. Voi siete Giustizialisti e critivi verso chiunque, stata attenti a non giocare con le speranze degli Italiani perchè potreste rischiare di essere ODIATI più dei VECCHI POLITICI…..!

  151. Marta,

    facciamo la prova del 9!

    Oltre ai pezzi di carta perche’ non pubblichi anche le tesi che hai presentato per ottenere i suddetti titoli?

    In tal modo ognuno potra’ ammirare la tu abravezza (ehm.. bravura, io non ho 2 lauree)

    • Peccato che nonostante il master in studi europei non sappia cosa siano gli accordi di schengen. …

  152. guardate che essere attivisti del movimento non rende ne SANTI ne tanto meno PERSONE ONESTE marta ha detto un po di minchiate ma chi non lo fa a questo mondo?l’unica cosa a qui dove stare attenta è a non diventare politica…e voi brutte teste di caxxo ricordatevi che prima del M5S eravate pronti a dare la vita per la SINISTRA o la DESTRA

    • Sei un ignorante, qui si sta discutendo civilmente, e tu, prima del M5S, per chi eri disposto a dare la vita?

      • da come hai risposto tu dovevi essere un seguace dello smacchiatore,
        e per la cronaca non abito in ITALIA ignorantello

      • Ma perchè tu daresti la tua vita per il M5S?!
        Amico ma allora ditelo che fate parte di una setta!

  153. Ma come si fa a prendere il Bachelor in 2 anni?? dal 2007 al 2009? mah, chissà.

  154. Insomma… un bachelor of art equivalente a una laurea breve e fin qui ci sta, un master (?) alla Luiss che mai si è capito che roba sia, un corso estivo con attestato di partecipazione che ha lo stesso valore di un Erasmus. Laureanda Magistrale di 2o livello (o è breve anche quella?) con la sola tesi da discutere. Vabbè. Non siamo certo ai livelli di Giannino, ma diciamo che la cosa, almeno su Wikipedia, era stata un po’ pompata.

  155. “Ciao sono giovanni, sono un sommelier e vorrei occuparmi di agricoltura””Ciao sono un dj e vorrei portare la musica in parlamento”…CI STIAMO FACENDO PRENDERE PER IL CULO DAL MONDO INTERO, a causa di ragazzini che stanno giocando a fare i politici…Voglio proprio vedere cosa faranno di fronte alle prime propote di legge scritte in “legalese”…chiederanni aiuto su twitter.
    Una cosa è disprezzare i cattivi politici, un’altra ritenere che il voto(nemmeno personale ma del partito) posa legittimare un soggetto.
    La politica è una professione, per questo si percepisce uno stipendio, lasciamola fare a chi lo sa fare…in modo onesto ovviamente.
    Altrimenti da domani, siccome sono insoddisfatto degli avvocati, mi metterò a fare l’avvocato senza averne titolo…AH GIA c’è già questa opportunità grazie alla mediazione con la quale gente diplomata può sentenziare…
    CHE ITALIA DI MERDA.

  156. è questa è tutta la tua attività online?

  157. Egr. onorevole

    lei ha due grandi “limiti” : è una donna ed è bella. Per questo dovrà lavorare più degli altri. Ma le donne hanno delle risorse insospettabili. Forza e coraggio.

  158. Buongiorno signorina Grande, premetto che non ho votato M5S, ne’ alla camera ne’ al senato.
    Detto cio’, non si preoccupi di queste stupide polemiche. Chi non sa che un B. Sc. e’ una laurea non merita nemmeno di ricevere una sua risposta. Il fatto poi che confondano la laurea con il suo valore legale la dice lunga sulla loro “buona” fede (se fosse invece solo ignoranza dovrebbero smetterla di scrivere sui giornali ed iniziare a zappare, con gran guadagno per il Paese).
    Alessandro Corsini

    • da quando un corso di 63ore è una laurea??????

      • Questo e’ un altro discorso: evidentemente in Alabama funziona cosi’. Se vuole possiamo anche discutere sul fatto che un “B.Sc. of Art” potrebbe far sorridere, tuttavia rimane un titolo accademico conseguito all’estero, non millantato, e come tale va inserito nel CV.

      • semester hour – a unit of academic credit; one hour a week for an academic semester.

  159. Non me la prendo con giornali e TV di partito, che applicano una logica di immeritocrazia per vivere di finanziamento pubblico partitico, ma mi meraviglio che molta gente in Italia stia ancora a sentirli e gli dia credito, compresi presunti opinion leader indipendenti o twitstar 2.0 da 100.000 follower.

  160. Ma per favore…ancora c’è gente che da credibilità al giornale di Belpietro ( il jolli d Batman )quello che si era AUTOATTENTATO. Cara Marta apriteli come scatolette con l’apriscatole e vedrai che appena anche il suo padrone scomparirà anche loro scomparirannno senza soldi al loro giornale. BUON LAVORO

  161. Che ne pensi di una riforma della legge sul finanziamento pubblico dell’editoria?

  162. Ma una Laurea Americana come dovrebbe essere esibita sul CV? Come di dovrebbe chiamare?

    Nei paesi più avanzati (dal punto di vista accademico), il valore legale della laurea NON esiste. In Italia, sì. Fatevi qualche domanda.

    E comunque sia, il fatto che la Grande sia stata ammessa ad un corso di laurea magistrale, significa che la sua laurea è stata accreditata come laurea di I° livello per l’ammissione al corso in Italia.

    Si tratta di una procedura di riconoscimento da fare presso il consolato italiano.

    Io ho preso una laurea in Inghilterra, e non ho mai chiesto il riconoscimento in Italia, non avendo alcun desiderio di impiegarmi nel pubblico.

    E non baratterei la mia laurea in UK, il mio livello di inglese, l’esperienza che ho vissuto all’estero in cambio del valore legale italiano. Poi, ognuno è libero di fare come vuole.

    Ma smettiamola con questo “provincialismo”.

    Si parla tanto di Europa, di essere internazionali, di aprire le nostre frontiere al mondo, e quando arriva una persona con un titolo americano, scriviamo degli articoli con un pensiero così anacronistico che mio nonno è molto più moderno.

    Vorremmo attirare gli investimenti di aziende straniere, attirare i migliori giovani laureati del mondo per lavorare in Italia e far finalmente evolvere questo paese, e poi ci riduciamo ad un pensiero così vecchio, obsoleto, antico.

    Ma dove vogliamo andare se non cambiamo il nostro modo di pensare?

    • Bachelor = Laurea breve. La confusione nasce dalla riforma Moratti che avrebbe dovuto chiamare la Laurea breve Diploma Universitario, La Laurea di 2o livello Master ed equiparare le lauree di vecchio ordinamento al Master. Sempre che Laurea Magistrale non significhi appunto Master in Italiano. Anche se Master ci stava benissimo. Poi chiamare il Dottorato di Ricerca… Dottorato di Ricerca, assegnando il titolo di Dottore solo a questi ultimi, come si fa nel resto del mondo.

    • Il “diploma universitario” preso negli Stati Uniti (in 2 anni poi?! Non sembra strano?) è stato integrato con il master di primo livello preso alla Luiss, senza il quale non avrebbe potuto iscriversi alla laurea specialistica a Roma. Si tratta dunque di un diploma universitario preso all’estero, e solo alla discussione della tesi in Relazioni internazionali potrà dire di avere una laurea.

  163. La tentazione di assimilarti al caso #giannino da parte dei giornalisti è l’ennesimo tentativo di screditamento politico e personale fatto da chi segue ancora le sorpassate logiche di disinformazione alle quali siamo ormai abituati e dalle quali molti cittadini ,grazie anche al #m5s, cominciano a prendere le distanze! quindi ,mentre i giornalisti farebbero bene a pensare di recuperare la credibilità che stanno anche loro perdendo per felicitare i loro “editori”, te fai bene a chiarire, ma segui il consiglio che ti hanno dato…assecondali e tira dritto.un saluto

  164. Marta è una ragazza straordinaria, l’ho conosciuta e votata perchè lo merita.
    Provate a rileggere il suo curricolum vitae e vedrete che lei ha scritto solo la verità senza nessuna altra aggiunta, infangare con critiche sterili Marta servirà solo a distruggere ancora di più il nostro paese.
    Marta tu sei la mia portavoce ed io continuo a sperare che tu riesca a contribuire al miglioramento civile della mia Patria.
    Buon lavoro Marta
    Paolo D.M.

  165. Cara cittadina marta,
    anche l’ultimo commento del corriere appena letto in corriere.it mantiene ambiguità sul tuo stato accademico. Ha ragione chi definisce i giornalisti pennaioli io aggiugo sciacalli. Certo fanno il loro tristo mestiere:danno in pasto al mostro mediatico boccono truci e sanguinolenti. Annoto che se stai facendo un master biennale vuol dire che ti sono stati riconosciuti tutti i crediti della triennale precedente per fare la magistrale (almeno fino a prima della famigerata gelmini funzionava così. Ho votato PD sia chiaro, non sono un vostro fan, ma vorrei che l’incarico di governo (di minoranza ) fosse dato a voi, starà poi ai vari pezzi del parlamento sostenervi punto per punto sulle cose che a loro interessano. Mi permetto una annotazione opinabile sia chiaro (non ho verità in tasca), se voi 5stelle siete quel che siete lo dovete anche all’opera di quelli stessi giornalisti pennaioli dei grandi giornali filo PD e Monti che hanno attaccato la “casta” facendone parte ed arricchendosi in tal modo. Rispetto molto di più voi di quanto rispetti loro. Vi auguro il meglio per voi e per il paese

  166. Esistono tre parole magiche: “Scusate, ho sbagliato”. Ci vuole tanto a pronunciarle? Se io dico che mi sono laureato in Alabama, e invece ho preso soltanto un diploma (!?!), posso indurre chi mi ascolta a ritenere che io abbia titoli di fatti inesistenti.
    Art. 498 Usurpazione di titoli o di onori
    Chiunque abusivamente porta in pubblico la divisa o i segni distintivi di un ufficio o impiego pubblico, o di un Corpo politico, amministrativo o giudiziario, ovvero di una professione per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato, ovvero indossa abusivamente in pubblico l’abito ecclesiastico, è punito con la multa da lire duecentomila a due milioni. Alla stessa pena soggiace chi si arroga dignità o gradi accademici, titoli, decorazioni o altre pubbliche insegne onorifiche, ovvero qualità inerenti ad alcuno degli uffici, impieghi o professioni, indicati nella disposizione precedente. La condanna importa la pubblicazione della sentenza.

  167. guarda e passa Marta avrai 5000 euro in tasca ogni mese !

  168. VERGOGNATIIIIIIIIIIIIII
    E voi sareste persone oneste?!
    Come mai alla Camera dei deputati hai detto di avere:
    “Laurea in lingua e commercio internazionale, Master in Studi Europei”
    quando non hai una laurea ma un bachillerato?!
    QUESTA E’ DISONESTA’ BELLA BUONA!!!
    DIMETTITI CHE FAI PIU’ BELLA FIGURA!
    O FORSE LA PAROLA COERENZA NON ESISTE NEL VOCABOLARIO GRULLINO?!

  169. ok, concordo ma se sei iscritta alla magistrale e se la “bachelor of art” non ha valore in Europa avrai la laurea triennale, dov’è?
    Per fugare ogni dubbio, potresti pubblicarla?
    I corsi supplementari ti rendono onore e saranno dimostrazione di volontà ed impegno.
    grazie.

  170. 1)Nel sistema americano le “hours” (tradotto – come al solito – erroneamente in italiano come ‘ore’) corrispondono ai crediti universitari. Quindi il suo corso e’ composto da 63 crediti universitari, non da 63 ore. Il valore dei crediti varia da Paese da Paese, ma 63 crediti in America e’ completamente nella norma per i corsi umanistici, tranquillamente paragonabili a corsi di Harvard o Yale.
    2) La “laurea” nel mondo anglosassone e’ chiamata “degree” o “bachelor”. Tutti i laureati in Inghilterra o negli Stati Uniti (e in molti altri Paesi) possiedono un Bachelor a cui possono poi aver aggiunto un titolo ulteriore che e’ il “Master”. Il Bachelor assieme al Master e’ comparabile alla Laurea Magistrale in Italia, mentre il Bachelor da solo (solitamente della durata di 3, massimo 4, anni) e’ equiparabile alla cosiddetta Laurea Triennale in Italia.
    3)E’ vero che il Bachelor non ha valenza legale in Italia, ma proprio perche’ l’intero mondo accademico si e’ accorto sin dall’inizio che questa e’ una grande fesseria, le universita’ – secondo la Legge – sono indipendenti nel decretare se un candidato in possesso di un Bachelor possa incriversi ad un Corso Magistrale (o “Master” nel caso della LUISS) o meno. Chiaramente, visto che il Bachelor e’, dal punto di vista accademico, perfettamente equivalente ad una laurea triennale, l’On. Grande e’ stata accettata sia da Roma Tre che da LUISS per completare i suoi studi Magistrali.
    4)Molti si lamentano del fatto che l’On. Grande ha tradotto il titolo di “Bachelor” con “Laurea”. Dal punto di vista della lingua inglese questa traduzione e’ corretta, e lo e’ anche da un punto di vista accademico. La valenza legale in Italia (dove, ricordo, solo il Dottorato estero ha valenza legale) non dovrebbe influire sulla traduzione di un titolo di studio, specialmente se e’ affiancato dal nome orginiale del titolo, come in questo caso (“Laurea Bachelor of Arts). Se questo non fosse vero, allora anche Obama non potrebbe essere definito “laureato”, per il semplice fatto che ha conseguito la sua “laurea” negli Stati Uniti. Oppure come avreste tradotto il titolo del famoso film “Il laureato” in italiano? Temo che il motivo per cui l’On. Grande ha tradotto il suo titolo e’ per la sua consapevolezza di quanto gli Italiani siano ignoranti non solo in materia di lingue estere, ma anche delle norme specifiche nei diversi campi.
    5)Il tipo di corso estivo seguito dall’On. Grande e’ completamente nella norma, visto che sono corsi estivi molto intensi di una durata media che va dall’1 fino alle 3-4 settimane. Se non foste ignoranti in materia accademica, vi sareste accorti che si tratta di un programma di LSE (London School of Economics), forse l’universita’ piu’ competitiva al mondo nell’ambito economico, con un tasso di entrata che e’ di gran lunga inferiore a grandi nomi come Cambridge o Harvard. E questo vale anche per i corsi estivi.
    6)Un’opinione personale: smettiamo di essere provinciali e rendiamoci conto che noi Italiani sulla materia delle lauree dovremmo solo tacere, visto che il livello accademico delle Universita’ Italiane fa solamente ridere rispetto anche solo alla media delle Universita’ Inglesi o Americane. Basti solo vedere da quali Universita’ le grandi aziende, banche e associazioni mondiali selezionano i propri impiegati e dove la ricerca di qualita’ viene prodotta. Per non parlare poi della preparazione dei professori.
    7)Non ho votato per M5S, e non ho nessun interesse nel difendere l’Onorevole, se non per gli stessi motivi per cui difenderei chiunque accusato ingiustamente in questa maniera.

    • “E’ vero che il Bachelor non ha valenza legale in Italia, ma proprio perche’ l’intero mondo accademico si e’ accorto sin dall’inizio che questa e’ una grande fesseria, le universita’ – secondo la Legge – sono indipendenti nel decretare se un candidato in possesso di un Bachelor possa incriversi ad un Corso Magistrale (o “Master” nel caso della LUISS) o meno”
      assolutamente falso, la mi Università non ha mai accettato tale titolo perché la laurea in Italia ha valore legale e come tale non è concetto interpretabile

  171. scuserai tre ulteriori domande:

    1) quante ore dei corsi previsti hai frequentato all’Università dell’Alabama a Huntsville?
    2) vero che in totale tale titolo comporta 63 ore di frequenza?
    3) hai sostenuto un esame al termine dei corsi?

    grazie.

  172. RAGAZZI 63 NON E’ IL NUMERO DELLE ORE DI LEZIONE E NEMMENO DEI CREDITI!!!!!!!
    anch’io studio all’estero e quello che viene definito SEMESTER HOURS non è il numero di ore di lezione e neanche il numero di CFU.
    La specialistica che sto facendo per esempio conta 47 Semester Hours ma 120 crediti come una italiana e si fa in due anni!!! Se per esempio in un semestre hai 1 Semester hour di una materia, vuol dire che hai l’equivalente di un’ora settimanale di quella materia!!! Chi non sa di cosa parla semplicemente non parli!!!!

    • chi fa domande è proprio uno che non sa e dare risposte è segno di educazione.
      non c’è alcuna lesa maestà.
      oppure la democrazia tanto decantata si ferma lì dove nasce la vostra intolleranza?!
      e la coerenza?

  173. Una laurea breve triennale italiana richiede almeno 160 crediti.

    • 180 CREDITI FORMATIVI UNIVERSITARI

  174. Preparati, è solo l’inizio.

    Da questo punto di vista dovrete essere forti. Sarà una vera e propria guerra.
    Al potere sono abbarbicati e non lo molleranno senza combattere fino all’ultimo.
    Silvio in primis. E’ un combattente sleale che viene sempre sottovalutato.

    Mi raccomando, però, non deludeteci. Aiutateci a migliorare l’Italia!

  175. Ma dai, hai creato pure il Blog “arrampichiamoci sugli specchi”.
    Torna sulla terra, e suda un po’ di piu’
    Siete un circuito di parassiti telematici in circolo intorno al Guru annoiato…
    Una risata seppellirà pure voi ma -putroppo- anche le legittime speranze di chi vi ha votato

    Cialtroni, Cialtrona

  176. Solidarieta’! Si sono attaccati ad un tecnicismo per poter parlare male del M5S e di te. Sperano che la gente non legga, non si informi e pensi davvero che ti sei inventata una laurea. Fatti forte e vai avanti, la verita’ salta sempre fuori e le persone prima o poi imparano sempre la verita’, anche quelle che non si informano.

  177. Secondo me la questione è 1 sola .lei puo con il suo bachelor conseguito negli usa
    fregiarsi del titolo di “laureata” qui in Italia?
    Se si ,perchè comunque ha la stessa validità in italia ,o perchè
    se l’è fatto riconoscere attraverso l iter burocratico universitario,allora bene !
    Significa che scrivendo nel curriculum laurea in lingue,lei non ha
    mentito,perchè in effetti in italia lei legalmente può fregiarsi del
    titolo.
    Se invece il “baccalaureato” preso negli USA ,non è stato equiparato qui in Italia ,
    allora lei non può ,senza specificare bene,scrivere su un atto come il curriculum,atto
    presentato a noi iscritti ed anche in base al quale è stata scelta,fregiarsi del titolo
    di “laureata” .Inquest’ultimo caso sarebbe giusto che si dimettesse ,perchè si è
    data un titolo che qui non ha , e come minimo se proprio avesse voluto
    metterlo nel suo curriculum avrebbe dovuto assolutamente chiamarlo solo
    ed esclusivamente
    “baccalaureato” o diploma ,insomma sicuramente non laurea ,visto la sua non equipollenza.
    la questione da ben analizzare è questa .
    In questa seconda ipotesi ,mettiamo anche in preventivo la buona fede ,e cioè che lei
    non ha mentito ,ma ha solo sbagliato per superficialità a non considerare
    la distinzione opportuna fra i titoli .Quindi non si tratterebbe di “dolo” ,ma comunque pur
    sempre di errore trattasi.maggiormente amplificato dal fatto che lei ,come scritto sopra ,
    è anche per i suoi titoli che forse qualcuno l’ha votata.E se adesso quasti titoli non dovessero
    risultare corrispondenti ,ci troveremmop ad aver dato un voto in base ad una qualifica inesatta ,
    e che lei abusivamente (seppur in buona fede ) ha inserito nel curriculum.
    Adesso ,ripeto,si deve sapere a quale delle 2 ipotesi va associato il suo caso ,ed in base a ciò,si facciano
    le dovute considerazioni.la domanda finale :
    LEI IN ITALIA PUO’ FREGIARSI DEL TITOLO “LAUREATA” ?
    tutto qui.

  178. Cara Marta tanti auguri per il tuo lavoro e non farti innervosire da questi stronzi ipocriti perché tu i tuoi titoli te li sei guadagnati mentre fino a ieri i politici se le compravano le lauree.

  179. Cara Marta, il Suo caso è emblematico. Dimostra come i giornalisti italiani, per malafede o per incapacità,a volte non si curino di ricostruire i fatti.
    Lo sanno tutti che per essere ammessi a un master di primo livello presso un’università italiana occorre essere in possesso almeno di laurea triennale italiana o titolo equivalente. Quindi, visto che Lei ha conseguito il master presso la Luiss, significa che automaticamente questa università italiana ha riconosciuto al suo B.A. un valore equivalente a quello di una laurea triennale italiana.
    I giornali italiani, anche quelli “seri”, come il Sole 24 ore, non hanno fatta propria questa elementare osservazione L’informazione che ne è scaturita è stata errata.
    Da elettore del M5S non ho alcunché da imputare al Suo comportamento. Un caro saluto.

    • E’ ciò che credo anche io ,ma mi piacerebeb sentire la versione della Marta.
      Altrimenti perchè poi avrebeb cambiato la dicitura su suo profilo ?
      Se così fosse può tranquillamente continuare a scrivere di esserdi laureata negli USA.
      In questa maniera è anche lei a contribuire ad una certa confusione.

  180. so solo di essere stato un coglione a studiare una vita, quando avrei potuto andare a huntsville e con 63 ore ritornare ” laureato”, quindi complimenti per la dritta, cittadina, ora ci mando i miei figli

  181. la laurea triennale è una laurea, cosiddetta laurea breve, anche detta bachelor. Se conseguita negli usa non significa che non ha valore. Non ha valore LEGALE, semmai, poiché in Italia la laurea produce effetti giuridici, nei paesi anglosassoni no. Anche la laurea del presidente Obama non ha valore in Italia, ma per questo non si può affermare che Obama non è laureato.
    Detto questo, i commenti che popolano il post della giovane parlamentare testimoniano chiaramente di quale bestiario di cialtroni e ignoranti è popolato il nostro paese, che ha, (dati ocse) una percentuale di laureati inferiore alla Romania. Vada avanti, Cara giovanissima Marta Grande, e non si curi di questi cialtroni livorosi e ignoranti a cui NON DEVE DAR CONTO, in nessun caso, ed in nessun luogo. Qualcuno ha detto che non bisogna mai scendere sul terreno del cretino, perché vince sempre lui: ti batte sull’esperienza.

    • Gentile On. Grande,

      da cittadino italiano laureato (con Erasmus, Laurea Specialistica, Master di II livello e lavoro all’estero) mi sento in dovere di chiederLe di chiarire la Sua posizione circa la “vexata questio” dei titoli di studio, fornendo prova sostanziale degli “esami” da Lei effettivamente sostenuti.

      La prego di voler leggere il mio intervento non come un atto contro di Lei, quanto piuttosto come un’esigenza di trasparenza, di “accountability”, di rispetto per l’intelligenza e l’impegno di quanti ogni giorno studiano in Italia.

      A riguardo, vorrei portare alla sua attenzione il sito della UAHunstville, alla pagina dedicata al “Program” Foreign Languages and International Trade [

      Il programma, che si presume sia quello da Lei seguito, consta di diversi esami (circa 24) per lo più di 3 ore ciascuno per 62 ore totali di studio. Ebbene ricordandole che per una Laurea Triennale in Italia sono necessari 180 crediti e che ogni credito corrisponde a 25 ore di studio, Lei crede di poter sostenere che il titolo americano e quello italiano forniscano lo stesso grado di conoscenze e si sia in presenza di una “laurea triennale”?

      Altresì, con materie quali “Cinema, Cultura, introduzione alla letteratura, testo e contesto” che non la qualificano nè come linguista, nè come laureata in lettere e tantomeno in scienze politiche, gradirei sapere se ha dovuto effettuare eventuali esami integrativi per iscriversi ad un Master di I livello in Studi Europei per il quale è necessario quantomeno una Laurea Triennale.

      In attesa di una sua esauriente risposta e con la più viva speranza che Lei possa dare un segnale chiaro di trasparenza e “rispetto” nei confronti dei tanti laureati italiani, Le auguro un buon inizio di legislatura.

      Grazie,

      R.G.

  182. Da ingegnere che ha conseguito la laurea col vecchio ordinamento al Politecnico di Milano 10 anni fa, in tempi in cui il tempo medio per laurearsi era 7 anni (su un corso di 5, non c’era ancora il3+2) e la selettività altissima (su 10 matricole non più di due finivano il corso di studi), mi sento un po’ preso per i fondelli da questa ragazzina che a soli 25 anni dichiara 2 lauree e un master però quando apre bocca mostra di essere una ragazza di 25 anni come tante altre. Ne ho conosciuta di gente brava e quando parlavano la bravura si sentiva tutta, senza nessuna arroganza. Dal mio punto di vista, anche solo per la faciloneria, ce n’è e avanza per le dimissioni.

    • Guardi, io ho una laurea vecchio ordinamento di 5 anni al Politecnico di Torino ed un terzo livello conseguito sempre lì. Ho faticato e pagato per anni, come me tantissimi altri. Ho collaborato con la didattica in facoltà per 4 anni (con regolare contratto da 400 euro l'anno… vabbè altra storia) ed incontrato molti studenti stranieri, tra cui statunitensi, ai quali NON era riconosciuto il titolo in Italia e che quindi dovevano recuperare parecchi CFU (spalmati in 2 anni circa). Giusto o sbagliato che sia, non sta a me dirlo.
      So che probabilmente è un peccatello veniale dichiarare "quasi" 2 lauree, so che le 63 ore in realtà corrispondono a molti più crediti, so che il B.A. non necessariamente implica che si modelli la plastilina…Ma basta dirlo, anche io mi sento parecchio preso in giro.
      Ripeto non per la qualità o quantità degli studi di chicchessia ma perché era sufficiente dichiararlo da subito.

  183. alcune lauree prestigiosissime non sono riconosciute in Italia. Certo, visti gli studi internazionali forse avrebbe fatto meglio a scrivere il post in inglese:
    > fino al giorno di ieri
    In italiano si traduce “fino a ieri”

    > Il buon senso, unitamente ai miei più cari affetti, mi hanno suggerito di lasciare che il “fuoco” del circuito mediatico si spegnesse naturalmente, come spero e credo avverrà, questo nobile e prestigioso incarico non ha mai rappresentato per me una priorità, sebbene più di qualcuno continui, con inaudito cinismo, ad affermare il contrario.
    Dopo “avverrà” ci va un punto. O almeno un punto e virgola.

    • dopo "internazionali" ci va la virgola. Muphry's law strikes again.

      • E il simpatico omino della legge omonima si chiama Murphy e non Muphry.
        Una figata 'sto giochino, eh?

  184. Cara Marta, l’ultima informazione che ci manca è capire perché mai lei possieda questo titolo di studio. Ha studiato in Alabama? Perché penso che il sospetto che sia venuto a molti è che sia una di quelle lauree che si comprano su internet.

  185. Sul BLOG di Grillo, si può legge,tra le altre cose ” mi sono LAURATA in lingue all’universita dell’Alabama nel 2009 ………Ora, è evidente che, conoscendo scolasticamente tante lingue, a proposito quante saranno quelle in cui si è LAUREATA ( è tutt’ora in rete) , evidentemente ha confuso il senso del TERMINE Laureata in italiano. So regazzi checcevò, so solo regazzi! Si ma è la candidata dell’MStelle alla Presidenza della Camera. E tale movimento è quello , superinformatizzato che dalla Rete trae ispirazione,informazione, disinformazione insomma tutto l’attuale scibile umanamente consentito!

  186. Se i miei figli a 25 anni avessero’ un curriculum come il tuo, potrei solo essere fiero e orgoglioso di loro.

    Al contrario se i miei figli faranno una carriera lavorativa come quella di belpietro (con la minuscola), li prenderei a calci in culo da mattina a sera e li cancellerei dall’eredità (per quello che c’è :-)

  187. Sono Giancarlo Pesce, militante PD a Vicenza. Ho vari motivi per non condividere la politica del M5S, ma oggi ci tenevo a darti la mia totale solidarietà per questo vomitevole tritacarne mediatico nel quale ti i giornali di destra, i militanti di destra e purtroppo anche alcuni militanti del PD, per i quali mi scuso. Purtroppo non ci sono partiti immuni dagli stronzi.
    Sono felice che nonostante le tua giovane età sembri avere le spalle solide per resistere a questa disgustosa campagna di diffamazione.
    In bocca al lupo per tutto,
    G.P.

  188. Marta, non pensarci nemmeno, non devi giustificare nulla. Vai a testa alta e vota secondo il mandato che ti abbiamo dato. L’unico motivo per chiedere le dimissioni sarebbero il tradimento di quel mandato. Oggi ad esempio diversi cittadini parlamentari al senato hanno tradito. Hanno eletto il deputato del PD-L nel segreto dell’urna. Di quelli chiedo le dimissioni, oltre all’espulsione immediata dal movimento. Dì sempre la verità a testa alta in Parlamento, non cadere mai nella rete delle sirene dei partiti, nemmeno se ti chiedessero di votare per Gesù contro Barabba. Quelle sono le cattive sirene, ed oggi è un giorno molto triste per chi ha votato 5stelle. Un abbraccio, aiutaci da lì dentro a scacciare chi sta già tradendo, digli di metterci la faccia dopo aver tradito la linea concordata col capogruppo. Un abbraccio Nicola

  189. Ciao, ho letto tipo 20 commenti a questo post e mi son schifato…la superficialità è una cosa che non credevo cosi diffusa….veramente gente del genere che scrive cattiverie gratuite senza sapere di chi si sta parlando è la dimostrazione del perchè per 20 anni in italia abbiamo avuto questi personaggi al governo…e capisco come Berlusconi abbia raggiunto il 30% alle ultime elezioni…Marta per quanto ininfluente il mio commento è a tuo favore, perchè sta gentaglia da quattro soldi dovrebbe imparare a ragionare con il proprio cervello, e non a fare concorrenza alle scimmie urlatrici e sputare sentenze…invidiosi maledetti….Vai Marta, hai il mio supporto…:)

    • Caro Salvo
      “Invidiosi maledetti”? Oh bella: e invidiosi di che, di grazia?
      Io la mia laurea, vera, me la son presa in Italia facendomi il mazzo. Non spaccio per “laurea” 63 ore in due anni a Huntsville, Alabama. Che dovrei invidiare?

  190. Solidarietà da parte mia, per quello che conta.
    Hai affascinato un mucchio di gente, e il tuo candore e il tuo entusiasmo sembrano sinceri.
    Il grillismo è un fenomeno demenziale, e a breve si sgonfierà.
    Trovo che scrivi molto bene, magari riuscirai a fare la giornalista.
    Sarebbe bello non perderti.

  191. Cara Marta, come si è affannata ad aprire un sito in quattro e quattr’otto, eh?

    Ma le risposte dove sono?

    Guardi che noi aspettiamo.

    Oppure spera che ce ne si dimentichi, presi da altro?

    Stia tranquilla che almeno io non ho dimenticato e aspetto risposte.

    Cordialmente.

  192. Questo dibattito sulle lauree o no e’ fantastico. ,Quanto hanno aiutato a migliorare il nostro every day life I politici laureati dei.governi precedenti , Grillo e I suoi mi Sono piaciuti per il messaggio che mandano alle persone ,non voglio laureati che predicano ,preferisco Le persone che la realta’ la vivono o la hanno vissuta tutti I giorni e che ancora giovani riescano a togliere un po di polvere dalle sedie del governo

  193. va bene inl bachelor in art , ma in che cosa tisei laureato

    Grazie

  194. Fammi capire Marta.. la LUISS ti ha permesso di fare una LAUREA MAGISTRALE grazie ad un corso di SESSANTASETTE ORE riconosciuto come laurea triennale?
    LOL

  195. Signora Grandi , Lei è obbilgata a rispondere a chi le dà della bugiarda, ma non se ne curi troppo. Sono degli ignoranti oltre che dei diffamatori. Qualcuno, ha scritto persino bechelor, nella propria beceraggine. Sono ignoranti, non ci si può fare niente. Dovrebbero essere ignorati.
    francesco

  196. Se non hai la coda di paglia, perchè in poche ore hai aperto un blog con tanti commenti di solidarietà farlocchi da lontano un miglio e hai modificato moltissime volte la tua pagina su Wikipedia? Dimissioni subito, puffetta Marta, con o senza l’ordine del Grande Puffo.

  197. Marta, Marta … disse Gesù in una sua nota parabola. Lascia stare,così come nel Vangelo Gesù (quindi Dio visto che io credo nella SS. Trinità) rammenta a Marta che le cose del mondo vengono dopo quelle celesti. Marta,per me vali,sei davvero "GRANDE" e se vuoi percorrere la VIA POLITICA sappi che a queste seguiranno altre menzogne da chi ti sarà ostile,anche per i più futili motivi!
    Se accetti questo saprai farti strada,sennò … rinuncia fin da subito!

  198. Premetto di avere scarsa simpatia per il M5S. Ma da persona che ha lavorato in universita' (in Italia ed all'estero) trovo veramente stupido l'articolo di Libero e tutta la gazzarra che ne e' seguita: ho avuto diversi laureandi che son finiti all'estero a fare il dottorato di ricerca e tutti nel loro cv spediti all'estero hanno (implicitamente) equiparato la laurea triennale italiana ad un Bachelor (e quella magistrale/specialistica ad un Master). E' vero che non sono esattamente la stessa cosa, ma allora anche una patente di guida italiana non e' uguale ad una francese.

    Detto questo, spero sinceramente che nel suo lavoro da parlamentare Marta Grande non dica troppi strafalcioni come la citazione a sproposito del trattato di Schengen: un errore grave per una persona che si sta laureando in relazioni internazionali, ma (a differenza di altri casi.. penso ad es. al famigerato "tunnel Gelmini") sono disposto a pensare che si sia trattato di un lapsus.
    In bocca al lupo.

    • Nessuna università straniera riconoscerebbe una manciata di giorni a Pechino come un Master, non diciamo fesserie.

  199. L'attacco della stampa a tutti i neo eletti del M5S era prevedibile e Grillo che queste cose le sa bene da una vita aveva messo in guardia da sempre tutti :niemte interviste , niente televisione….perchè "certi marpioni" ci mettono poco per farti fare una figuraccia che di più non si può.Così non è stato ed ora se ne pagano le conseguenze…..così non è stato neanche per la Sig.na Marta Grande che subito dopo i risultati ( si parla di minuti)non ha perso tempo per farsi intervistare e la figuraccia che ha fatto è stata spaziale e penosa!!!!!!come volevasi dimostrare…ma per Grillo sarà impossibile far capire a costoro questo principio elementare!!!! e Grillo dall'alto della sua esperienza lo sa non bene benissimo,d'altronde questa gente dovrebbe capire che senza Grillo non sarebbereo mai arrivati dove sono e se appena appena Grillo li abbandonasse …..sarebbe un'apocalisse!!!ma nessuno è profeta in patria!!!! poi sulla scememza dei titoli di studio stendiamo un velo pietoso!!!!!

  200. " E' colpa di Schengen "
    Ma laureata DOVE,QUANDO?
    Quando mai aggiungerei!!
    non sai nemmeno cosa riguarda " Schengen ".
    Davvero vergognoso.
    Il problema del M5 stelle, a cui ho dato il voto, è che si è data la preferenza a GRILLO ma lui in parlamento latita, ma dopotutto lo aveva anche detto e quindi ce lo potevamo aspettare, e poi ci ritroviamo queste persone che nessuno conosce , nessuno vuole e nessuno ha votato.
    Dal vegano,passando per il tizio che ha la paura dei microchip impiantati e concludendo con chi NON è laureata ma vuole far credere di si.
    Ogni intervista che fanno a questi grillini dimostra che sono persone talmente impreparate ed ignoranti, proprio nel senso di NON SAPERE,da essere cosi inadeguati da far rimpiangere Fini e Di Pietro o_O
    Ed ho detto tutto!
    Alle prossime elezioni, vicine,questo sarà il motivo per cui non voterò piu il m5stelle.

    • Giovanni: anch'io ho votato M5S e son rimasta male per il fatto che siano andati in parlamento dei ragazzini senza esperienza (votando dall'estero, avevo avuto la possibilità di scegliere i miei candidati, e mi ero informata molto e li avevo persino contattati per scambiare 4 chiacchiere prima di compiere una scelta). Purtroppo queste persone non sono state elette.

      Detto questo, Marta Grande potrà anche essere una ragazzina senza esperienza, una che non sa cosa sia Shenghen nonostante la laurea specifica che ha conseguito, il che è obiettivamente una vergogna. Pero' non penso proprio che abbia mentito sui propri titoli. Una laurea ce l'ha, ho controllato sul sito dell'università in cosa consiste il programma, e sembra essere un bachelor a tutti gli effetti, quindi allo stesso livello di una laurea triennale, malgrado la mancata equipollenza totale in Italia per motivi meramente burocratici (ho fatto convalidare i miei titoli e so quanto tempo, soldi ed energie richiede la procedura).
      Poi quanti laureati italiani, magari laureati fuori corso di oltre 10 anni, ci sono che saprebbero rispondere alle domande dei giornalisti?

  201. haha comodo il blog dove pubblichi solo quello che vuoi!
    ridicola;)

  202. spero questa vicenda non ti stia pesando troppo. il campanilismo e la meschinità del nostro paese sono talvolta davvero stupefacenti. tutti improvvisamente a fare gli azzeccagarbugli ("eh ma non è una Laurea"), tutti che si riempiono la bocca di parole tipo "equipollenza" e "valore legale", la stessa bocca con cui poi dicono che quello che conta negli studi è quello che impari non la pergamena che ti rilasciano. la stessa bocca con cui complimentano i vicini e/o gli amici per avere dei figli laureati all'estero.
    purtroppo combatti una battaglia contro l'ignoranza, in primis, del sistema universitario anglosassone che sopravvive nonostante chissà quanti nostri studenti espatriati qua in Inghilterra da dove ti scrivo. e l'ignoranza è pervicace e subdola. quindi non lasciarti demoralizzare e cerca di spiegarti il meglio possibile. sfata questa calunnia delle 63 ore che ancora ti perseguita! ripeti la verità pazientemente, per filo e per segno, come un mantra, a tutti i giornalisti che ti assillano. non ti rinchiudere in una torre d'avorio, alimentando il sospetto e l'ignoranza. sappi che c'è chi comprende il malinteso (forzato da giornalisti calunniatori) e spiega come stanno le cose a chi ti attacca senza sapere. ma tira la testa fuori dalla sabbia. difenditi con la verità che sebbene complessa ti dà ragione! e – ti prego – vota in coscienza: non dovete obbedienza a nessuno, se non alla legge! soprattutto non a chi dell'attacco politico ad hominem fa uno stile di vita, addirittura un'arte. tu stessa vedi quanto sia una prassi volgare, forcaiola e distruttiva e che maschera sempre la stessa bestia: l'ignoranza.
    un tuo coetaneo.

  203. Comunque, cara Marta, il tempo per mettere su in fretta e furia un blog per postare le tue spiegazioni ancora poco chiare lo hai avuto. Ma una mezzoretta per rispondere alle obiezioni sensate di molti commentatori, quella no, eh?
    Alla faccia della trasparenza e del rapporto diretto con i Cittadini.

  204. Ohibò!
    quando si parla di "profilo basso…da parte di giornalisti (o sedicenti tali)" da parte di una "cittadina", "plurititolata" pergiunta…insomma si dovrebbe dare peso alle parole che si dicono!
    Io come Kuma la laurea me la son presa studiando, qui in Italia e col vecchio ordinamento (pure!).
    Trovo…triste…che la mancanza di un titolo sia vissuto in modo così indecoroso da alcuni (mannaggia, e questi alcuni hanno tutti velleità politiche come I trota, I crosetto , i Giannino e compagnia cantante!).
    Ma perchè non dite solo "ho il diploma di segretaria d'azienda o corrispondente in lingue estere"?
    Ma non c'è niente di male…e si evitano queste figure…da miserabili!
    Non dico che lei è una miserabile, non ho gli strumenti e la sua conoscenza per definirla tale: ma la figura che si fa, quella si che è da miserabile! Oppure lo definisca "amor proprio". Non per le idee che lei declama (non le conosco e per quel poco che viene propinato in TV sinceramente non mi interessano) ma per rispetto delle persone che l'hanno votata. Lei parla di responsabilitò del ruolo che ricopre: quello che è successo è la giusta moneta per ripagare chi l'ha votata?

  205. Ecco un'analisi dei due articoli apparsi sul giornaletto "Libero Quotidiano" diretto da quel buffone di Maurizio Belpietro. Fra l'altro dimostrano di non saper fare nemmeno un copia e incolla, scrivendo "Bechelor" anziché "Bachelor". Come cazzo avranno fatto a sbagliare pure quello? Sarà che sono dei "becheri".
    Qui la Nostra risposta alle diffamanti insinuazioni di bassa lega di Maurizio Didietro: http://sporchibanchieri.wordpress.com/2013/03/18/il-quotidiano-libero-di-dire-stronzate-su-marta-grande/

    Un saluto, Grande

  206. Io non conosco Marta Grande e non so chi sia. E' vero che quando si va all'estero si paragona una nostra triennale ad un bachelor, spesso per comodità di lettura da parte del destinatario del CV. Ragion per cui non trovo così bizzarro il fatto che si sia dettà laureata. Ciò detto, non riesco a vedere l'immagine del Bachelor postata sopra, anche se ingrandendo la thumbnail leggo "Bachelor of Arts".
    A lato di questo, visitando il suo profilo sul sito di Grillo (https://www.beppegrillo.it/votazioni/candidati/marta_grande.html) si legge:
    "mi laureo nel 2009 in lingue e commercio internazionale presso l'Universita` dell'Alabama in Huntsville. "

    Insomma, da ex studente a studente: si può sapere cosa hai studiato in Alabama? Arte o lingue e commercio internazionale? Sono due campi lievemente diversi.

    Per la storia di Schengen, boh. Ha detto una sciocchezza, ok, ma bisogna essere esperti per mantenersi calmi durante le interviste senza dire scempiaggini. Potrebbe essere stato un lapsus.

    • Oppure no…visto che quando le è stato fatto notare che non c'entrava nulla ha insistito di nuovo con la sua tesi…per non parlare della figura che ha fatto a 8 e mezzo..

  207. Ciao Marta! Continua per la tua strada. Ho la tua età e sono quasi emozionato a saperti lì. Sii più grande di loro. Guarda oltre. Grazie per la scelta che hai fatto. Buon lavoro!

    P.S. E spiega anche a tutti che il Bachelor of Arts negli Stati Uniti si riferisce a un raggruppamento di discipline ben preciso.

  208. AMX, "Bachelor of Arts" è il nome di un titolo, che corrisponde alla nostra laurea in materie umanistiche (talvolta anche conomiche). Arts in questo caso non designa il capo di studi. Anch'io ho un Bachelor of Arts in Economia e Comunicazione conseguito in Svizzera. Non puo' chiamarsi Bachelor of Science dato che il programma del corso non è prettamente scientifico.

  209. A dir la verità è l'ennesima situazione dove ci si descrive più belli di quello che si è… come nel caso Giannino… A che serve millantarsi di crediti che non si hanno. è anche Marta Grande, perfetta sconosciuta del grande pubblico che bisogno aveva di millantare titoli non riconosciuti; d'altraparte siamo nell'Unione Europea e non in America . Anche se avesse omesso questi benedetti titoli, sarebbe stata sicuramente eletta. A che serve complicarsi la vita!!!!… D'altra parte Si sa come funziona qui …. prima o poi i giornali di partito, riescono a trovare gli scheletri nell'armadio… Giannino per una storia analoga ora anche rischia di perdere il posto in radio. Faccia conto lei….