Share Button

Il risultato di domenica non ha significato unicamente il trionfo politico del M5S né tantomeno la vittoria di un candidato rispetto ad un altro, l’elezione di Antonio è stata la risposta di una città ad una possibilità di cambiamento, alla possibilità di scegliere, di opporsi, di costruire e di sperare, tutto questo attraverso lo strumento democratico del voto.

Ho letto valutazioni ed analisi parlare di “voto contro”, di losche manovre di potere, di accordi sottobanco con altre forze politiche, di una cordata trasversale mossa dall’unico obiettivo di annullare il nostro avversario accostandoci alle destre, al cosiddetto “fronte del porto” fino ad arrivare alla sinistra radicale.

Tuttavia temo che dovremo pagare molte, moltissime cambiali perché si arrivi a saldare un debito che certamente non abbiamo contratto con nessun politico locale, nessun potere forte, nessun soggetto ambiguo bravo a muoversi dietro le quinte: gli unici che meritano di essere ripagati, sinceramente e concretamente, sono i cittadini che ci hanno scelto permettendoci, con un voto “bulgaro”, di vincere sui nostri avversari impegnando il loro capitale più prezioso, la fiducia e la speranza.

Per questo, se potessi, andrei a ringraziarli abbracciandoli uno per uno ma sono certa che meglio di me sapranno farlo – attraverso una politica trasparente, concreta, giusta e finalmente degna di questo nome – la squadra di governo, i consiglieri ed il nostro nuovo Sindaco.

Grazie, Civitavecchia!